Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
19.08.20 - 17:480

Hockey e calcio sullo stesso piano nei crediti Covid

Per la commissione, i crediti senza interessi non devono superare il 25% dei costi d'esercizio delle società sportive

BERNA - Per quanto riguarda gli interventi della Confederazione volti a mitigare gli effetti negativi a tutti i livelli della pandemia di coronavirus, la Commissione della scienza del Consiglio degli Stati (CSEC-S) auspica un impegno maggiore per la cultura di 100 milioni di franchi, 20 milioni in più di quanto previsto dal Consiglio federale. La CSEC-S ha adottato questa decisione durante l'esame del disegno di legge federale sulle basi legali delle ordinanze del governo volte a far fronte all'epidemia (Legge COVID-19).

Per quanto attiene ai crediti supplementari per la cultura e la situazione degli operatori del settore, la CSEC-S ha deciso di aumentare a 100 milioni l'importo massimo previsto nella normativa per la conclusione di contratti di prestazioni tra l'Ufficio federale della cultura e uno o più Cantoni per sostenere le imprese culturali, indica una nota odierna dei servizi parlamentari.

Sport professionistico - Per quanto riguarda il sostegno federale alle leghe di calcio e di hockey su ghiaccio, la CSEC-S ha stabilito che tale settore debba essere regolato nella legge sul COVID-19 con un articolo supplementare mantenendo un solo modello di concessione di crediti.

Per la commissione, i crediti senza interessi non devono superare il 25% dei costi d'esercizio delle società sportive per la stagione 2018/2019 ed essere rimborsabili entro 10 anni al massimo. Le garanzie richieste alle società sportive vanno fissate al 25%. Se i prestiti non vengono rimborsati entro tre anni, la CSEC-S crede che la Confederazione debba poter esigere ai club riduzioni salariali fino al 20%. Inoltre, il Consiglio federale deve poter adottare un disciplinamento analogo per altre leghe professionali e semiprofessionali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA 
3 ore
Gli ospedali universitari attivano il dispositivo di gestione delle crisi
Raddoppiato in pochi giorni il numero di infetti.
SVIZZERA
4 ore
«Stiamo volando a vista invece di pianificare le prossime mosse»
L'idea è sapere in anticipo quali restrizioni entreranno in vigore a partire da quale soglia di gravità della situazione
SVIZZERA
7 ore
Test rapidi: risultati affidabili in 15 minuti
Dal 25 settembre Unisanté sta conducendo uno studio sui test rapidi.
VAUD
7 ore
Boom delle vendite grazie al telelavoro, Logitech vola in borsa
Tra luglio e settembre l'impresa ha realizzato ricavi per 1,26 miliardi di dollari
SVIZZERA
8 ore
«I pazienti in terapia intensiva sono in rapido aumento»
Per gli esperti della Confederazione la seconda ondata «è arrivata più velocemente e più forte del previsto».
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Toh, c'è un'auto sul prato di casa!
La vettura era parcheggiata in un quartiere residenziale. Ma si è messa in movimento ed è finita in un giardino
SVIZZERA
9 ore
Troppo alcol in famiglia
Un fanciullo su venti in Svizzera cresce con un genitore alcolista. Lo dice il rapporto Obsan sulle dipendenze
SVIZZERA
10 ore
Legge sul CO2: «Controproducente e costosa»
L'UDC è scesa in campo a sostegno del referendum
SVIZZERA
10 ore
Più di 3'000 casi e altri 53 ricoveri
I tamponi effettuati nel nostro Paese nella giornata di ieri sono 14'224. Il 21,1% ha dato esito positivo.
TURGOVIA
11 ore
Bimbo fermato da uno sconosciuto che tenta di fargli bere qualcosa
L'episodio si è verificato ieri pomeriggio nella località turgoviese di Weinfelden. Il bimbo non ha riportato ferite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile