Immobili
Veicoli
Keystone
GRIGIONI
06.12.20 - 08:050
Aggiornamento : 12:00

Kanye West nei Grigioni, nonostante i divieti

Il rapper ha trascorso tre giorni in Svizzera nonostante il divieto d'entrata per soggiorni brevi valido per gli USA.

La SEM: «L'entrata nel nostro Paese è consentita solo per situazioni d'emergenza o per appuntamenti di lavoro urgenti e non rinviabili. La decisione spetta comunque all'autorità di controllo doganale».

Fonte 20 Minuten / Daniela Gigor
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

COIRA - Lo scorso weekend il famoso rapper Kanye West è volato in Svizzera per incontrare il rinomato architetto grigionese Valerio Olgiati. Il motivo - come svelato dallo stesso Olgiati al Bünder Tagblatt - è una possibile collaborazione tra i due. 

«Ho scoperto che è un fan del mio lavoro e vorrebbe costruire in giro per il mondo con me», ha raccontato l'architetto negli scorsi giorni. Tra le intenzioni di West ci sarebbero quella di costruire una casa privata in Wyoming e una «piccola città» nei pressi di Atlanta.

La visita di Kanye West nei Grigioni - dove in tre giorni ha visitato sei edifici costruiti dall'Archistar elvetico - ha però fatto storcere il naso a diverse persone. Il motivo? Il rapper e il suo entourage non avrebbero rispettato il divieto d'ingresso per soggiorni di breve durata nei confronti di paesi terzi. Un divieto - precisa il Blick - valido naturalmente anche per gli Stati Uniti.

Per giustificare l'entrata nel nostro Paese avrebbe infatti dovuto sussistere «una situazione d'emergenza come il decesso di un familiare», spiega a 20 Minuten il portavoce della Segreteria di Stato della Migrazione (SEM) Reto Kormann. «Eccezioni - precisa senza conoscere il caso specifico - possono essere concesse per appuntamenti di lavoro urgenti e non rinviabili». Queste includono negoziazioni e firma di contratti. 

L'autorità di controllo doganale ha però sempre l'ultima parola. «Spettava a loro decidere se West avesse il diritto di entrare in Svizzera attraverso una frontiera esterna di Schengen, ovvero l'aeroporto. E toccava sempre a loro controllare se le condizioni d'ingresso fossero rispettate».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SCIAFFUSA
41 min
Finisce nell'altra corsia, il frontale gli è fatale
Un 77enne è deceduto ieri tra Sciaffusa e Bargen
BERNA 
57 min
«Il ruolo delle aziende per la salute è sottovalutato
È quanto rileva un'analisi del "think tank" liberale Avenir Suisse
SONDAGGIO TAMEDIA
1 ora
Dagli esperimenti sugli animali al tabacco: come voterete il 13 febbraio?
A breve ci esprimeremo su quattro temi federali. Partecipate al sondaggio di 20 minuti e Tamedia
SVIZZERA
8 ore
Migliaia di certificati Covid non saranno più validi
La validità dell'attestazione sarà ridotta a 270 giorni. La misura toccherà chi si è vaccinato prima del 6 maggio 2021
ARGOVIA
10 ore
Cadavere nella grotta, i genitori dell'omicida: «Resta sempre nostro figlio»
Il 22enne, che rischia oltre 16 anni di carcere, sta già scontando anticipatamente la pena.
VAUD
12 ore
«Fosse stato bianco sarebbe ancora vivo»
Circa sei mesi fa un uomo è stato ucciso da un poliziotto a Morges
SVIZZERA
12 ore
La gestione del lupo è efficace
Secondo uno studio, l'abbattimento di singoli esemplari ha permesso di ridurre le uccisioni di bestiame
SVIZZERA
13 ore
Una falla di sicurezza nel portale clienti di AutoPostale
Tra maggio 2021 e gennaio 2022 oltre 1'700 dati non erano protetti. Ora il problema è stato risolto
SVIZZERA
15 ore
Nel 2021 la terra ha tremato oltre mille volte
Tre sismi su suolo elvetico hanno avuto una magnitudo pari o superiore a 4.0: «Un numero più alto del solito».
SVIZZERA
16 ore
Lavoro ridotto, Berna proroga le misure fino a marzo
Il Consiglio federale ha adeguato l'ordinanza Covid-19 a sostegno delle imprese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile