Keystone - foto d'archivio
ZUGO
27.07.20 - 21:300

Con i casi che aumentano, qualcuno pensa a chiudere i club

Per il medico cantonale di Zugo, registrare i dati personali dei clienti «non protegge dal rischio di contagio».

«Se locali e discoteche vogliono restare aperti, devono anche essere disposti a investire nell’attuazione di piani di protezione più accurati».

Fonte 20 Minuten - Daniel Waldmeier
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

ZUGO - Quarantena per 305 persone che hanno frequentato il club Kapitel Bollwerk di Berna lo scorso fine settimana. Venti casi positivi tra gli avventori di un party sul rooftop di Ginevra. I piccoli focolai legati a club e discoteche in Svizzera continuano ad aumentare. Così, qualcuno si fa avanti e chiede di prendere in considerazione la possibilità di un’estate senza locali.

È il caso del medico cantonale di Zugo che, in un’intervista rilasciata a 20 Minuten, spiega che la questione deve essere trattata. «Club e discoteche sono considerati luoghi a rischio della trasmissione del virus. Se i piani di protezione si rivelano inadeguati, la chiusura può essere un’opzione».

La raccolta dei dati personali, secondo Rudolf Hauri, è sicuramente un modo per interrompere la catena dei contagi, attraverso il contact tracing. Ma «non è una misura preventiva» per gli avventori. E non è neppure detto che «tutti rispettino la quarantena».

Per il medico cantonale di Zugo «se club e discoteche vogliono restare aperti, devono anche essere disposti a investire nell’attuazione di piani di protezione più accurati». Registrare i dati personali dei clienti «non è un modo efficace per evitare i contagi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CITTÀ DEL VATICANO
2 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
9 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
10 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
11 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
12 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
17 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
20 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
SVIZZERA
21 ore
Affitti commerciali: non tutti hanno sofferto
Un terzo dei commerci in locazione ha conosciuto difficoltà a causa del semiconfinamento.
SVITTO
22 ore
Casa anziani lancia un appello per personale immediato
La casa di riposo Rubiswil è alla ricerca d'infermieri e «mani in grado di aiutare»
BERNA
22 ore
Coronavirus: Consiglio federale col freno a mano tirato «per paura di critiche»
Secondo il SonntagsBlick, il governo tentennerebbe per timore dell'accusa di voler istituire una "Corona-Diktatur".
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile