Keystone
SVIZZERA
12.01.21 - 20:000

La cultura scrive a Parmelin: gli aiuti arrivano troppo tardi

Le associazioni degli operatori del settore chiedono a Berna di uniformare a livello nazionale i criteri e le procedure

BERNA - Gli operatori dell'industria degli spettacoli e degli intrattenimenti culturali oggi hanno inviato una lettera aperta alle autorità federali lamentando che, malgrado l'urgenza della situazione, gli aiuti e i risarcimenti sono pagati troppo tardi.

Il settore degli eventi, chiuso da 11 mesi, si fa di nuovo sentire un giorno prima che il Consiglio federale - presumibilmente - annunci l'estensione delle chiusure dei luoghi di cultura.

Nella missiva inviata al presidente della Confederazione Guy Parmelin, al ministro delle finanze Ueli Maurer e alla direttrice della Segreteria di stato dell'economia (SECO) Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch, si ricorda che quasi 30'000 persone nel settore culturale sono fortemente colpite dalle conseguenze della pandemia.

Con l'avanzare della crisi del coronavirus, è sorta una grande frustrazione dovuta ai ritardi nei pagamenti, ai criteri complessi e alle differenze di trattamento tra i Cantoni, sottolinea oggi un comunicato congiunto dell'Association des professionnels de la scène romande (Artos) e di un'altra decina di organizzazioni professionali dell'ambito dello spettacolo.

Per far fronte a queste difficoltà, le associazioni degli operatori del settore chiedono a Berna di uniformare a livello nazionale i criteri e le procedure per il pagamento degli aiuti nei casi di rigore, di abbassare i criteri di ammissibilità in modo che tutte le imprese interessate siano sostenute e di garantire pagamenti rapidi senza troppi ostacoli amministrativi.

Le riserve - sottolineano - sono esaurite dopo quasi un anno di crisi, e i costi fissi dovrebbero essere pagati con i soldi dell'aiuto per i casi di rigore.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
32 min
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
35 min
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
2 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
2 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
2 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
SVIZZERA
3 ore
Crisi cardiache: per paura del virus si muore a casa
Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi
SVIZZERA
19 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
20 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
20 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
22 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile