Keystone - foto d'archivio (2018)
SVIZZERA
02.12.20 - 15:020

Il Dakota precipitato nel 1946 riapparirà presto

I ricercatori sono andati alla ricerca degli strati di ghiaccio che presentano residui di radioattività

ZURIGO - Dovrebbe ricomparire dal ghiaccio già nei prossimi anni la carlinga dell'aereo militare statunitense "Dakota", precipitato nel novembre 1946 sul ghiacciaio del Gauli, nelle Alpi bernesi. Lo afferma un team di ricercatori dell'ETH e dell'Università Zurigo

Il pilota e gli undici occupanti del velivolo, un Douglas DC-3 nella versione militare, sopravvissero e furono portati in salvo a distanza di sei giorni dal brusco atterraggio. La notizia fece il giro del mondo: si trattò infatti del primo salvataggio aereo in alta montagna.

L'aereo, rimasto quasi intatto, fu invece abbandonato, scomparendo nel ghiacciaio. Solo alcuni pezzi del relitto sono riapparsi in superficie qualche anno fa (vedi foto).

Per arrivare alla loro conclusione, i ricercatori del Politecnico e dell'Università di Zurigo sono andati alla ricerca degli strati di ghiaccio che presentano residui di radioattività causati dai test nucleari effettuati dagli Usa e dall'Unione sovietica negli Anni '50 e '60.

In collaborazione con l'esercito, sono stati prelevati in 200 punti campioni di ghiaccio che sono stati in seguito analizzati dal laboratorio di Spiez (BE).

I risultati della seconda campagna di trivellazione, effettuata nell'estate del 2019, mostrano in modo chiaro «due picchi principali di contaminazione con elementi radioattivi del 1957 e del 1962, prima che la contaminazione si interrompa bruscamente dopo il 1963», afferma il responsabile della ricerca Guillaume Jouve.

I dati hanno permesso di perfezionare il modello di flusso delle masse all'interno del ghiacciaio del Gauli, che in base ai risultati pubblicati sulla rivista "The Cryosphere" si muovono verso il basso più velocemente di quanto si pensasse.

TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
1 ora
Operazione di polizia per una lite in un appartamento
È successo stasera a Emmenbrücke. Nell'alloggio è stata trovata un'arma (non usata). Due i feriti.
ZURIGO
2 ore
Se ti registri ora, riceverai la vaccinazione più velocemente
In molti cantoni ci si può già prenotare per il vaccino, indipendentemente dall'età
SVIZZERA
4 ore
Tutto pronto per l'ultimo atto della Questione giurassiana
A Moutier si andrà al voto il prossimo 28 marzo. La consigliera federale Keller-Sutter ha verificato il dispositivo
SVIZZERA
5 ore
Un ristorante su cinque ha già dovuto gettare la spugna
È un quadro «drammatico» quello tracciato da Gastrosuisse per il settore della ristorazione
SVIZZERA
5 ore
«Domani valuteremo nuovamente la situazione»
Alain Berset ha incontrato oggi i rappresentanti cantonali della sanità per fare il punto sulla pandemia in Svizzera.
BASILEA CITTA'
8 ore
Novartis collabora alla produzione di un nuovo vaccino
Il gruppo farmaceutico renano prevede di avviare la produzione di principi attivi nei prossimi mesi.
BERNA
9 ore
Dibattito urgente sul coronavirus il 17 marzo
Lo terrà il Consiglio nazionale. Saranno cinque gli interventi parlamentari riguardanti la pandemia in corso.
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera 1'223 contagi e 9 morti in 24 ore
Restano stabili i numeri della pandemia, che sinora ha registrato 561'068 casi accertati
SVIZZERA
11 ore
Antenne 5G nel mirino dei ricattatori
Ignoti hanno incendiato un impianto di Swisscom, chiedendo agli operatori di versare milioni a favore dei bambini
SVIZZERA
11 ore
Massacrarono una donna a martellate: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto i ricorsi inoltrati dagli autori del tentato assassinio avvenuto nel 2016 a Ginevra
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile