keystone
BERNA
05.06.20 - 16:160

Canapa CBD: 33 milioni restituiti ai produttori

Il denaro era stato versato in tasse sul tabacco, riscosse però non legalmente

Il TF ha constatato che la legislazione sull'imposizione del tabacco non menziona espressamente le infiorescenze di canapa. Non possono essere considerate come sostituti del tabacco

BERNA - Tre società che producono fiori di canapa a basso tenore di THC si vedranno restituire 33 milioni di franchi di tasse sul tabacco riscosse illegalmente. L'Amministrazione federale delle dogane (AFD) reagisce così ad una sentenza del Tribunale federale di metà febbraio.

L'agenzia di stampa Keystone-ATS è in possesso di una lettera postdatata, inviata dalla AFD ai produttori di cannabis con un contenuto di THC inferiore all'1% (la cosiddetta "canapa legale" a base di CBD o CBG), in cui viene annunciato il rimborso delle tasse.

L'ufficio stampa della AFD ha confermato il rimborso con effetto retroattivo delle imposte sul tabacco, per una somma complessiva di 33 milioni di franchi interessi compresi. I produttori saranno informati con una lettera lunedì prossimo.

Finora l'Amministrazione federale delle dogane era dell'idea che le decisioni fiscali notificate ai produttori fino al 14 dicembre 2019 non potevano venir contestate. Sebbene il Tribunale federale non si sia ancora espresso sul rimborso delle tasse già pagate, si è deciso di restituire i 33 milioni «per evitare lunghe e costose controversie legali», scrive la AFD in una presa di posizione.

Alla metà di febbraio il Tribunale federale aveva pubblicato due sentenze che hanno dichiarato inammissibili e incostituzionali le tasse sul tabacco prelevate sui fiori di canapa CBD o CBG. A ricorrere davanti alla massima istanza giudiziaria erano state tre società produttrici, prima fra tutte a inizio 2017 la Canway Schweiz GmbH (ex Green Passion GmbH).

Nella sua decisione, il TF ha constatato che la legislazione sull'imposizione del tabacco non menziona espressamente le infiorescenze di canapa. Questi prodotti non possono peraltro essere considerati come sostituti del tabacco.

Il prelievo dell'imposta sul tabacco era previsto da una circolare pubblicata dalla Direzione generale delle dogane (DGD) nel 2017. I produttori di fiori di "canapa legale", che già dal 2016 vendevano i loro prodotti in esenzione dall'imposta sul tabacco, hanno quindi dovuto versare per tre anni alla AFD un'aliquota pari al 25% del prezzo di vendita.

A quanto si è appreso, i responsabili delle ditte che si vedranno rimborsati i 33 milioni non hanno ancora deciso se i clienti potranno beneficiare di una riduzione dei prezzi. «L'intenzione però c'è», ha detto a Keystone-ATS Thomas Baer, uno dei ricorrenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
1 ora
Litiga con alcuni giovani e spara con un fucile da caccia
L'uomo di 78 anni, che ha esploso un unico colpo per terra, è stato arrestato dalla polizia. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
1 ora
Giovedì 12 marzo? «Il giorno in cui le cose sono davvero cambiate»
Un libro mostra i retroscena della pandemia, e del lockdown, nel nostro paese
GRIGIONI
2 ore
Contro il guardrail in moto, 30enne in ospedale
Il centauro stava viaggiando sul passo dello Julier con un gruppo di altri motociclisti.
SVIZZERA
3 ore
«Ora stiamo usando un bisturi, a marzo ci voleva un'ascia»
Il capo della Task force Covid-19 della Confederazione sostiene la strategia finora adottata da Berna.
SVIZZERA
4 ore
Un salario minimo di 23 franchi all'ora? Si vota a Ginevra
Non solo nazionali: anche a livello cantonale sono previste settimana prossima delle votazioni rilevanti
GIURA
16 ore
Pedone investito da una bici: muore sul posto
L'incidente è avvenuto sabato pomeriggio a Glovelier
FOTO
GRIGIONI
18 ore
Il masso sulla Tesla interrompe la vacanza
Brutta disavventura per una coppia diretta in Engadina
GINEVRA
18 ore
Gli infermieri chiedono una negoziazione degli orari
Al centro delle loro rivendicazioni vi è una modifica del piano orario che impone una pausa di un'ora a metà giornata
LUCERNA
19 ore
Le opere del lockdown raccolgono 36'300 franchi
Il ricavato degli "schizzi" di solidarietà finirà a una Fondazione che sostiene gli artisti figurativi
SVIZZERA
23 ore
A Zurigo si manifesta contro «la bugia del coronavirus»
Sono circa 500 le persone che si sono riunite per protestare contro il Covid-19 e le misure che ne sono conseguite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile