Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
04.12.20 - 12:390
Aggiornamento : 18:03

Tre regioni italiane saranno zone rosse

Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»

Oltre ad alcune regioni degli Stati limitrofi, in tutto saranno 15 i Paesi soggetti all'obbligo di quarantena. Fra questi, Stati Uniti, Portogallo e Croazia

BERNA - La Svizzera ha nuovamente ampliato la sua lista di Stati e regioni a rischio. Da metà dicembre, le persone provenienti da 15 paesi dovranno rimanere in quarantena quando entreranno in Svizzera, ha annunciato oggi l'UFSP.

Dell'elenco fanno parte anche alcune regioni dei paesi limitrofi: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Veneto (Italia), nonché Carinzia e Stiria (Austria). Per i viaggiatori provenienti dall'Alta Austria e dalla regione di Salisburgo esisteva già un obbligo di quarantena.

L'Ufficio federale della sanità pubblica ha inoltre aggiunto Stati Uniti, Portogallo, Polonia, Ungheria, Georgia, nonché i paesi balcanici Serbia, Croazia, Slovenia e Macedonia del Nord e Giordania in Medio Oriente. Finora, oltre alle due regioni austriache già menzionate, solo Lussemburgo, Montenegro, Andorra e Polinesia francese erano soggette all'obbligo di quarantena.

Non figurerà invece più la Cechia. Anche le regioni di confine con la Svizzera possono essere escluse dall'elenco nonostante la loro incidenza soddisfi i criteri di inclusione, poiché esiste uno stretto scambio economico, sociale e culturale.

Il nuovo elenco entrerà in vigore il 14 dicembre a mezzanotte. L'UFSP ricorda che un risultato negativo del test non esenta dall'obbligo di quarantena e non ne riduce la durata. Ci sono invece deroghe per chi è in viaggio d'affari per un motivo importante improrogabile, per motivi medici e per i passeggeri in transito che hanno soggiornato in una zona a rischio elevato di contagio per meno di 24 ore.

«La Svizzera non riconosce unità nazionale Italia» - «Davanti ad uno Stato che si sceglie le comunità di un'altra nazione da mettere in quarantena, io, se fossi l'Italia chiederei con quale criterio è stata fatta questa scelta, decidendo, tra l'altro, quali Regioni sì e quali no, e implicitamente affermando di non riconoscere più un'unità nazionale. Lo dice, uno che vuole l' autonomia». Così il presidente del Veneto, Luca Zaia (Lega), sull'indicazione della Confederazione di prevedere la quarantena per quanti entrano nel suo territorio da alcune regioni italiane, tra cui il Veneto.

«Mi sembra che la Svizzera non abbia più posti nelle terapie intensive. Se fossi il ministro degli esteri, su una vicenda così interverrei», osserva Zaia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
33 min
Persone LGBTQI mobbizzate sul lavoro: «Un problema anche qui»
La questione è poco esplorata in Svizzera. Roman Heggli di Pink Cross: «Servono linee guida precise per le aziende»
SVIZZERA
1 ora
Il numero dei trapianti è tornato a quello pre-pandemia
Malgrado lo stress Covid il numero di donatori è aumentato, ma per chi aspetta un organo la situazione resta tesa
SVIZZERA
3 ore
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
ZURIGO
10 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
SVIZZERA
10 ore
Gli aiuti per Skyguide potrebbero non bastare
Le perdite legate al crollo del traffico aereo sono stimate in 280 milioni di franchi per il 2020 e il 2021
BERNA
12 ore
Quello studio medico corona-scettico che non fa vaccinazioni
I responsabili della struttura di Langenthal non credono né all'efficacia, né alla sicurezza dei preparati disponibili.
BERNA
16 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
16 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
16 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
17 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile