keystone
Il lago di Thun
BERNA
19.05.20 - 10:300

Armi buttate nel lago, l'esercito: «Non inquinano»

Munizioni smaltite nei laghi alpini, fino agli anni '50. La Difesa ha condotto un'indagine sull'impatto ambientale

BERNA - Le discariche di munizioni nei laghi di Thun, Brienz e dei Quattro Cantoni non creano influssi negativi alle acque. È quanto emerge dal monitoraggio effettuato dal Dipartimento federale della difesa (DDPS), che fa riferimento a campioni prelevati nell'estate 2019.

Fino alla metà del 20esimo secolo l'esercito ha gettato munizioni ed altri elementi in diversi laghi svizzeri. Era prassi comune smaltire le munizioni in questo modo, viene ricordato in un comunicato odierno. Una valutazione dei pericoli svolta nel 2012 ha portato a un monitoraggio dei laghi interessati tra il 2012 e il 2016, prassi che è poi proseguita negli anni successivi.

In occasione dei prelievi effettuati nel 2019 sono stati asportati dai fondali dei rispettivi laghi campioni di sedimenti di circa 1,5 metri di lunghezza che sono poi stati esaminati in laboratorio. I campioni sono stati, tra l'altro, controllati per verificare la presenza di esplosivi (come TNT e nitroglicerina) e metalli pesanti (come piombo e mercurio).

Nella grande maggioranza dei campioni di sedimenti non è stato possibile rinvenire concentrazioni oltre il limite di rilevabilità. Soltanto in alcuni casi sono state rinvenute tracce di esplosivi provenienti dalle discariche. Le concentrazioni si situano comunque significativamente sotto i valori limite ed erano attese, visto l'elevato numero di discariche di questi laghi.

Il potenziale di sostanze nocive rimane comunque elevato. Per questo motivo il DDPS, il Canton Berna e l'autorità di vigilanza del lago dei Quattro Cantoni hanno deciso di proseguire anche in futuro il monitoraggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Il primo lockdown può aver salvato fino a 35'000 vite
È quanto emerge da uno studio dell'Università della Svizzera italiana, analizzato anche dalla NZZ am Sonntag
BERNA
4 ore
La “variante inglese” mette un'altra scuola in quarantena
Martedì inizierà la formazione a distanza per i 350 allievi di Wangen an der Aare
SVIZZERA
8 ore
Covid detector in aeroporto: perché non con i cani
I risultati non sarebbero ancora sufficienti per permettere l'addestramento e l'impiego su larga scala
BASILEA CAMPAGNA
11 ore
Auto fuori strada, 18enne in ospedale
Le altre due persone presenti nell'auto hanno riportato solo ferite lievi
SVIZZERA
11 ore
La seconda ondata ha "steso" un giovane su tre
Depressione e stress in aumento tra gli svizzeri dai 14 ai 24 anni. Lo dice uno studio dell'Università di Basilea
SVIZZERA
15 ore
Berset ai ferri corti con Chiesa
Il ticinese e il consigliere federale si sono incontrati per un chiarimento. Ma le posizioni restano «inconciliabili»
BERNA
16 ore
Coronavirus: più controlli alle frontiere e più test
Sono alcune delle previsioni in merito alle decisioni di mercoledì del Consiglio federale.
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Oggi il suffragio femminile a livello federale compie 50 anni
Ed è impossibile non domandarsi: come mai così tardi? Ma ci sono cantoni che l'hanno introdotto prima e altri dopo
SVIZZERA / ITALIA
1 gior
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
1 gior
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile