Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
24.06.20 - 10:370
Aggiornamento : 15:06

Nessun aumento dei prezzi dei trasporti pubblici nel 2021

L'abbonamento generale si potrà comprare senza tessera per il metà prezzo. 500 franchi di sconto per i 25enni.

I clienti avranno diritto a un indennizzo se arrivano a destinazione con un ritardo superiore a un'ora.

BERNA - Malgrado il previsto calo degli introiti del 25-30% a causa della pandemia, i trasporti pubblici svizzeri non intendono aumentare le tariffe nel 2021. Parallelamente il settore sta attuando una serie di misure per aumentare la sua attrattiva.

In futuro, ad esempio, i clienti potranno acquistare una carta mensile di abbonamento generale (AG) senza bisogno di una tessera per il metà prezzo, ha annunciato oggi Alliance SwissPass. Inoltre, tutti i venticinquenni riceveranno uno sconto di 500 franchi sull'AG e i bambini non accompagnati viaggeranno gratuitamente fino al sesto compleanno e poi al massimo per 19 franchi al giorno fino al 16esimo.

Sempre per i più giovani, di sabato, domenica e nei giorni festivi generali il seven25 sarà valido fino alle 7 del mattino e comprenderà i primi collegamenti mattutini del giorno successivo.

Un'importante novità è l'estensione a partire dal 2021 dei diritti dei viaggiatori in caso di ritardi. Il 13 maggio scorso il Consiglio federale ha adottato il pacchetto di ordinanze in materia, in base al quale i clienti avranno diritto a un indennizzo se arrivano a destinazione con un ritardo superiore a un'ora. In questo caso chi disporrà di biglietti singoli e di percorso otterrà un rimborso del 25% del prezzo. Sopra le due ore il rimborso sarà del 50%.

Anche i titolari di un abbonamento beneficeranno di un indennizzo, ricorda Alliance SwissPass. L'importo verrà stabilito in base al valore giornaliero del titolo di trasporto. Durante un anno o un mese di abbonamento sarà rimborsato al massimo il 10% del valore dell'abbonamento. Le FFS sono state incaricate di elaborare le richieste di indennizzo sulla base di un mandato.

Queste novità vengono introdotte malgrado le prospettive per il settore siano plumbee. «Negli ultimi tre mesi, le aziende attive nel trasporto hanno perso quasi due terzi del loro fatturato. Nel traffico transfrontaliero il calo rispetto al 2019 è del 50%, in quello regionale è del 60%», ha dichiarato Bernard Guillelmon, presidente di Alliance Swiss Pass e direttore di BLS.

Le vendite di biglietti unitari sono in alcuni casi quasi completamente cessate e sono attualmente inferiori di circa il 60% rispetto all'anno scorso. Per il 2020 i trasporti pubblici svizzeri prevedono una diminuzione del fatturato totale del 25-30% rispetto al 2019.

Secondo la fondazione svizzerotedesca per la tutela dei consumatori, le offerte annunciate oggi contengono alcune interessanti novità, anche se mancano ancora «idee innovative» per riportare i clienti a prendere i mezzi pubblici, si legge in un comunicato. I prezzi dei biglietti non aumenteranno, ma a marzo le organizzazioni dei consumatori avevano chiesto che i viaggiatori beneficiassero di prezzi più bassi per le tracce a partire dal 2021.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
ZURIGO
14 min
La violenza contro il personale ospedaliero è in costante aumento
Gli ospedali di tutta la Svizzera segnalano aggressioni da parte dei pazienti
SOLETTA
8 ore
Minacce con pistola su Tiktok, 23enne in arresto
In un live streaming il giovane ha minacciato di sparare a se stesso o ad altri.
SVIZZERA/FRANCIA
13 ore
Svizzero muore di ipotermia nell'indifferenza dei passanti
Il fotografo René Robert è caduto a terra nel cuore di Parigi, ma nessuno, per nove ore, l'ha aiutato.
ZURIGO
15 ore
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
SVIZZERA
16 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
16 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
16 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SAN GALLO
19 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
20 ore
Il Vallese toglie l'obbligo di mascherina a scuola
Si parte dalle elementari, seguiranno gli studenti delle medie. Altri annunci sono attesi «nelle prossime ore o giorni»
SVIZZERA
22 ore
Simboli nazisti: «La leggerezza si è diffusa»
I consiglieri nazionali del PS e del centro chiedono il divieto di simboli come la svastica e il saluto nazista.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile