Archivio Depositphotos
SVIZZERA
15.07.20 - 11:440
Aggiornamento : 12:48

Le donne incinte sono da considerare un gruppo a rischio Covid

Lo sostengono gli esperti del CHUV: «La malattia potrebbe causare un ritardo della crescita del bambino»

LOSANNA - Le donne incinte devono essere considerate un gruppo a rischio coronavirus. La Società svizzera di ginecologia e ostetricia sta modificando le sue raccomandazioni in questo senso, ha spiegato il professor David Baud, del Centro ospedaliero universitario vodese (CHUV).

All'inizio della crisi scatenata dal coronavirus, le informazioni provenienti da Cina, Italia e USA erano «rassicuranti». Le donne incinte non sembravano essere più a rischio della popolazione della stessa età, spiega il responsabile del Dipartimento di ginecologia e ostetricia del CHUV a Keystone-ATS. I dati più recenti hanno dimostrato invece che le donne incinte hanno da tre a cinque volte più probabilità di sviluppare una forma grave di Covid-19. E il virus è noto per avere conseguenze sul bambino.

Ritardo nella crescita - «La malattia induce cambiamenti nella placenta, che può essere infettata. Questo lascia supporre che i bambini siano meno ben nutriti nell'utero e quindi potrebbero sviluppare un ritardo della crescita», afferma Baud. Gli specialisti non hanno constatato nessuna malformazione, ma se c'è un ritardo nella crescita i neonati sono più piccoli, più deboli e hanno un rischio maggiore di ammalarsi.

«Abbiamo recentemente appreso che il virus può raggiungere il feto, anche verso la fine della gravidanza», aggiunge il medico. «L'impatto dell'infezione materna nel primo e nel secondo trimestre è ancora poco noto, motivo per cui le pazienti infette dovrebbero essere attentamente monitorate durante il resto della gravidanza».

Raccomandazioni da modificare - Per lo specialista, non c'è dubbio: «Quel che sappiamo è abbastanza allarmante da collocare le donne incinte fra i gruppi a rischio». David Baud, co-autore delle precedenti raccomandazioni della Società svizzera di ginecologia e ostetricia, ha segnalato all'associazione le sue osservazioni.

Queste sono in consultazione interna fino al 23 luglio. Lo specialista spera che all'inizio di agosto vengano emesse nuove raccomandazioni, che saranno poi trasmesse all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). «Ora non sono preoccupato. Ma dobbiamo essere pronti se si verifica una seconda ondata in settembre od ottobre», aggiunge.

Telelavoro - In concreto, le donne incinte dovrebbero proteggersi di più e seguire scrupolosamente le misure di distanziamento sociale. Occorre dare priorità al telelavoro o lavorare in condizioni adeguate, altrimenti le future mamme dovrebbero essere messe in congedo malattia.

Il CHUV ha istituito un registro mondiale dei bambini Covid-19, al quale partecipano più di duecento ospedali. «Lì sono documentati più di mille casi di pazienti infetti», dice il medico. «Questo fornirà dati più affidabili. Al momento stiamo effettuando i primi test e speriamo di avere risultati entro la fine di agosto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
16 min
Telecamere nascoste per stanare il ladro di monete
Le ha installate Migros in una filiale bernese. Ma ora la giustizia ha scagionato il collaboratore accusato di furto
SVIZZERA
8 ore
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
12 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
13 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
14 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
SVIZZERA
16 ore
Anche Berna, Argovia e Turgovia chiedono le liste degli arrivi a Kloten
Il canton Zurigo ha iniziato mercoledì a raccogliere questi dati per verificare il rispetto dell'obbligo di quarantena.
SVIZZERA
16 ore
Mascherine a scuola? Le diverse soluzioni dei Cantoni
Tra obbligo di mascherina e distanze di sicurezza, i Cantoni si preparano per il rientro a scuola
SVIZZERA
17 ore
Finanziamento di due progetti per il Covid
Il primo riguarda l'analisi sierologica, il secondo è un apparecchio portatile per una rapida identificazione del virus
SVIZZERA
18 ore
Mascherine monouso o di stoffa: quali utilizzare?
L'Ufficio federale della sanità le raccomanda entrambe, a meno che si abbiano dei sintomi
SVIZZERA
19 ore
Altri 161 casi, otto ricoveri e tre decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'269. I decessi sono 1'712.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile