KEYSTONE
Niente tampone ogni 48 ore ai frontalieri: lo chiede la commissione dell'Alto Reno.
SVIZZERA/GERMANIA
15.01.21 - 17:010
Aggiornamento : 18:48

Il tampone obbligatorio ai frontalieri potrebbe avere un «forte impatto negativo»

La commissione dell'Alto Reno chiede un regime eccezionale rispetto alle misure introdotte da Berlino

AARAU - Nella regione di confine svizzero-tedesca non deve essere applicato il controllo obbligatorio, tramite tampone, dei frontalieri ogni 48 ore, deciso dal governo di Berlino. È la richiesta della commissione dell'Alto Reno (Hochrheinkommission, HRK), di cui fanno parte Argovia, Sciaffusa e il Land del Baden-Württemberg.

Il traffico frontaliero locale dovrebbe continuare a beneficiare di un regime eccezionale, scrive oggi in un comunicato la commissione. Le nuove regole su test e ingressi emanate dalla Germania ieri potrebbero avere un «forte impatto negativo» sulla regione di frontiera.

La Germania potrebbe designare la Svizzera come territorio ad alta incidenza a causa del numero delle infezioni. Ai 60'000 pendolari del Baden-Württemberg che lavorano nella Confederazione, le nuove norme impongono un tampone del coronavirus ogni due giorni.

Stando alla HRK, ciò equivarrebbe di fatto «a una chiusura della frontiera», in quanto non sarebbe conveniente predisporre una tale capacità di test. La regola colpirebbe in modo particolarmente duro i dipendenti nel settore sanitario e dell'assistenza.

Il presidente della commissione e consigliere di Stato argoviese Stephan Attiger invita pertanto il governo del Baden-Württemberg a sfruttare il suo margine di manovra discrezionale, così da adeguare quanto deciso da Berlino e garantire un'assistenza sanitaria sicura nella zona.

L'esecutivo di Basilea Campagna questa settimana ha invece proposto che chiunque entri in Svizzera per più di 24 ore si sottoponga a un test antigenico rapido. Gli esami andrebbero eseguiti indipendentemente dalla nazionalità della persona e, in caso di positività, dovrebbero portare immediatamente all'isolamento dell'interessato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
9 min
Lavoro più duro, meno clienti, richieste estreme
La pandemia sta lasciando profonde cicatrici nell'industria del sesso.
LUCERNA
6 ore
Esplode un food-truck: gravi due donne
È successo oggi poco dopo mezzogiorno nella località lucernese di Rothenburg
SVIZZERA
6 ore
Covid: 390 persone infettate malgrado la vaccinazione completa
In Svizzera sono oltre quattro milioni le persone che hanno ricevuto due dosi. I contagi sono in linea con le attese
SVIZZERA
7 ore
L'obbligo del test non piace a chi lavora nel settore sanitario
Non c'è unanimità tra chi lavora negli ospedali per quanto riguarda i test obbligatori
SVIZZERA
8 ore
Si rimane sotto i mille casi giornalieri
Sono 827 i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Svizzera. 20 i decessi (ma 18 annunciati tardivamente)
SONDAGGIO
SVIZZERA
9 ore
Il braccialetto "green" dei vaccinati accende il dibattito
L'ideatore lo vende come accessorio per promuovere la campagna. Ma il sociologo ritiene che sia «pericoloso»
FRIBURGO
10 ore
Ventiseienne a 212 chilometri orari sull'A12
Si tratta di un conducente domiciliato in Germania. Dovrà comparire davanti a un giudice
SVIZZERA
11 ore
Maltempo: danni per 650 milioni di franchi
È quanto prevedono gli assicuratori cantonali degli edifici. Va meglio rispetto al 2005
SVIZZERA
12 ore
No a un allentamento delle misure, i Cantoni sono d'accordo
Per Lukas Engelberger la situazione attuale è ancora troppo incerta.
ZURIGO
23 ore
La pandemia attira più milionari
In Svizzera la densità di milionari è più alta che altrove e l'M-Club cresce sempre di più.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile