tipress
SVIZZERA
29.06.20 - 12:420

Gli hotel chiedono altri aiuti

Gli alberghi sono ancora a rischio fallimento. Hotelleriesuisse invoca altri 6 mesi di lavoro ridotto

BERNA - HotellerieSuisse chiede ulteriori misure a sostegno dell'industria alberghiera in difficoltà. In un suo documento programmatico pubblicato oggi auspica per esempio che le aziende colpite più duramente dalla crisi del coronavirus vengano esonerate dall'obbligo di rimborsare i crediti Covid concessi. Inoltre, sarebbe necessario prolungare la durata massima dell'indennità per lavoro ridotto (ILR) di 12 periodi di conteggio a 18.

Secondo un'indagine condotta da HotellerieSuisse, a maggio l'occupazione media a livello nazionale era solo al 15%. Nel caso degli alberghi di città, le previsioni per il periodo giugno-agosto arrivano al 23% - un dato tre volte inferiore a quello del 2019. Le regioni di villeggiatura pronosticano un'occupazione molto più alta, pari al 43%. Ma anche in questo caso la domanda interna non sarà in grado di compensare interamente l'assenza degli ospiti esteri.

Il lavoro ridotto, i crediti Covid e le misure di allentamento sono stati in grado di attenuare la tensione parzialmente in alcuni ambiti. Se fino a due mesi fa il 10% circa delle aziende del ramo riteneva che il rischio di fallimento fosse pari al 60%, a giugno lo pensava solo il 3%.

Circa due terzi delle imprese, secondo l'associazione, hanno fatto richiesta dei crediti Covid e il 96% utilizza lo strumento del lavoro ridotto. Sono tuttavia necessarie ulteriori misure e un calendario chiaro per garantire la liquidità e la capacità di investimento delle imprese interessate e per avviare la ripresa, precisa HotellerieSuisse.

A tale scopo, l'associazione ha pubblicato un catalogo con un totale di 16 richieste, che hanno lo scopo di sostenere le aziende nel loro recupero. Oltre all'esonero dall'obbligo di rimborsare i crediti Covid nei casi di rigore e all'estensione del lavoro ridotto a 18 mesi, un'altra richiesta concerne la compensazione delle perdite nell'attuale conteggio fiscale.

Inoltre, nel catalogo delle misure proposte sono incluse anche richieste più generali, come il per esempio il proseguimento degli accordi bilaterali con l'Unione europea (Ue)

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 min
«Per i jihadisti la Svizzera resta un potenziale bersaglio di attacchi»
È quanto emerge, tra le altre cose, nel rapporto sulla sicurezza del Paese redatto dal SIC
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 min
Turismo: un 2020 da dimenticare
Le previsioni del KOF parlano di 13 milioni di pernottamenti in meno
SVIZZERA
14 min
Vince un milione, ma si dimentica di ritirarlo
Lo sconosciuto aveva sbancato il Lotto lo scorso 25 aprile, ma non ha mai ritirato il premio che gli spettava.
SVIZZERA
28 min
Coronavirus: la gastronomia potrebbe perdere 100'000 posti di lavoro
È l'allarme lanciato oggi dal presidente di GastroSuisse. Si temono nuove restrizioni per il settore
GRIGIONI
1 ora
Massi sui binari: deraglia un treno della Ferrovia retica
L'incidente è avvenuto lunedì sera nei Grigioni. Ferito il macchinista
SVIZZERA
1 ora
Personale sanitario tra senso di responsabilità e frustrazione
Parlano tre infermiere della Svizzera tedesca attive nel settore: «Se potessimo, sciopereremmo».
SVIZZERA
1 ora
«Troppi interventi pubblici contro la crisi Covid»
È la critica mossa al Governo da Peter Grünenfelder, direttore di Avenir Suisse
SVIZZERA
1 ora
Crédit Agricole e HSBC France sanzionate dalla COMCO
La multa complessiva per i due istituti di credito è di circa 6,5 milioni di franchi
GLARONA
2 ore
La terra ha nuovamente tremato a Elm
Il Servizio sismico svizzero ha rilevato una magnitudo di 2.5 nella notte: «Chiaramente percepibile, ma senza danni».
SVIZZERA
3 ore
Le palestre in ansia: «Non siamo focolai»
Il settore è in tensione in attesa delle nuove misure e la Federazione svizzera dei centri fitness ha scritto a Berna
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile