keystone
VALLESE
01.11.20 - 17:420

Pazienti allontanati dagli ospedali, di nuovo

I primi casi in Vallese e a Soletta. Anche nel Giura la capienza è al limite. Gli esperti sono preoccupati

E sulle case anziani: «C'è il rischio che le residenze decidano di non trasferire alcuni pazienti in ospedale, anche per proteggere il sistema»

SION - Gli ospedali iniziano ad essere pieni, in alcuni cantoni. A Soletta i posti in terapia intensiva si stanno esaurendo: già venerdì erano solo 15, a fronte di 17 pazienti che ne avrebbero avuto bisogno. Anche nel Giura le strutture sono sovraccariche, e alcuni pazienti sono stati trasferiti a Basilea. 

La notizia più triste arriva dal Vallese, dove sono stati allontanati i primi pazienti. Un ultraottantenne ricoverato all'ospedale di Sion con gravi sintomi di Covid ha dovuto interrompere il trattamento. «Normalmente avremmo trasferito questa persona in terapia intensiva, in modo che avesse una minima possibilità di sopravvivenza» ha dichiarato alla Nzz am Sonntag Bienvenido Sanchez, vice-capo del reparto terapia intensiva. «Nella situazione attuale, però, preferisco tenere liberi gli ultimi letti per i casi in cui c'è più speranza».

In realtà il problema non sono tanto i "letti" in sé. All'ospedale di Sion ce ne sono ancora quattro liberi. Ma manca il personale. Le linee guida per il triage parlano chiaro: quando le risorse scarseggiano gli over 85 non vanno più ammessi. E nemmeno i pazienti over 75 che soffrono di cirrosi epatica, insufficienza renale o cardiaca. «Nessuno vuole dover prendere decisioni del genere» ha commentato alla SonntagsZeitung la professoressa Tanja Krones, responsabile dell'etica clinica presso l'Ospedale universitario di Zurigo. 

L'altra metà del problema riguarda le case anziani. «C'è il rischio che le residenze decidano di non trasferire alcuni pazienti in ospedale, anche per proteggere il sistema» avverte Krones. Una sorta di triage "silenzioso" che, secondo l'esperta, andrebbe evitato a tutti i costi. Alcuni pazienti potrebbero decidere di rinunciare alla terapia intensiva (il cosiddetto auto-triage) e gli ospedali stessi potrebbero decidere di trasferire dei malati alle case anziani. Scene già viste in primavera, e che nessuno vorrebbe rivedere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
44 min
Vaccinazione: 10 milioni di dosi, 7'571 casi con effetti collaterali
Swissmedic ribadisce che le notifiche sinora analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei preparati
SVIZZERA
45 min
Test Covid: esito negativo per molti
Chi chiedeva tamponi gratuiti per tutti è rimasto deluso, ma anche chi li voleva a pagamento non è soddisfatto.
SVIZZERA
2 ore
Paesi a rischio, anche Albania e Serbia sulla lista nera
Dentro anche Armenia, Azerbaigian, Brunei e Giappone. Fuori invece l'Uruguay.
SVIZZERA
2 ore
Test gratuiti solo per chi attende la seconda dose
Questa è la proposta emersa dall'odierna seduta di Consiglio federale che verrà ora messa in consultazione.
SVIZZERA
3 ore
Coronavirus in Svizzera: altri 1'502 contagi e quindici decessi in ventiquattro ore
Per 59 persone si è reso necessario un ricovero. Nelle cure intense il 23,9% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
3 ore
Lotteria pro vaccino, 33enne premiata con diecimila franchi
Olivia, una 33enne zurighese, si è portata a casa una vincita di 10mila franchi.
SVIZZERA / CANTONE
4 ore
Donne incinte assalite dai dubbi: «Vaccino sì o no?»
Berna consiglia il vaccino a tutte le donne in dolce attesa a partire dalla dodicesima settimana di gravidanza.
ZURIGO
5 ore
Violento frontale, in gravi condizioni entrambi i conducenti
Per motivi ancora da chiarire, il giovane ha invaso la corsia opposta.
FOTO
BERNA
6 ore
Ad Aegerten è spuntata un'anfora di duemila anni
La scoperta risale alla scorsa primavera. Il contenitore era impiegato per il trasporto di olio d'oliva
ZURIGO
6 ore
Certificato Covid, qui anche per tagliarsi i capelli
«Lavoriamo talmente vicino al cliente che un'eccezione non ha senso», così il gerente del salone, Pedro Sanchez.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile