Keystone
BERNA
31.05.20 - 12:530

Coronavirus: l'effetto delle misure di contenimento fase per fase

Il Poli di Losanna ha studiato ciò che ha funzionato finora. Incognite sull'effetto della riapertura dei commerci.

BERNA - Le misure adottate in Svizzera per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus hanno permesso di ridurre notevolmente il numero di casi di Covid-19. È quanto risulta da uno studio condotto dal Politecnico federale di Losanna (EPFL)

«Le stime dell'impatto delle misure sulla trasmissione della SARS-CoV-2 sono essenziali per il processo decisionale, sia per il seguito di questa epidemia che per quelle future», sottolinea Jacques Fellay, medico ricercatore presso la Facoltà di scienze della vita del Politecnico federale di Losanna (EPFL). Fellay è coautore dello studio i cui risultati sono stati appena pubblicati sulla rivista Swiss Medical Weekly ed è membro del comitato scientifico Covid-19 istituito dal Consiglio federale.

Dal 28 febbraio - I ricercatori dell'EPFL hanno analizzato le misure adottate dal 28 febbraio, data del divieto degli assembramenti di oltre 1'000 persone. Questa prima disposizione è stata seguita da tutta una serie di misure per arrivare al punto culminante di proibizione di assembramenti di più di 5 persone annunciata il 20 marzo.

Il metodo utilizzato consiste nel determinare l'evoluzione del tasso di riproduzione del contagio (dato dal valore R0) nel corso dell'epidemia su scala nazionale e cantonale servendosi di un modello epidemiologico. Quest'ultimo tiene conto dei dati dettagliati di oltre 1'000 pazienti ospedalizzati nel canton Vaud come anche dei rapporti pubblici sui ricoveri e sui decessi in Svizzera.

A livello svizzero i ricercatori hanno osservato che il valore R0, ossia il tasso di riproduzione, è passato da 2,8 all'inizio della pandemia a 0,4 all'inizio di aprile, ossia una riduzione dell'86%. Calcolata per ogni cantone separatamente, questa riduzione varia tra il 53% per il Giura e il 92% per Basilea Città.

La riduzione di trasmissione è stata comparata ai cambiamenti di mobilità ottenuti con i dati dei cellulari. Gli spostamenti legati al lavoro, alla spesa e al tempo libero sono diminuiti tra il 50 e il 75% a livello svizzero e tra il 30 e l'80% a livello vodese.

Si osserva una correlazione molto chiara tra la riduzione del tasso di riproduzione e la diminuzione di mobilità, ma il calo del R0 comincia qualche giorno prima dei primi cambiamenti di mobilità.

Effetto preponderante delle regole d'igiene - I ricercatori hanno constatato che la riduzione del tasso di riproduzione è iniziato intorno al 6 marzo, quindi almeno una settimana prima della chiusura ufficiale delle scuole. La campagna d'informazione dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), lanciata il 28 febbraio e adattata il 2 marzo, ha posto l'accento sulle norme igieniche di base.

Questa ha determinato una presa di coscienza e un'applicazione volontaria di misure d'igiene e di distanziamento sociale, che hanno portato a un calo del tasso di riproduzione anche prima che venissero adottate le misure di blocco.

«Abbiamo osservato che il tasso di trasmissione era già intorno a 1 quando il governo federale ha vietato gli incontri di più di 5 persone e ha raccomandato l'isolamento volontario in casa per l'intera popolazione», osserva Joseph Lemaitre, dottorando presso il Laboratorio di ecoidrologia dell'EPFL (ECHO) e primo autore della pubblicazione.

«Tuttavia, questo risultato deve essere contestualizzato, poiché l'annuncio ha potuto essere anticipato, come si osserva analizzando le ricerche su internet. Questo probabilmente ha avuto un impatto sul comportamento di distanziamento sociale».

Tasso di infezione medio del 3,9% - Servendosi di questo modello, i ricercatori hanno anche calcolato che il 3,9% della popolazione svizzera era stato probabilmente infettato dal virus - un valore che risale al 24 aprile. A livello cantonale, questo tasso varia dall'1,9% per Berna al 16% per il Ticino.

Con la graduale abolizione delle restrizioni, i ricercatori intendono pubblicare un aggiornamento quotidiano del tasso di riproduzione. Secondo loro, è essenziale monitorare attentamente la sua evoluzione, in quanto la capacità di trasmissione del virus dipende essenzialmente dal comportamento, e non da un'ipotetica immunità collettiva ancora molto lontana dall'essere raggiunta.

Necessario un attento monitoraggio - Non si sa se l'apertura di ristoranti e negozi porterà a un aumento della trasmissione, se ciò possa essere compensato da una strategia più aggressiva di tracciamento e di localizzazione dei contatti o se l'uso della mascherina abbia un impatto.

«Un attento monitoraggio dei parametri epidemiologici è quindi cruciale», insiste Jacques Fellay. Anche i modelli sviluppati dai ricercatori dovranno essere affinati utilizzando nuovi dati, come i risultati degli studi sierologici in corso.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
55 min
Anche oggi più di 100 nuovi casi
Negli ultimi tre giorni i nuovi contagi sono sempre stati più di 100: ieri 116, mercoledì 137.
VALLESE
1 ora
Collisione fra due treni a Oberwald, alcuni feriti
Un convoglio merci è entrato in collisione con il fianco destro di un treno regionale.
SVIZZERA
2 ore
Turismo pronto al test estivo, ma il Röstigraben blocca i romandi
Se gli svizzerotedeschi si spostano volentieri nelle altre regioni, lo stesso non si può dire dei "cugini" francofoni.
ZURIGO
4 ore
Kuoni, cambio di prenotazione ai turisti toccati dalla quarantena
Chi ha prenotato per destinazioni considerate a rischio potrà annullare il viaggio.
LUCERNA
5 ore
Lucerna sott'acqua, 620 richieste di aiuto
Il fango arrivava fino alle ginocchia. Scantinati allagati. 800 pompieri in azione
ZURIGO
5 ore
Stadler consegna quattro tram supplementari in Ungheria
I nuovi treni circoleranno tra le città magiare di Szeged e Hódmezovásárhely.
SVIZZERA
13 ore
Sarà un'ecatombe di locali notturni?
Visto i casi di Zurigo, Argovia e Ticino in molti li vorrebbero chiusi, ma spesso non è così semplice
ZURIGO
13 ore
Così 1'000 franchi diventano 35'335
Vale davvero la pena investire in azioni svizzere? Uno studio sostiene di sì e spiega come farlo.
FOTO
LUCERNA
15 ore
Nubifragio violentissimo, e Lucerna finisce sott'acqua
Diversi danni e gravi disagi nella città e anche nei comuni circostanti, gli abitanti: «Mai visto niente di così estremo»
SVIZZERA
17 ore
Obbligo di quarantena, ecco chi fa parte della lista
Sono 29 tra regioni o nazioni, l'elenco sarà aggiornato una volta al mese
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile