Keystone
SVIZZERA
21.01.21 - 19:180
Aggiornamento : 23:45

Scuola reclute azzoppata dall'obbligo di telelavoro

I problemi riscontrati questa settimana sarebbero dovuti al sovraccarico del sistema informatico gestito da Ruag.

Dopo le giustificazioni e le scuse, una promessa: durante i test che le reclute sosterranno una volta giunti in caserma la manica sarà un po' più larga.

BERNA - A causa di problemi tecnici, l'apprendimento a distanza per le reclute «non ha avuto l'inizio auspicato». L'esercito si scusa per questo inconveniente e assicura di stare lavorando per migliorare il sistema in un comunicato diramato in serata.

Il Learning Management System (LMS) dovrebbe permettere alle reclute di effettuare da casa la parte teorica dell'istruzione di base generale. Questo programma didattico è stato introdotto in concomitanza con l'obbligo del telelavoro deciso dal Consiglio federale che è stato applicato a un gran numero di dipendenti della Confederazione. Per questo motivo dall'inizio della settimana il sistema informatico è stato fortemente sollecitato e questo ha «pregiudicato l'efficienza del Learning Management System, determinando lunghe attese al momento di effettuare il login o nell'elaborazione delle lezioni», spiega l'esercito.

Da lunedì, la società RUAG, che gestisce il sistema di e-learning, e l'esercito sono stati in grado di migliorare le capacità dei server, ma le prestazioni del sistema «sono ancora inferiori alle aspettative», secondo il comunicato stampa. Più dell'80% delle reclute è comunque in grado di registrarsi e completare le prime lezioni.

Circa il 40% dei partecipanti alla prima scuola reclute nel 2021 (5.000 giovani su 12.000) svolgono le loro prime tre settimane di servizio da casa. Lunedì, quando hanno iniziato, molti non sono stati in grado di accedere al sistema.

Le reclute che stanno imparando le basi teoriche a domicilio torneranno nelle caserme l'8 febbraio. «I test previsti in seguito, relativi alle conoscenze teoriche acquisite fino a quel momento, verranno adeguati alla situazione a causa delle difficoltà incontrate», scrive l'esercito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Accordo quadro, venerdì l'incontro tra Parmelin e Von der Leyen
L'obiettivo del Consiglio federale è quello di sbloccare una situazione resasi sempre più complicata.
BERNA
3 ore
Nessun altro allentamento fino al 26 maggio
La strategia del Consiglio federale: un modello a tre fasi.
SVIZZERA
4 ore
Altri cinque Paesi sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo tre maggio varrà l'obbligo di quarantena.
SVIZZERA
4 ore
In Svizzera altri 2686 positivi in 24 ore
Sono 127 i pazienti ricoverati da martedì. Il bollettino giornaliero dell'UFSP
FOTO
LUCERNA
6 ore
Guardava una serie tv coreana... guidando in autostrada
Un 34enne è stato intercettato sull'A2 dalla polizia lucernese. Nei suoi confronti è scattata la denuncia
URI
6 ore
Un progetto pilota per i "furbetti" della coda
L'Ustra intende posizionare un semaforo all'uscita autostradale di Wassen (direzione sud).
VAUD
6 ore
Il parco eolico di Sainte-Croix si può fare
Respinti i ricorsi contro il progetto. Ma sono state poste due condizioni aggiuntive per l'impianto
SVIZZERA
7 ore
Patente ritirata? Le cose cambieranno (e non a sfavore)
Il Governo intende attuare le mozioni "Procedure più eque" e "No a sanzioni doppie per gli autisti"
SVIZZERA
8 ore
Vince all'Euromillions e si porta a casa una fortuna
Un giocatore britannico ha azzeccato la combinazione vincente, intascandosi oltre 75 milioni di franchi.
SVIZZERA
8 ore
«Attenzione a non perdere la fiducia degli svizzeri»
La fornitura dei vaccini procede a singhiozzo e a maggio è previsto l'arrivo di 200'000 dosi in meno.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile