keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
SVIZZERA
01.11.20 - 08:280
Aggiornamento : 09:59

«Non so se riusciremo a salvare Natale»

Parola di Alain Berset, in un'intervista a Le Matin Dimanche: «Non ci siamo arresi all'economia trascurando la salute»

BERNA - Il ministro della sanità Alain Berset si rifiuta di fare pronostici sulla durata della crisi legata al Coronavirus e invita tutti a fare la propria parte. Respinge inoltre la critica di essersi arreso all'economia e di aver trascurato la salute.

«Non so se possiamo salvare il Natale», ha ammesso il consigliere federale in un'intervista a Le Matin Dimanche. «Dobbiamo vivere con questa incertezza», ha aggiunto. Il friburghese si rifiuta anche di fare pronostici: «tutti quelli che l'hanno fatto si sono sbagliati», sostiene.

Alla domanda sul perché la Svizzera non abbia fatto ricorso al confinamento, il socialista ha spiegato che senza il sostegno della popolazione le misure sono sarebbero inutili: «Cerchiamo quindi di non vietare tutto, ma di fare appello alla responsabilità delle persone». Tutti conoscono le misure di protezione, ma funzioneranno solo «se tutti stanno al gioco», osserva il ministro.

Berset comprende le critiche che gli sono state mosse sul fatto di essersi piegato all'economia e aver trascurato la salute della popolazione, ma a suo avviso sono infondate.

«Se c'è una cosa che questa crisi ci ha insegnato, è che la salute e l'economia non possono essere messe l'una contro l'altra», dice. Il criterio essenziale per decidere l'introduzione di ulteriori misure è l'onere che pesa sugli ospedali. «Non possiamo permetterci di far crollare il sistema sanitario», insiste.

Berset ha inoltre ribadito la convinzione che poter gestire la crisi in modo differenziato a livello regionale è «un vero vantaggio».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
1 ora
Maltempo, nuova neve in Svizzera
Svizzera tedesca imbiancata anche in pianura.
SVIZZERA
3 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Berna
15 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
16 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
17 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
19 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
19 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
20 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
21 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile