Immobili
Veicoli
Archivio Depositphotos
SVIZZERA
17.08.20 - 15:230

La Posta e le FFS colpite da un'ondata di phishing mail

Le due aziende mettono in guardia i clienti: «I messaggi vanno cancellati e non bisogna aprire nessun link»

BERNA - La Posta Svizzera e le FFS sono state prese di mira da cybercriminali e migliaia di e-mail false sono state inviate ai loro clienti. I messaggi con il mittente presse@post.ch devono essere cancellate immediatamente e i link non vanno aperti, avverte la Posta precisando che le mail ufficiali vengono spedite dall'indirizzo notifications@post.ch. L'ex regia ha immediatamente pubblicato un avviso sul suo sito e ha segnalato i casi alla Centrale d'annuncio e d'analisi per la sicurezza dell'informazione della Confederazione (Melani).

In linea di massima la Posta non richiede ai propri clienti dati personali come password o numeri di carte di credito per telefono o e-mail. Inoltre non chiede una somma di denaro per la consegna a domicilio di un pacco o di una lettera.

La Posta si dice desolata per questo inconveniente e consiglia ai propri clienti di contattare il Servizio clienti (Centro telefonico 0848.888.888) o di visitare il sito web in caso di chiamate o messaggi sospetti.

Anche le FFS prese di mira - Anche le FFS sono state prese di mira da truffatori. Come riportato sul loro sito web, è stato registrato un aumento di mail con malware e di phishing. Questi hanno lo scopo di ottenere dati personali come il login per il ticket shop o d'infettare il computer o lo smartphone tramite un link o un allegato. I truffatori utilizzano gli indirizzi mail delle FFS che hanno falsificato. L'azienda raccomanda quindi estrema cautela in caso di e-mail sospette con allegati o link.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
42 min
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
2 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
2 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
3 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
3 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
18 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
19 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
21 ore
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
23 ore
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
23 ore
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile