Keystone
ZURIGO
07.09.20 - 20:340

Exit: no all'accesso illimitato di farmaci mortali per gli ultraottantenni

Respinta anche la proposta di abolire le liste d'attesa per chi non è membro dell'organizzazione

ZURIGO - L'organizzazione di assistenza al suicidio Exit Deutsche Schweiz, che copre anche il Ticino, non vuole sostenere l'accesso illimitato ai farmaci che provocano la morte per le persone di età superiore agli 80 anni. Lo hanno stabilito i suoi membri questa sera nel corso dell'assemblea generale.

I promotori di questa modifica dello statuto volevano garantire agli ultraottantenni la possibilità «incondizionata» di ricorrere all'eutanasia, indica in una nota odierna l'organizzazione elvetica.

Exit, secondo l'articolo attualmente in vigore, si impegna affinché le persone anziane possano avere un accesso più facile ai medicamenti per un aiuto al suicidio. La proposta andava oltre, poiché riteneva che le persone anziane - soprattutto in questo periodo caratterizzato dal Covid-19 - avrebbero dovuto avere più controllo sulla loro situazione e sul loro diritto all'autodeterminazione.

Secondo la maggioranza dei membri dell'organizzazione, tuttavia, tale accesso «illimitato» sarebbe «irrealistico», poiché ritengono che né la popolazione, né la politica, né i tribunali siano ancora pronti a ciò.

I circa 250 membri presenti all'assemblea hanno anche respinto la proposta di abolire le liste d'attesa per chi desidera ricorrere all'aiuto al suicidio ma non è membro di Exit.

L'organizzazione è stata creata nel 1982 e conta oltre 130'000 membri in Svizzera tedesca e in Ticino.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
4 ore
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
4 ore
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
9 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
10 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
11 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
13 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
14 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
15 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
15 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
16 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile