Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
01.12.20 - 23:500

«Berset vuole altre limitazioni? Fermatelo, sta esagerando»

L’UFSP prevede di introdurre nuove norme prima del Natale, ma non tutti sono d’accordo

Thomas Aeschi (UDC): «Manca solo che il consigliere federale mi dica con chi devo dividere il letto».

Fonte 20 Minuten / Daniel Waldmeier
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

Venerdì il Consiglio federale potrebbe decidere nuove norme anti-Covid per la Svizzera. I contagi stanno calando, ma in modo «lento», come spiegato oggi dalla responsabile della sezione malattie infettive Virginie Masserey. E l'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) guarda con preoccupazione all'avvicinarsi delle feste. 

La bozza preliminare delle possibili nuove misure decise da Berna è uscita dagli uffici e alcune anticipazioni sono trapelate. Si parla, tra le altre cose, di limitazioni nei comprensori sciistici, canto amatoriale proibito al di fuori dei nuclei familiari e homeworking decisamente più che consigliato. Ma anche di incontri privati, comprese le cene, con membri di al massimo due nuclei familiari. 

E proprio le limitazioni alla vita privata hanno fatto infuriare alcuni. Il capo del gruppo parlamentare democentrista Thomas Aeschi su Twitter scrive: «Berset sta decisamente andando oltre. Chi lo ferma?». E, parlando con 20 Minuten, descrive alcune misure come «assurde». In particolare, il divieto ai genitori di riunirsi con i figli che appartengono a nuclei familiari diversi. «Manca solo che Berset mi dica con chi devo dividere il letto», ha aggiunto.

Dal canto suo, invece, la consigliera nazionale Yvonne Feri (PS) non condivide tanta indignazione. «È vero, non è sempre facile rispettare le misure anti-coronavirus. Ma bisogna lasciare che il Consiglio federale e la task force facciano il loro lavoro. Se pensano che serva introdurre nuove norme per proteggere la salute della popolazione, bisogna accettarle».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA/SPAGNA
10 min
L'eruzione, l'evacuazione e la casa travolta. Una zurighese a La Palma
Trasferitasi da Zurigo a La Palma, una 38enne ha vissuto in prima persona la perdita della casa dei sogni
SVIZZERA
12 ore
Code a mai finire e trasporti al collasso, la Confederazione è preoccupata
Per Michael Töngi, consigliere nazionale dei Verdi, la soluzione è il mobility pricing, anche in favore
SAN GALLO
13 ore
Cervelat con un chiodo: «I bambini potevano farsi male»
Un'esca crudele per animali è stata trovata in un parco giochi. La polizia: «Non è la prima volta»
BERNA
17 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
18 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
19 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
22 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
1 gior
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
1 gior
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile