keystone
Darius Rochebin alla Rts
GINEVRA
16.11.20 - 16:110

Molestie alla Rts, tre inchieste esterne

L'emittente romanda ha richiesto l'intervento di periti per indagare sulle accuse all'ex presentatore Rochebin

GINEVRA - Saranno tre inchieste esterne a far luce sulle rivelazioni di presunte molestie sessuali e abusi alla radiotelevisione romanda RTS, di cui la stampa ha parlato nei giorni scorsi dopo la pubblicazione di un'inchiesta dettagliata da parte del quotidiano Le Temps.

Le indagini relative alle accuse di comportamenti inappropriati nei tre casi recentemente resi pubblici sono state affidate allo studio legale ginevrino "Troillet Meier Raetzo", specializzato nel diritto del lavoro, indica la SSR in una nota odierna.

Gli esperti indipendenti Muriel Epard e Stanislas Zuin condurranno dal canto loro l'inchiesta esterna volta ad accertare se i superiori e i servizi competenti abbiano onorato le proprie responsabilità nei casi in questione, prosegue il comunicato.

La Revisione interna SSR, avvalendosi di una collaborazione esterna, sta inoltre procedendo all'analisi degli strumenti disponibili a livello aziendale per la tutela dell'integrità personale delle collaboratrici e dei collaboratori. I risultati sono attesi per la fine di febbraio 2021.

Jean-Michel Cina, presidente del consiglio di amministrazione della SSR, citato nella nota afferma: «L'intero cda è a favore di un'inchiesta approfondita e indipendente sui casi segnalati alla RTS nonché sulle responsabilità e sull'adeguatezza degli strumenti per la tutela dell'integrità personale attualmente disponibili alla SSR. Lo dobbiamo alle persone coinvolte».

Sabato 31 ottobre il quotidiano Le Temps ha pubblicato una lunga inchiesta che fa stato di molestie sessuali, gesti inappropriati e abusi di potere all'interno della Radiotelevisione romanda. Coinvolti sarebbero due quadri e l'ex presentatore star del telegiornale serale, Darius Rochebin.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
1 ora
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
3 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
3 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
4 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
4 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
5 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
6 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
GLARONA
8 ore
Omicidio di Netstal, il 27enne ha confessato
L'uomo si era consegnato alla polizia già ieri. Avrebbe ucciso una 30enne sparandole in un parcheggio.
BERNA
9 ore
Drammatico incendio a Leuzigen, morti due bambini
È successo nella notte. Le fiamme sono divampate in un'abitazione. Altre quattro persone sono riuscite a salvarsi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile