Depositphotos (robert_g)
Meno disoccupati a giugno rispetto a maggio, ma molti di più rispetto a un anno fa.
SVIZZERA
08.07.20 - 08:020

Calo della disoccupazione tra maggio e giugno, ma i senza lavoro sono 53mila in più rispetto a un anno fa

Oltre un milione di persone erano a lavoro ridotto nel mese di aprile

Il numero delle ore di lavoro perse è aumentato nello stesso mese del 145%

BERNA - La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha disegnato il quadro della situazione del mercato del lavoro in Svizzera nel mese di giugno, ma non solo. Timidi segnali di miglioramento, ma lo sfondo è sempre a tinte più che fosche.

Disoccupati registrati - Alla fine di giugno erano iscritti 150’289 disoccupati presso gli uffici regionali di collocamento (URC), ossia 5’709 in meno rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 3,4% di maggio al 3,2% dello scorso mese. Ma rispetto allo stesso mese dell’anno precedente il numero di disoccupati è aumentato di 53’067 unità (+54,6%).

Disoccupazione giovanile - Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è diminuito di 441 unità (-2,5%) arrivando al totale di 17’317, corrispondente a 7’555 persone in più (+77,4%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Disoccupati di 50-64 anni - Il numero dei disoccupati di 50-64 anni è diminuito di 1’206 persone (-2,9%), attestandosi a 39’684. In confronto allo stesso mese dell’anno precedente ciò corrisponde a un aumento di 11’583 persone (+41,2%).

Persone in cerca d’impiego - Complessivamente le persone in cerca d’impiego registrate erano 233’454, 472 in più rispetto al mese precedente e 62’654 (+36,7%) in più rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Posti vacanti annunciati nel mese di giugno - Il 1° luglio 2018 è stato introdotto in tutta la Svizzera l’obbligo di annunciare i posti vacanti per i generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all’8%; dal 1° gennaio 2020 questo valore soglia è stato ridotto al 5%. Il numero dei posti annunciati all’URC è aumentato in giugno di 15’218 raggiungendo le 31’919 unità. Dei 31’919 posti, 14’739 sottostavano all’obbligo di annuncio. A causa del coronavirus e delle sue conseguenze, con "l’ordinanza COVID-19 obbligo di annunciare i posti vacanti" il Consiglio federale ha sospeso l’obbligo di annunciare i posti vacanti dal 27 marzo al 7 giugno 2020.

Lavoro ridotto - Nel mese di aprile sono state colpite dal lavoro ridotto 1’077’041 persone, ovvero 294’605 in più (+37,7%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende colpite è aumentato di 33’637 unità (+34,5%) portandosi a 131’069. Il numero delle ore di lavoro perse è aumentato di 53’510’233 unità (+145,9%), portandosi a 90’185’271 ore. Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (aprile 2019) erano state registrate 43’884 ore perse, ripartite su 875 persone in 70 aziende.

Persone che hanno esaurito il loro diritto all’indennità - Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di aprile 2020 sono 54 le persone che hanno esaurito il diritto all’indennità di disoccupazione. Durante il periodo di validità dell’ordinanza COVID-19 assicurazione contro la disoccupazione, tutte le persone aventi diritto all’indennità beneficiano di 120 indennità giornaliere supplementari al massimo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
34 min
L'1% dei più ricchi: quanto serve per entrarci?
Entrare nel "club" dei più ricchi del proprio paese non è mai facile, ma è particolarmente complicato a Monaco
SVIZZERA
52 min
In Svizzera i single fanno il 36% delle economie domestiche
È quanto si evince dai dati dell'Ufficio federale di statistica. Dal 1970, il numero è triplicato
SVIZZERA
1 ora
Il sangue c'è, nonostante la pandemia
Positivo il bilancio 2020 di Trasfusione CRS Svizzera. Ma i donatori erano limitati nella loro mobilità
ZUGO
1 ora
Test salivari obbligatori nelle scuole secondarie
Allievi e docenti di medie e licei dovranno sottoporsi al test due volte alla settimana.
BERNA 
3 ore
Nominata la nuova segretaria di Stato della migrazione
Si tratta di Christine Schraner Burgener, attuale inviata speciale dell'Onu per il Myanmar.
BERNA
17 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
18 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
19 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
19 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
19 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile