Keystone
La villa appartenuta al dittatore congolese Mobutu.
VAUD
05.12.20 - 12:150

Venduta la villa dell'ex dittatore

La tenuta di Savigny, appartenuta a Mobutu Sese Seko, era stata acquistata all'asta da UBS nel 2016.

La banca ora conferma la cessione dell'immobile a una società anonima: «Venduta a un prezzo soddisfacente».

LOSANNA - È la fine di una lunga saga nel canton Vaud: la villa e la tenuta di Savigny, appartenute all'ex dittatore congolese Mobutu Sese Seko, sono state vendute a una società anonima. L'immobile era stato acquistato all'asta nel 2016 da UBS per 6 milioni di franchi.

«UBS ha venduto l'immobile a una società anonima a un prezzo soddisfacente», ha detto oggi a Keystone-ATS il portavoce della banca, Jean-Raphaël Fontannaz, confermando una notizia del giornale 24 heures. La transazione risale «a qualche tempo fa», ha aggiunto il portavoce, senza rivelare il suo ammontare.

L'identità del nuovo proprietario del "Domaine des Miguettes" - un imponente palazzo appartenuto all'ex dittatore africano - rimane un mistero. Il quotidiano 24 heures ha contattato in proposito l'imprenditore ginevrino Ronald Zacharias, il quale ha dichiarato: «Come professionista del settore immobiliare sono responsabile dei lavori per conto della società i cui azionisti desiderano mantenere l'anonimato».

Zacharias ha inoltre indicato al foglio romando che "il prezzo di acquisto è più vicino a quello pagato da UBS rispetto a quello stimato a suo tempo dall'Ufficio esecuzioni e fallimenti". Il valore di stima della tenuta era di 18 milioni di franchi, mentre UBS l'ha acquistata all'asta per 6'054'000 franchi.

Secondo l'imprenditore ginevrino, dopo i lavori di ristrutturazione in corso, l'immobile potrebbe essere venduto o affittato. La tenuta comprende circa 700 metri quadrati (m2) di superficie abitabile e circa 60'000 m2 di giardini e boschi.

Situata in posizione panoramica alla periferia di Losanna, la proprietà era stata acquistata nel 2001 da una coppia per la somma di 3,1 milioni di franchi. I vecchi proprietari avevano investito diversi milioni di franchi nella ristrutturazione.

In precedenza era appartenuta all'ex presidente congolese, morto nel settembre 1997 in Marocco per un cancro alla prostata. Mobutu aveva preso il potere nel 1965 grazie a un colpo di Stato ed ha governato l'ex Zaire, oggi Repubblica democratica del Congo (RDC), per più di 30 anni.

La villa di Savigny era stata sequestrata alcuni mesi prima della morte di Mobutu sulla base di una richiesta di assistenza giudiziaria del suo paese. Successivamente, i mobili e le auto della villa sono stati venduti.

La Svizzera ha inoltre bloccato 8,3 milioni di franchi appartenuti a Mobutu. Ma visto che la RDC non è stata in grado di condurre un procedimento giudiziario in conformità con lo Stato di diritto, il denaro è stato restituito, alla fine del periodo di blocco, agli eredi del dittatore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ITALIA / SVIZZERA
17 min
Un ex manager di UBS per Unicredit?
Il nome di Andrea Orcel ha fatto salire le quotazioni del titolo alla borsa di Milano
SVIZZERA
1 ora
Col telelavoro, la mobilità è crollata
La costante diminuzione degli spostamenti è stata registrata a partire dallo scorso ottobre
GINEVRA 
2 ore
Oms: finita la quarantena gli esperti inizieranno i lavori a Wuhan
«Tra poco cambieremo scenario... se tutto va bene», ha scritto su Twitter una scienziata della squadra.
SVIZZERA
3 ore
Picnic su treni e bus, si valutano regole (e multe)
L'UFSP è in contatto con FFS e AutoPostale per trovare soluzioni a una questione che suscita malumori.
SVIZZERA
3 ore
«È inevitabile: il virus mutato sarà presto quello principale»
Così Martin Ackermann, che ha parlato nell'ambito del consueto punto informativo sulla pandemia
SVIZZERA
3 ore
Meno di 2'000 contagi in 24 ore: sono 1'884
Era da inizio ottobre (weekend e festivi esclusi) che non si registravano così pochi casi in un giorno.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
In Svizzera quasi 200'000 persone vaccinate
Nel nostro cantone le dosi sono state sinora somministrate a 11'815 persone
SVIZZERA
7 ore
Il turismo contro il divieto: «Sarebbe dannoso»
L'industria svizzera del turismo è preoccupata di un'eventuale approvazione dell'iniziativa il prossimo 7 marzo.
SVIZZERA
7 ore
L'approccio di Raiffeisen sugli interessi negativi sta cambiando
Sì a chi vuole depositare in tempi brevi grandi quantità di denaro, no ai clienti di lungo corso
SVIZZERA
7 ore
UBS, Hamers è convinto: l'indagine nei Paesi Bassi «finirà bene»
«Ho sempre agito in buona fede» ha dichiarato il presidente della direzione del colosso bancario
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile