Keystone (archivio)
SVIZZERA
25.08.20 - 20:230

«Berna si faccia sentire in Bielorussia»

La Commissione di politica estera del Nazionale condanna la repressione messa in atto dal regime di Lukashenko.

Secondo la Commissione il Governo deve esigere che Minsk rispetti i diritti umani e rilasci tutti i prigionieri politici.

MINSK - La situazione in Bielorussia preoccupa la Commissione di politica estera del Nazionale. In una nota diffusa in serata essa chiede al Consiglio federale di esigere che il regime di Alexander Lukashenko rispetti i diritti umani e rilasci immediatamente tutti i prigionieri politici.

La commissione si dice «particolarmente scioccata dalle notizie delle pesanti violazioni dei diritti umani perpetrate contro i membri dell'opposizione e i manifestanti pacifici». Condanna inoltre duramente la repressione messa in atto dal regime.

La Bielorussia è scossa da un'ondata di proteste senza precedenti, scatenata dall'annuncio dei risultati delle elezioni presidenziali del 9 agosto. Alexander Lukashenko si è imposto con l'80% dei voti, un risultato considerato fraudolento.

I bielorussi sono scesi in strada in massa per esprimere il loro malcontento. Domenica erano circa 100'000 nella capitale Minsk. Anche se il numero dei manifestanti non sembra diminuire, il capo dello Stato ha intensificato la repressione.

In una dichiarazione adottata con 16 voti favorevoli, 3 contrari e 1 astensione, la commissione chiede al Consiglio federale di prendere una serie di misure. In primo luogo deve esortare il regime di Alexander Lukashenko a rispettare i diritti umani, inclusi il divieto di tortura, la libertà d'opinione, la libertà di riunione e la libertà di stampa, e a rilasciare immediatamente tutti i prigionieri politici.

La commissione invita inoltre l'esecutivo ad adottare tutte le misure necessarie affinché le sanzioni ad personam dell'UE contro le persone coinvolte nei brogli elettorali e nelle violenze contro i manifestanti pacifici non possano essere aggirate sul territorio svizzero.

Il governo deve poi sostenere l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) nell'invio di una missione d'inchiesta. Il Consiglio federale è infine chiamato a impegnarsi in un dialogo che consenta lo svolgimento di elezioni libere ed eque.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 3 mesi fa su tio
Ma chi la “ca@@“ la Svizzera!
streciadalbüter 3 mesi fa su tio
E la neutralita`svizzera dove la mettiamo?Sotto il cuscino?E`ora che ci si interessi piu`dei nostri problemi,che sono tanti,che interessarsi di cosa succede in Bielorussia.Ufelee,fa ul to mestee.
VECCHIOTTO 3 mesi fa su tio
@streciadalbüter Bravo. Niente da aggiungere
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Nel fiume col carrello elevatore: operaio ferito
L'incidente si è verificato ieri a Coira nell'ambito di un cantiere su un ponte pedonale
SOLETTA
10 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
14 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
14 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
14 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
16 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
16 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
16 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
18 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
19 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile