La Svizzera avrà più di 10 milioni di residenti nel 2050
Deposit
Da 8.6 a 10.4 milioni di residenti.
SVIZZERA
28.05.20 - 11:220
Aggiornamento : 12:01

La Svizzera avrà più di 10 milioni di residenti nel 2050

Nei prossimi trent'anni ci sarà una crescita demografica marcata nel nostro Paese.

Ginevra e Zurigo saranno i cantoni che vedranno aumentare maggiormente la propria popolazione. Ticino e Grigioni andranno invece in controtendenza e subiranno un calo di abitanti.

BERNA - L'Ufficio federale di statistica (UST) prevede che nel 2050 la popolazione svizzera passerà dagli attuali 8,6 milioni di residenti a 10,4 milioni. Ticino e Grigioni saranno gli unici cantoni in calo demografico, mentre la crescita più marcata sarà a Zurigo e Ginevra.

L'aumento sarà in gran parte dovuto alle migrazioni e la portata dipenderà dall'andamento del contesto socioeconomico e politico della Svizzera. Tra il 2020 e il 2030 l'invecchiamento della popolazione sarà rapido, per poi rallentare un po', pur senza fermarsi, riassume l'UST in una nota odierna.

Se lo scenario di riferimento elaborato dall'UST si verificasse, il numero di residenti permanenti in Svizzera passerebbe da 8,5 milioni di persone nel 2018 a 9,4 milioni nel 2030 e a 10,4 milioni nel 2050, con una crescita annua media dello 0,6%. Il 75% di essa sarebbe dovuta alle migrazioni.

Nel periodo in rassegna la popolazione potrebbe anche raggiungere gli 11,4 milioni secondo uno scenario definito "alto", che presuppone un saldo migratorio più elevato, un aumento della fecondità e una progressione della speranza di vita un po' più rapida. Lo scenario più "basso" (meno migrazione, fecondità in lieve calo e speranza di vita in aumento più lento) prevede che i residenti siano 9,5 milioni nel 2050.

Secondo lo scenario di riferimento, nei prossimi tre decenni i residenti nei cantoni di Ginevra, Argovia, Zugo, Vaud, Zurigo, Sciaffusa e San Gallo aumenteranno di oltre il 25%, a fronte di una crescita media svizzera del 20%. La popolazione continuerà a essere concentrata attorno all'agglomerato di Zurigo e nell'Arco lemanico. «Ticino e Grigioni saranno gli unici a registrare una leggera decrescita demografica, pari a circa il 5%».

Tra il 2020 e il 2030, le generazioni più numerose del baby-boom raggiungeranno progressivamente la cosiddetta terza età, e l'aumento del numero degli ultra-65enni sarà molto forte (quasi il 30%). Tra il 2018 e il 2050 la crescita dei pensionati ammonterà a circa il 70%; non solo per un numero sempre più elevato di residenti che superano i 65 anni, ma anche all'aumento della speranza di vita. Secondo lo scenario di riferimento, nel 2050 in Svizzera ci saranno 2,7 milioni di persone di 65 anni o più, contro 1,6 milioni alla fine del 2019. La quota di pensionati passerà quindi dal 18,6% al 26%.

Nei prossimi trenta anni la popolazione attiva aumenterà del 12% e sarà di 5,6 milioni di persone (4,8 milioni in equivalenti a tempo pieno). Lo scenario "alto" arriva a 6,2 milioni (+25%), quello "basso" a si ferma a 5 milioni (-1%). Nel 2019 c'erano 35 persone in età di pensione ogni 100 persone attive tra i 20 e i 64 anni. Ma questa cifra passerà a 53 entro il 2050 (scenario "alto" 52, scenario "basso" 55).

L'UST nota poi che attualmente le donne conseguono maggiormente titoli di formazione rispetto agli uomini. Al momento la quota degli uomini con un diploma universitario o di formazione professionale superiore nella popolazione di 25-64 anni è più elevata di quella delle donne: 48% contro 41%. Ma nel 2040 sarà il contrario: 57% di donne contro 54% di uomini.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 1 anno fa su tio
È con queste false previsioni che si frega il cittadino, la regola dovrebbe essere : fate il contrario di quel che vi dicono le previsioni, le banche, certi dottori, la gente in generale.
tazmaniac 1 anno fa su tio
da qui al 2050, visto quello che stiamo passando, direi che fare delle statistiche sulla crescita demografica sia un tantinello prestino no?
Don Quijote 1 anno fa su tio
@tazmaniac Non farti illusioni, il CV19 in confronto alla peste, alla spagnola, all'asiatica, all'infinite guerre, alla fame, ai quasi 7 milioni di bambini (sotto i 5 anni) che muoiono ogni anno per diarrea e semplici polmoniti, ai vari genocidi di dittatori e capi della Chiesa, è poco più di un brufolo, una cosa insignificante gonfiata dai media, dai politici e dai vari esperti che fanno previsioni attendibili quanto l'oroscopo. Eppure in appena un secolo siamo balzati da 2.5 miliardi a quasi 8 ...
Don Quijote 1 anno fa su tio
Prima saremmo morti per il cambiamento climatico, per la deforestazione, per l’inquinamento dell’aria e della terra, per i pesticidi, gli ormoni e gli antibiotici nella carne, poi per il pericolosissimo CV19, e adesso ci vengono a dire che la popolazione continuerà a moltiplicarsi come conigli e a invecchiare sempre di più! Fantastico!
Libero pensatore 1 anno fa su tio
@Don Quijote Scenari a 30 anni credo siano onestamente poco probabili. Mi chiedo per quale motivo si gettino soldi per fare questo genere di previsioni. 30 anni sono un’eternità, nessuno è in grado di sapere come evolverà la società
Fufabi 1 anno fa su tio
@Libero pensatore invece previsioni a 30 anni nella pianificazione di infrastrutture stradali è il minimo
Don Quijote 1 anno fa su tio
@Libero pensatore Guardando la crescita esponenziale degli ultimi 100 anni e considerando che i fattori di mortalità odierni sono ai minimi storici, direi che la piaga di conigli in Australia fa ridere.
Thor61 1 anno fa su tio
@Don Quijote Però nel caso su esposto, non si parla di Crescita, ma di SOSTITUZIONE della popolazione, la loro "Crescita" si basa in prevalenza sull'ingresso di clandestini (Da regolarizzare e mantenere come già fanno) per far numero, poi a lavorare ci penseranno gli indigeni per mantenerli, proprio come già avviene grazie ai rosso/verdi della politica. ;o(((( Saluti a te ;o)))) PS Nessun razzismo, ma credo sia la triste realtà,
Don Quijote 1 anno fa su tio
@Fufabi Ah beh, un po' come l'imbuto del Gottardo e la variabile 95, ottimo lavoro di previsione!
Thor61 1 anno fa su tio
@Don Quijote Concordo!!! ;o))))
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile