Keystone
Il gruppo è attivo nei cantoni di Berna e Argovia, ma non è affiliato all'associazione dallo stesso nome presente in Liechtenstein.
SVIZZERA
29.12.20 - 08:380
Aggiornamento : 13:55

Ricorso al TAF contro l'omologazione del vaccino

L'associazione DU - die Unabhängigen ha persino denunciato l'UFSP per la gestione della pandemia

BERNA - Il partito DU - die Unabhängigen (letteralmente "Tu" - "Gli Indipendenti") ha presentato un ricorso al TAF (Tribunale amministrativo federale) contro l'approvazione del vaccino Pfizer-BioNTech da parte di Swissmedic, l’autorità svizzera di omologazione e controllo dei medicamenti.

Lo stesso giorno, il 23 dicembre, il gruppo ha presentato all'autorità di sorveglianza del Dipartimento federale dell'interno una denuncia nei confronti dell'UFSP (Ufficio federale di sanità pubblica) per la gestione della pandemia di Covid-19.

L'associazione di centro, che è stata fondata nel 2019, è particolarmente preoccupata per «possibili nanoparticelle che potrebbero influenzare il DNA delle persone vaccinate», ha dichiarato in un comunicato stampa pubblicato oggi. «Quali sono gli studi scientifici che sono stati condotti per escludere tale rischio?», si chiede Du - die Unabhängigen.

Il movimento è attivo principalmente nei Cantoni di Berna e Argovia (e non è affiliato all'associazione dallo stesso nome presente in Liechtenstein), e sostiene una politica «indipendente, trasparente e rispettosa per le persone, gli animali e la natura». Ha optato per un'azione legale perché ritiene insoddisfacenti le argomentazioni di Swissmedic.

Nessuna alterazione del DNA - La discussione sull'alterazione del DNA umano a causa del vaccino era già in auge agli inizi di dicembre, quando, in particolare sui social media, girava molto un video che sosteneva questa teoria.

In risposta, molti scienziati hanno confermato che il vaccino mRNA contro il coronavirus non altera assolutamente il DNA umano. «Iniettare il vaccino di tipo RNA in una persona non ha nessun effetto sul DNA di una cellula umana», ha affermato ad esempio il Prof. Jeffrey Almond, dell'Università di Oxford, alla BBC.

Dello stesso avviso anche Michel Goldman, immunologo dell'università di Bruxelles: «L'mRNA non entra nel nucleo delle cellule, dove si trova il nostro DNA», ha confermato alla Rivista Horizon.

Lo stesso UFSP afferma:« L’mRNA somministrato con la vaccinazione non può penetrare nel nucleo cellulare e ivi innestarsi nel patrimonio genetico umano (DNA/geni). Inoltre, sia l’mRNA del vaccino che le proteine prodotte nelle cellule sono rapidamente eliminati dall’organismo perché, essendo già stata attivata la necessaria risposta immunitaria, non servono più per la protezione dal coronavirus».

«La ricerca in questo campo è ormai in corso da una decina di anni a livello mondiale» aggiunge poi l'UFSP, «e anche altri vaccini a mRNA sono già stati testati nell’ambito di studi».

«Tutti i risultati intermedi sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini sono disponibili sul sito Internet di Infovac», suggerisce l'Ufficio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
Strage di Gruaro, per non dimenticare...
pori_num 11 mesi fa su tio
Giusto 👍🏻
Booble63 11 mesi fa su tio
Strano che non abbiano citato i nano chips ideati per il controllo remoto di ogni individuo da parte di Bill Gates.. francamente mi chiedo se le autorità sanitarie di tutto il mondo avrebbero omologato il vaccino in presenza anche di una sola ipotesi di rischio. Queste storie di modifica di dna e di nano chips sono virali nella rete ma quasi certamente non sono che bufale. Poi, se unici crede può anche non farsi vaccinare.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Cosa ci dirà questa volta Berset?
Il Consiglio federale è pronto a comunicare le nuove misure anti-Covid. Ecco alcune anticipazioni
GINEVRA
12 ore
Omicron nel campus, duemila in quarantena
Due contagi nella Scuola internazionale di Ginevra hanno fatto scattare massicce misure di contenimento
SVIZZERA
12 ore
«Introdurre una tassa per i non vaccinati»
Lo ha proposto Sanija Ameti, co-presidente del movimento Operation Libero
GRIGIONI
14 ore
In vacanza in hotel, ma solo se vaccinati o guariti
Al Kulm di St.Moritz la stagione turistica invernale inizia con una stretta sulle misure sanitarie
SVIZZERA
15 ore
«Presto potremmo dover decidere chi curare e chi no»
Il personale di cura lancia l'ennesimo allarme: le risorse sono scarse e i pazienti continuano ad aumentare.
SVIZZERA
16 ore
Un nuovo record di pacchi per la Posta
Sono 7,4 milioni quelli recapitati tra il 22 e il 30 novembre 2021. Centomila in più rispetto alla Cyber Week del 2020
SVIZZERA
17 ore
Decessi legati al Covid-19 quasi raddoppiati in una settimana
Il tasso di positività per 100mila abitanti è passato da 437,6 a 590,6: ben oltre il doppio del Ticino (269,2).
SVIZZERA
18 ore
Quarto caso di Omicron in Svizzera
La persona contagiata è rientrata nove giorni fa dal Sudafrica.
ZURIGO
19 ore
Pacchetti nel mirino dei ladri
I malviventi sono entrati in azione oggi in un quartiere di Opfikon
SVIZZERA
19 ore
Si torna sotto i 10mila contagi
I pazienti Covid occupano ora il 26,9% dei posti letto di terapia intensiva.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile