Keystone
SVIZZERA
24.09.20 - 11:280

Il personale di volo vuole i test: «La quarantena ci danneggia»

Le associazioni di categoria chiedono di rivedere le norme, altrimenti si rischiano numerosi licenziamenti.

L'incertezza causata dalla costante rivalutazione delle zone a rischio ha fatto crollare il mercato del trasporto aereo.

BERNA - Le associazioni del personale del trasporto aereo in Svizzera chiedono un sistema di test Covid-19 adeguato, in linea con quello degli Stati europei. L'attuale regime di quarantena crea un clima di paura di volare.

Rigide regolamentazioni unilaterali danneggiano il mercato del lavoro svizzero e innescano in modo irresponsabile adeguamenti strutturali. In tal modo si rischia già a breve termine licenziamenti evitabili, hanno criticato oggi in un comunicato congiunto il sindacato VPOD, il sindacato del personale di cabina Kapers, il sindacato del personale dei trasporti SEV e l'associazione del commercio (Kaufmännische Verband).

Quello che la Svizzera non è ancora riuscita a fare, altri Stati dell'Ue sembrano averlo già realizzato: la presentazione dei risultati negativi dei test Covid-19 e dei centri di test negli aeroporti consente di ottenere agevolazioni ed eccezioni alle norme vigenti in materia di quarantena.

Le associazioni del personale chiedono quindi un esame immediato per facilitare l'obbligo di quarantena. In Svizzera non dovrebbero esserci norme più severe che negli altri paesi europei. Test controllati sui viaggiatori che entrano in Svizzera da zone a rischio renderebbero la quarantena almeno in parte obsoleta, darebbero sicurezza di pianificazione ai passeggeri e ai fornitori di servizi e allo stesso tempo frenerebbero la diffusione del virus.

L'attuale crisi del coronavirus - sottolineano nel comunicato - mette l'aviazione di fronte a sfide inimmaginabili. Un fattore decisivo per l'attuale crollo del mercato è l'enorme incertezza di programmazione causata dalla costante rivalutazione delle zone a rischio. In pratica, questa incertezza induce i passeggeri ad astenersi dal visitare famigliari e amici, ma anche da viaggi di lavoro e dalle vacanze, per paura di una quarantena.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Smartphone elvetici sotto attacco
Sono in circolazione molti messaggi spam per far installare sul dispositivo un pericoloso malware
SVIZZERA
7 ore
Moschee e campagne: ecco il piano vaccinale
L'Ufsp punta sulle "nicchie" di resistenza. Ma i Cantoni sono scettici
SVIZZERA
12 ore
La Svizzera si prepara per la crisi energetica
Le autorità stanno contattando le trentamila aziende che consumano più di centomila chilowattora all'anno
ZURIGO
13 ore
Lite con coltello: due feriti e quattro arresti
È successo nelle prime ore di domenica alla stazione ferroviaria di Zurigo Stadelhofen
LUCERNA
14 ore
«Sembra che si vogliano far morire le persone anziane»
Era stata la prima a ricevere il vaccino nel cantone, lunedì è deceduta per un'infezione da Covid-19
VAUD
17 ore
Mortale a Bullet: la vittima è un 16enne
Il ragazzo stava guidando la sua moto con il fratello minore di 14 anni. Aperta un'inchiesta sulla dinamica
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 gior
La Svizzera come l'Irlanda: «Sigarette a quindici euro»
Le associazioni attive nella prevenzione suggeriscono di prendere spunto dall'esempio estero
SVIZZERA
1 gior
Manifestazioni in diverse città svizzere
Proteste contro i provvedimenti anti-Covid. Ma a Berna è sceso in piazza il fronte opposto
SVIZZERA
1 gior
La panne ha messo k.o. soprattutto i certificati esteri
Il guasto si è verificato durante alcuni lavori di manutenzione da parte dei tecnici dell'Ue
SVIZZERA
1 gior
I Verdi liberali puntano al Governo federale
Lo ha affermato il presidente Jürg Grossen nell'ambito dell'odierna assemblea dei delegati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile