Depositphotos (jonson)
SVIZZERA
07.08.20 - 19:200
Aggiornamento : 21:01

«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS

Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola

BERNA - In questi giorni di canicola il TCS mette in guardia dal rapido aumento della temperatura all'interno delle automobili, che può essere mortale per persone e animali. Sotto il sole cocente si può infatti arrivare velocemente a 50 gradi e, dopo un'ora, fino a 80. 

Rischio spesso sottovalutato - La formazione di calore all'interno dell'auto può essere influenzata dalle oscillazioni della temperatura esterna e dalle mutate condizioni dei raggi solari, spiega il Touring Club Svizzero. «La carrozzeria, il cruscotto e i sedili diventano allora talmente caldi che basta toccarne le superfici per scottarsi. La maggior parte delle persone sottovalutano il fatto che, già dopo pochi minuti sotto il sole cocente, l'elevata temperatura all'interno di un'automobile può diventare estremamente pericolosa per persone e animali. Infatti, rimanere all'interno di un veicolo con temperature a partire dai 40 gradi diventa pericoloso. Vari test effettuati dal TCS hanno dimostrato quali provvedimenti possono veramente contribuire a ridurre la temperatura all'interno di un veicolo e che cosa si può fare per ridurre i rischi per la salute. Oltre a ciò, si devono considerare anche alcuni punti per quanto riguarda la manutenzione della vettura».

I consigli - Ecco quindi una serie di consigli utili. A partire da come evitare che l'abitacolo si surriscaldi: «Vari test del TCS hanno dimostrato che, oltre al fatto di parcheggiare la propria vettura all'ombra, l'impiego di pellicole antisolari può avere un effetto positivo sulle temperature registrate all'interno dell'abitacolo. Così, dopo un'ora di sosta, nelle vetture sprovviste di pellicole di protezione solare si sono misurate sul cruscotto temperature di oltre 77 gradi. La temperatura era invece inferiore ai 40 gradi nelle auto munite di pellicole antisolari. Contrariamente all'opinione diffusa, i test hanno dimostrato che l'influenza del colore della vernice sulla temperatura in auto è veramente minima. È vero che, nei primi 20 minuti, le automobili scure si riscaldano più in fretta di quelle dai colori chiari. Tuttavia, prendendo in considerazione un lasso di tempo più lungo, la temperatura finale si differenzia soltanto di pochi gradi».

È utile lasciare i vetri aperti per minimizzare l'aumento della temperatura? «I vetri leggermente abbassati non hanno l'effetto di raffreddamento desiderato. Durante il test, all'interno del veicolo è stata misurata una differenza di temperatura di appena 2 gradi. I test hanno invece dimostrato che durante gli spostamenti, l'apertura completa dei vetri contribuisce in poco tempo ad un considerevole raffreddamento dell'abitacolo».

Per evitare di mettere in pericolo la salute delle persone e degli animali occorre evitare di restare in un veicolo non raffreddato e parcheggiato sotto il sole. Un bambino o un animale non deve restare in auto nemmeno per una breve sosta. «A partire da una temperatura interna di 45 gradi, in pochi secondi vi è il rischio di bruciature e di lesioni della pelle. Occorre dunque prestare attenzione quando si sale in macchina, quando si toccano i sedili, il volante, la leva del cambio o altre componenti all' interno dell'abitacolo».

Arieggiare l'abitacolo - Prima di salire a bordo, aggiunge il TCS, è necessario arieggiare l'abitacolo. La differenza tra la temperatura di un abitacolo climatizzato e quella esterna dovrebbe essere al massimo di 6 gradi. Una differenza di temperatura maggiore potrebbe danneggiare l'organismo umano e comportare, ad esempio, un raffreddore.

Quali effetti potrebbe avere il calore sul veicolo? «Temperature come quelle che si riscontrano in Svizzera in piena estate» conclude il TCS «non pongono problemi a una vettura di nuova generazione, sempre che la stessa sia in perfette condizioni. Se, per esempio, manca acqua o olio, il motore può surriscaldarsi. È dunque consigliabile in estate controllare frequentemente i livelli dell'olio e del liquido di raffreddamento. Se la spia del motore si accende occorre fermarsi immediatamente e chiamare il servizio di soccorso stradale. In queste condizioni, percorrere qualche chilometro supplementare può bastare ad arrecare danni al motore, ciò può comportare costi elevati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nicklugano 1 mese fa su tio
In estate vado quasi solo in scooter, la temperatura è piacevole anche sotto il sole...
Don Quijote 1 mese fa su tio
Ahh ecco, ed io che pensavo che tutto quel caldo in macchina fosse dovuto a un problema del motore! Invece basta posteggiare all'ombra, grazie per le delucidazioni.
lo spiaggiato 1 mese fa su tio
Dimenticano di dire che per brevi soste bisogna lasciare il motore acceso per permettere al condizionatore di tenere la temperatura corretta nell'abitacolo... :-)
skorpio 1 mese fa su tio
@lo spiaggiato Non preoccuparti ..la gente lo fa anche senza ricordarlo.....
Ilaria Piraneo 1 mese fa su fb
Domanda da ignorante, le pellicole antisolari sono quelle da mettere sui vetri?
koalaboss 1 mese fa su tio
soprattutto per gli animali... non lasciateli in macchina!!!!!!!!!!!! lasciateli in casa piuttosto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Matti Edera Tiger 1 mese fa su fb
Ah ok. Ma sicuri che il virus non si crea in auto sotto il sole? Fatemi sapere grazie
Marco Costa 1 mese fa su fb
Sandra Palma
miba 1 mese fa su tio
E mi raccomando: sempre rigorosamente con la mascherina e meglio ancora se vengono indossati anche bi guanti in lattice :):):)
momo73 1 mese fa su tio
@miba Sembra assurdo ma io ne vedo ogni giorno a decine, soli/e in auto con la mascherina .. allucinante cosa hanno creato con questo terrorismo mediatico
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SCIAFFUSA
11 min
Alla guida del suo tir con un paio di birrette di troppo
Un conducente ceco è stato fermato a Sciaffusa con lo 0,7 permille e una montagna di vuoti nell'abitacolo
ARGOVIA
1 ora
Cade dalla sedia a rotelle e si ferisce
Il ferimento della figurante si è verificato durante un'esercitazione di salvataggio nel nuovo tunnel di Eppenberg.
SVIZZERA
2 ore
Sommaruga va da Conte e Mattarella
Martedì prossimo la presidente della Confederazione si recherà a Roma.
SVIZZERA
2 ore
UBS-Credit Suisse: «Le trattative sono state interrotte»
Ci sarebbero molte perplessità all'interno delle rispettive delegazioni sulla possibile fusione fra le due banche.
MONDO
2 ore
Il 2019 ha arricchito i già ricchi
Gli svizzeri primeggiano nella ricchezza lorda pro capite, ma sono anche i più indebitati al mondo
SVIZZERA
3 ore
Multa da 600mila dollari per Credit Suisse
Un portavoce ha spiegato che è stato lo stesso istituto ad accorgersi degli errori nella consegna dei dati
SVIZZERA
4 ore
La percentuale di tamponi positivi resta costante
Da qualche settimana il tasso di positività fluttua tra il 3.4% e il 4%: oggi si attesta al 3.4%.
SVIZZERA
5 ore
Le morti si spostano fuoripista
L'annuale statistica dell'UPI mostra come ci sia stata un'evoluzione nei decessi legati agli sport invernali.
SVIZZERA
6 ore
L'UDC boccia il "suo" giudice, gli altri partiti lo rieleggono
I giudici del Tribunale federale per i prossimi cinque anni sono stati nominati dall'Assemblea federale.
SAN GALLO
8 ore
Fulmine su un campo da calcio, juniores perde i sensi
Il ragazzo è stato portato in ospedale con la Rega, ma anche gli altri 13 giovani presenti hanno necessitato di cure.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile