Deposit (immagine illustrativa)
SVIZZERA
13.11.20 - 10:570

Le donne incinte «vanno sostenute» in caso di complicazioni

Secondo la commissione della sanità degli Stati, non dovrebbero pagare né la franchigia, né l'aliquota percentuale.

BERNA - Le donne incinte che hanno avuto complicazioni nei primi tre mesi della gravidanza non dovrebbero essere tenute a pagare né la franchigia né l'aliquota percentuale. La commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati approva tre interventi parlamentari in tal senso.

Oggi, le donne che hanno subito un aborto spontaneo o avuto complicazioni durante le prime dodici settimane di gravidanza devono partecipare ai costi, ricorda una nota diffusa dai servizi del Parlamento. Ciò non è il caso per le prestazioni fornite a partire dalla tredicesima settimana di gravidanza. Per la commissione si pone il problema della parità di trattamento.

Il Canton Ginevra chiede in un'iniziativa di cambiare le cose, rilevando come una gravidanza su cinque venga interrotta indipendentemente dalla volontà della donna: questo evento è sconvolgente e non è accettabile aggiungerne altri con l'addebito delle spese mediche.

La commissione lo sostiene, con 9 voti a 2 contrari, e appoggia all'unanimità anche altre due mozioni relative alla parità di trattamento delle gestanti. La prima, presentata da Irene Kälin (Verdi/AG), propone prestazioni gratuite a partire dalla prima settimana di gravidanza. La seconda, di Jean-Luc Addor (UDC/VS), chiede che l'assicurazione obbligatoria copra l'intero costo delle prestazioni legate alla gravidanza.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
48 min
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
4 ore
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
6 ore
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
7 ore
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
NEUCHÂTEL
10 ore
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
11 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
14 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
22 ore
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
1 gior
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
VALLESE
1 gior
Il ticket per famiglie che non vale per le famiglie arcobaleno
L'esperienza di due papà dai Paesi Bassi agli impianti di risalita dell'Aletsch Arena, in Vallese
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile