Keystone
Markus Berger
SVIZZERA
22.10.20 - 15:350

Svizzera sulla lista nera tedesca: «Altra sberla al turismo»

Svizzera Turismo commenta la decisione della Germania.

Se in questo periodo gli effetti negativi saranno piuttosto limitati, c'è preoccupazione in vesta del periodo natalizio.

BERNA - Il turismo svizzero ha subito oggi un altro colpo pesante quando la Germania ha inserito la Confederazione nella lista dei Paesi a rischio per la sua situazione epidemiologica legata al coronavirus. Finché tale classificazione rimarrà in vigore, immaginarsi l'arrivo di turisti tedeschi sarà difficile.

Prima fase - Svizzera Turismo sta esaminando il contesto in tre fasi, ha dichiarato il portavoce Markus Berger all'agenzia Keystone-ATS. La prima tappa riguarda la stagione autunnale e quei turisti tedeschi che stanno partendo oppure l'avrebbero fatto nelle prossime due settimane. Per questo target la decisione del governo di Berlino è estremamente spiacevole e deplorevole, oltre a rappresentare un duro colpo per il settore.

Seconda fase - La seconda fase copre i prossimi uno o due mesi. Tradizionalmente però tale periodo non è molto importante per il turismo elvetico e anche normalmente gli stranieri che arrivano sono pochi, sottolinea Berger. «Abbiamo avuto fortuna nella sfortuna, visto che ora i viaggi sono generalmente piuttosto rari. Questo ci dà la possibilità che le misure adottate dalla Confederazione facciano effetto» e che la decisione della Germania venga revocata, ha proseguito l'addetto stampa.

Terza fase - La terza tappa coincide con la stagione invernale, che per gli stranieri di solito inizia a Natale. «Per allora speriamo che la situazione si sia normalizzata», afferma Berger. Pertanto, almeno per il momento, l'industria del turismo elvetico sta pianificando una normale attività con ospiti tedeschi, affidandosi ai piani di protezione che già in estate si erano dimostrati validi.

Nel suo elenco ritoccato a rischio-Covid, valido da sabato, la Germania, oltre alla Svizzera, ha inserito oggi pure Liechtenstein, Belgio, Olanda, Polonia, Cechia, diverse regioni di Italia e Austria, così come una della Danimarca. Ciò non implica un divieto di viaggio, bensì, sulla falsariga di quanto accade anche nella Confederazione, l'obbligo per chi entra su suolo tedesco da questi Stati di osservare un periodo di quarantena. Deroghe sono tuttavia previste per i sette Cantoni confinanti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
«Vanno promosse le maschere in tessuto certificate»
È quanto chiede Greenpeace con una petizione indirizzata al Governo federale
GRIGIONI
1 ora
Investe e uccide un lupo in Val Surselva
Il conducente dell'auto ha immediatamente segnalato al guardiacaccia quanto accaduto tra Disentis e Sedrun.
ZURIGO
1 ora
Prima colpisce l'auto con una bottiglia, poi l'agente con un pugno
Il 31enne è stato infine fermato (non senza difficoltà). Ha motivato le sue azioni con l'odio verso la polizia.
SVIZZERA
1 ora
TX Group obiettivo di attacchi hacker
Il gruppo mediatico, che pubblica tra gli altri 20 Minuten, ha respinto l'aggressione.
SVIZZERA
1 ora
EasyRide conquista il trasporto locale
In un anno la funzione di ticketing automatico è stata utilizzata per circa 4,5 milioni di viaggi
SVIZZERA
2 ore
Più donne ai vertici di aziende e istituti parastatali
Il Consiglio federale ha deciso di portare la quota di rappresentanza di entrambi i sessi dal 30 al 40%.
SVIZZERA
3 ore
Il vaccino suscita ottimismo tra gli analisti
Le prospettive riguardanti congiuntura e Borsa sono favorevoli, meno quelle sull'impiego
SVIZZERA
3 ore
Coronavirus in Svizzera: altri 4'876 casi e 100 decessi
Nelle ultime ventiquattro ore è risultato positivo il 16% dei test Covid-19
VAUD
4 ore
Il monossido di carbonio uccide due persone
Tragico incidente sul lavoro a Goillon: le vittime sono due dipendenti del Servizio della sicurezza civile e militare.
SVIZZERA
4 ore
Nestlé cede importanti attività in Cina
Venduto un marchio noto per prodotti a base di riso e per il latte di arachidi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile