Swissgrid
SVIZZERA
25.05.20 - 10:360

Altissima tensione sotterranea, in servizio la prima linea

L'infrastruttra si trova nella regione del Gäbihübel ed è stata realizzata dopo una lunga battaglia legale

BIRR - Swissgrid ha realizzato la sua prima linea sotterranea ad altissima tensione tra Beznau e Birr, nel canton Argovia. L'opera, che ha visto la luce dopo una lunga battaglia legale, è entrata in funzione un anno prima del previsto, il 19 maggio.

L'infrastruttura permette di migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento nell'area urbana di Zurigo, nella Svizzera centrale e sull'Altopiano, scrive oggi in una nota la società proprietaria della rete svizzera di trasmissione della corrente.

Il tratto - il primo realizzato sotto terra da Swissgrid con il potenziamento della tensione da 220 a 380 chilovolt - si trova nella regione del "Gäbihübel", in territorio di Riniken, poco a ovest di Brugg (AG). L'opera in realtà si estende su un tratto di 6,5 chilometri tra Rüfenach ed Habsburg, in massima parte costituiti da una linea aerea. I costi per la parte interrata ammontano a 20,4 milioni e quelli complessivi raggiungono 34 milioni di franchi.

La nuova linea completa una strettoia sulla rete di distribuzione della corrente sulla linea ad altissima tensione fra la centrale nucleare di Beznau (nel comune argoviese di Döttingen) e Mettlen (LU).

Il progetto d'interramento è stato elaborato dopo una battaglia giuridica arrivata fino al Tribunale federale. Il comune di Riniken, ma anche vari privati, si erano opposti in considerazione del previsto deturpamento del paesaggio tipicamente rurale del "Gäbihübel".

Presso il "Gäbihübel" - scrive oggi Swissgrid - «si vede chiaramente quali sono gli effetti del cablaggio sotterraneo della linea ad altissima tensione sull'assetto paesaggistico e sull'ambiente e quali sono le difficoltà da gestire per quanto concerne costruzione, gestione e manutenzione». Per questo motivo, è previsto un monitoraggio scientifico che prevede «lo studio dell'andamento della temperatura nel terreno sopra al blocco di condotti e nell'area circostante e della biodiversità nel suolo».

La messa in funzione della nuova linea ad altissima tensione è accompagnata dallo smantellamento della vecchia linea aerea da 220 chilovolt fra Rüfenacht e Habsburg: nel corso del mese di maggio sono stati smantellati 19 tralicci. I lavori di smantellamento della linea attuale dureranno probabilmente fino alla fine del 2020.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
13 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
13 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
14 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
15 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
15 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
SVIZZERA
17 ore
Anche oggi più di ottomila contagi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono stati effettuati 106 nuovi ricoveri per Covid
SVIZZERA
18 ore
Nuova variante: l'Ufsp non si scompone
Per il momento la Svizzera non prende nessuna misura. «Monitoriamo la situazione»
SVIZZERA/RUSSIA
18 ore
Guasto tecnico all'aereo di Cassis
Atterraggio imprevisto per il jet che stava trasportando il consigliere federale in Cina. E non è la prima volta
GRIGIONI
18 ore
«Il booster per salvare la stagione»
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile