Tipress
La Valle Verzasca resta tra le mete preferite (da ticinesi e non).
SVIZZERA
01.06.20 - 19:010

Laghetti, fiumi e montagne presi d'assalto (anche dai ticinesi) per Pentecoste

Il bel tempo ha invogliato gli svizzeri a uscire di casa per godere le bellezze del nostro Paese.

In molti per spostarsi hanno utilizzato i mezzi pubblici. Autopostale: «Più gente che all'Ascensione, ma meno che in una normale Pentecoste». In Ticino pienone in Verzasca e nessuna coda al San Gottardo.

BERNA - Nel soleggiato fine settimana di Pentecoste gli Svizzeri ne hanno approfittato per raggiungere mete escursionistiche in montagna o rilassarsi ai bordi dei laghi. Ciò ha comportato talvolta la chiusura di strade. I trasporti pubblici sono stati ben frequentati, ma l'uso delle mascherine è rimasta un'eccezione.

«L'affluenza di persone che hanno fatto ricorso agli autopostali per compiere gite fuori porta è stata elevata, più dell'Ascensione ma del 20-30% in meno rispetto ai soliti weekend di Pentecoste», ha detto Valérie Gerl, portavoce di AutoPostale.

Nella Svizzera tedesca e in Romandia meno del 5% dei passeggeri ha viaggiato con bocca e naso coperti, sebbene gli stessi video mostrati nei bus invitassero a farlo. In Ticino per contro la mascherina è stata portata da circa il 20% dei viaggiatori.

I treni hanno registrato un tasso di occupazione a seconda delle linee, che su determinate tratte ha raggiunto l'80%. Secondo il portavoce Jean-Philippe Schmidt non è stato segnalato alcun problema particolare.

Nella svizzera Romanda i ginevrini hanno approfittato del primo weekend in cui erano permessi assembramenti fino a 30 persone: secondo le autorità cantonali non vi sono stati problemi. Le persone, nei 30 punti nuovamente aperti alla balneazione si sono attenute alle raccomandazioni relative alla distanza fisica.

A Losanna è stato il lago a essere preso d'assalto: numerose le persone in bicicletta soprattutto sulle banchine di Belgique e d'Ouchy libere dalle auto ogni weekend fino a settembre.

Anche gli svizzeri tedeschi hanno lasciato le loro quattro mura per dirigersi verso aree di svago e raggiungere mete escursionistiche. Ieri le migliaia di auto in uscita da Berna e dirette a Interlaken (BE) hanno dovuto viaggiare a passo d'uomo.

A Thun (BE) gli svizzeri tedeschi hanno gonfiato i loro canotti per dirigersi facendosi cullare dalla corrente verso Berna. Alcuni non hanno esitato a tuffarsi nel fiume nonostante la temperatura dell'acqua non superasse i 16 gradi.

Anche luoghi di svago dei cantoni di Glarona, Zugo e Appenzello hanno richiamato gli escursionisti del fine settimana di Pentecoste. La polizia glaronese ha dovuto bloccare diverse strade, essendo i parcheggi delle zone escursionistiche già occupati. In alcuni punti il traffico stradale era completamente congestionato ha comunicato Viasuisse. In Ticino ha registrato una grande affluenza di visitatori la Val Verzasca. Un cantiere sulla strada di accesso ha provocato la formazione di colonne.

La maggior parte delle persone hanno rispettato le misure per contrastare la diffusione del coronavirus, tuttavia a Zurigo la polizia è dovuta intervenire una decina di volte per sanzionare in particolare assembramenti di ciclisti troppo numerosi e persone che si trovavano in aree chiuse la pubblico.

Il traffico trasfrontaliero è stato del 70% inferiore rispetto ai tempi normali e persino dell'80% in Ticino, secondo l'Amministrazione federale delle Dogane. Nessuna coda è stata registrata al San Gottardo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tip75 5 mesi fa su tio
se le persone non indossano le mascherine bei luoghi chiusi e’ colpa dello stato manda messaggi fuorvianti e irrispettosi per chi si è ammalato o e’ morto . al chiuso dovrebbero essere obbligatorie già che le persone (e sono tante) nemmeno riescono a tenere le distanze
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRANCIA / SVIZZERA
21 min
Due anni all'autista per l'incidente del bus diretto in Svizzera
Al 44enne imputato di omicidio colposo e lesioni, è stato vietato di guidare per una durata di cinque anni.
FRIBURGO
21 min
Christian Levrat positivo al Covid-19
L'ex presidente del PS svizzero resterà in isolamento fino alla prossima settimana
FRAUENFELD
2 ore
Decapitò la nonna, prosciolto
L'imputato 21enne è stato giudicato incapace di intendere. Il caso risale al 2018
SVIZZERA
2 ore
Un quarto degli svizzeri pensa a soluzioni d'investimento digitali
L'età media degli utenti di queste offerte è 50 anni, secondo un recente sondaggio
SVIZZERA
3 ore
«Vanno promosse le maschere in tessuto certificate»
È quanto chiede Greenpeace con una petizione indirizzata al Governo federale
GRIGIONI
4 ore
Investe e uccide un lupo in Val Surselva
Il conducente dell'auto ha immediatamente segnalato al guardiacaccia quanto accaduto tra Disentis e Sedrun.
ZURIGO
4 ore
Prima colpisce l'auto con una bottiglia, poi l'agente con un pugno
Il 31enne è stato infine fermato (non senza difficoltà). Ha motivato le sue azioni con l'odio verso la polizia.
SVIZZERA
4 ore
TX Group obiettivo di attacchi hacker
Il gruppo mediatico, che pubblica tra gli altri 20 Minuten, ha respinto l'aggressione.
SVIZZERA
4 ore
EasyRide conquista il trasporto locale
In un anno la funzione di ticketing automatico è stata utilizzata per circa 4,5 milioni di viaggi
SVIZZERA
4 ore
Più donne ai vertici di aziende e istituti parastatali
Il Consiglio federale ha deciso di portare la quota di rappresentanza di entrambi i sessi dal 30 al 40%.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile