Keystone
SVIZZERA
27.11.20 - 11:220

Tutti in montagna per sfuggire al virus, è boom di interventi del soccorso alpino

Lo confermano i dati del Club Alpino Svizzero che ha pubblicato i dati dei primi nove mesi del 2021

BERNA - La montagna è stata spesso presa d'assalto in quest'anno segnato dal coronavirus: oltre all'aumento di escursionisti, appassionati e sportivi d'alta quota si è registrato anche un incremento dei soccorsi nei primi nove mesi del 2020.

Tra gennaio e settembre ci sono stati 2'893 interventi, contro i 2'490 registrati nello stesso periodo dello scorso anno, indica in una nota odierna il Club Alpino svizzero (CAS) facendo il punto della situazione. I decessi - 136 nel 2019 e 134 quest'anno - sono invece rimasti stabili.

«Nei primi nove mesi dell'anno, il numero di appassionati di sport di montagna soccorsi è stato quasi uguale a quello dell'intero anno precedente», sottolinea il CAS. Secondo l'associazione, si è assistito a un calo degli incidenti negli sport da neve, mentre l'aumento ha riguardato in particolare escursionismo (+40%), mountain bike (+61%) e vie ferrate (+138%). Il Club Alpino Svizzero ricorda di prepararsi a dovere e di non sopravvalutare le proprie capacità.

Per quanto riguarda lo sci-escursionismo, sembrano aver fatto effetto le raccomandazioni formulate la scorsa primavera dalle autorità. Durante il lockdown era stato detto chiaramente di evitare situazioni pericolose che avrebbero potuto portare a incidenti gravi e dunque a interventi negli ospedali già sotto pressione a causa dei pazienti Covid.

Da maggio, invece, con l'allentamento delle misure e l'arrivo della bella stagione, gli appassionati della montagna si sono riversati in alta quota con un conseguente aumento degli incidenti e dei soccorsi.

Anche a causa delle restrizioni internazionali, la proporzione di alpinisti svizzeri soccorsi è stata più elevata: un aumento di ben dieci punti percentuali che ha portato a una quota del 73%, rende noto il CAS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Trasferire chi non si vaccina: l'idea che non piace ai sindacati
Non vuoi il vaccino? Vieni riassegnato ad altre mansioni. L'USS non ci sta: sarebbe come un obbligo indiretto
SVIZZERA
11 ore
«Questo è un obbligo di vaccinazione nascosto»
Quando almeno il 40-50% della popolazione sarà immunizzato, potrebbero scattare dei privilegi
FOTOGALLERY E SONDAGGIO
ZURIGO
13 ore
Gli svizzeri vogliono lavorare per queste aziende
Dopo la pandemia, una posto sicuro è diventato più importante dell'equilibrio tra vita privata e lavorativa.
SVIZZERA
15 ore
Passaporto vaccinale: «Nessuno potrà proibirvi di prendere l'autobus»
Delegato al Consiglio d'Europa, il parlamentare neocastellano Damien Cottier fornisce una visione d'insieme sul tema.
SVIZZERA
16 ore
L'Openair Frauenfeld non ci sarà, rimandato al 2022
Gli organizzatori: «Abbiamo sperato, lottato, pianificato e aspettato il più al lungo possibile».
SVIZZERA
18 ore
Tra gli effetti collaterali c'è l'herpes zoster
Ne sono stati notificati 61 casi sui 1'485 segnalati a Swissmedic (età media di 72 anni)
SVIZZERA
18 ore
«Non falsificabile e riconosciuto a livello internazionale»
Secondo l'UFSP il nuovo certificato Covid-19 che verrà sviluppato entro l'estate dovrà avere questi due crismi.
NEUCHÂTEL
18 ore
Una 34enne uccisa a coltellate, arrestato il marito
Il fatto di sangue è successo questa mattina a Peseux. La donna è deceduta in ospedale
LUCERNA
18 ore
Il 19enne morto faceva parte delle categorie a rischio
A riferirlo è il Dipartimento sanità e socialità cantonale che conferma il decesso verificatosi in marzo.
SVIZZERA
19 ore
Arrivano i vaccini Moderna, finalmente
La Confederazione ha ricevuto - con una settimana di ritardo - oltre 280mila dosi dal produttore
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile