tipress (archivio)
BERNA
13.05.20 - 15:050
Aggiornamento : 16:20

Calcio e hockey, prestiti fino a 350 milioni

Società locali, club di professionisti e associazioni sono minacciate dalle conseguenze della pandemia

In una fase iniziale è previsto il versamento della prima metà per compensare le perdite di guadagno dal 1° giugno ai successivi sei mesi

BERNA  - Il Consiglio federale viene incontro alle leghe sportive pesantemente colpite dall'epidemia di coronavirus. Per garantire l'esercizio sino alla fine della stagione 2020/21, il governo prevede per calcio e hockey su ghiaccio prestiti restituibili per un importo complessivo massimo di 350 milioni di franchi, da sbloccare in due tranche.

Il pacchetto di stabilizzazione a favore dello sport svizzero è stato presentato oggi in conferenza stampa a Berna dalla responsabile del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) Viola Amherd.

Società locali, club di professionisti e associazioni sono minacciate dalle conseguenze della pandemia a livello di vendita di biglietti e abbonamenti, possibilità di organizzare manifestazioni ed eventuali disdette da parte di sponsor. Secondo l'esecutivo, si tratta quindi di un settore che risentirà in modo grave e duraturo della crisi economica.

Oltre 100.000 persone colpite - Sono circa 100.000 le persone che dipendono economicamente dall'industria sportiva e rappresentano circa l'1,7 per cento del prodotto interno lordo.

I 350 milioni da destinare ai due maggiori sport di squadra del Paese si suddividono in due crediti da 175 milioni ciascuno. In una fase iniziale è previsto il versamento della prima metà per compensare le perdite di guadagno dal 1° giugno ai successivi sei mesi. Nel caso in cui le partite dovessero aver luogo solo in misura limitata per un periodo di 12 mesi, sarà liberata anche la seconda serie di prestiti. In entrambi i casi, per il calcio sono a disposizione a 100 milioni, per l'hockey 75.

Il governo sosterrà inoltre lo sport di massa e gli altri sport di competizione. Dopo aver già approvato il 20 marzo il versamento di 50 milioni a fondo perso per società e organizzazioni in difficoltà finanziarie, prevede di erogare ulteriori 50 milioni nel 2020 e di iscriverne altri 100 nel preventivo 2021. L'obiettivo è impedire che le strutture, in larga misura basate sul volontariato, subiscano danni duraturi. Esse dovranno però dimostrare che la loro esistenza è realmente minacciata dal coronavirus.

Pericolo insolvenza - «In Svizzera hanno anche la propria sede una sessantina di organizzazioni sportive internazionali», ha poi ricordato Amherd. L'annullamento di grandi eventi prospetta per alcune di esse il pericolo di insolvenza. Il DDPS deve ancora sondare il terreno, ma anche in questo caso si prevede la concessione di un prestito restituibile, che secondo la ministra ammonterà globalmente a 150 milioni: il Comitato olimpico internazionale (CIO) parteciperà al sostegno nella misura del 50%, mentre l'altra metà sarà coperta dai Cantoni che ospitano le federazioni e dalla Confederazione. Il provvedimento non riguarda organi con le tasche piene come la FIFA, l'UEFA o lo stesso CIO.

Infine, il Consiglio federale ha preso atto della decisione del DDPS di versare comunque i sussidi alle società che non hanno potuto svolgere le attività di Gioventù+Sport (G+S) a causa del Covid-19. Tale esborso rientra nel credito approvato e corrisponde agli auspici espressi dalle commissioni parlamentari.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
streciadalbüter 5 mesi fa su tio
Panem et circenses:l`umanita`non cambia.
miba 5 mesi fa su tio
Eppure seo56 non ha proprio tutti i torti.... Se come indicato nell'articolo la FIFA, l'UEFA o lo stesso CIO hanno le tasche piene perché mai questi non sopperiscono primariamente ai deficit causati dal coronavirus???
Bibo 5 mesi fa su tio
@miba Sono prestiti non regali. Uefa potrebbe fare qualcosa x il calcio ma x gli altri sport?
seo56 5 mesi fa su tio
Vergognoso
Bibo 5 mesi fa su tio
@seo56 E perché mai? Tutta la gente che ruota attorno allo sport non è come quelli del turismo, industria, edilizia ecc... ?
SSG 5 mesi fa su tio
@seo56 saresti in grado di arricchire il tuo commento?
Blobloblo 5 mesi fa su tio
@seo56 Sono prestiti, non sono regalati!!! Cosa c’è di vergognoso???
Frankeat 5 mesi fa su tio
@SSG Probabilmente tirerà fuori il cavallo di battaglia che usano un po' tutti: "e i nostri anziani che non arrivano a fine mese?"
Frankeat 5 mesi fa su tio
Coma mai solo hockey e calcio, ma non ad esempio basket?
SSG 5 mesi fa su tio
@Frankeat Leggo male o c'è scritto: " Il governo sosterrà inoltre lo sport di massa e gli altri sport di competizione. Dopo aver già approvato il 20 marzo il versamento di 50 milioni a fondo perso per società e organizzazioni in difficoltà finanziarie, prevede di erogare ulteriori 50 milioni nel 2020 e di iscriverne altri 100 nel preventivo 2021"
Frankeat 5 mesi fa su tio
@SSG No, non leggi male, ma io si :-) Mea culpa che ho letto l'articolo "in diagonale".
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
19 min
C'è sete d'informazione, ma gli introiti dei media sono in calo
Con la pandemia crescono i fruitori, che sono però raramente disposti a pagare per i contenuti
SVIZZERA
1 ora
Orologeria di lusso, alla fine la gente preferisce il negozio
Lo sostiene uno studio di Deloitte: «Un'esperienza che resta essenziale e che resterà anche in futuro»
SVIZZERA
2 ore
Secondo lockdown, questa è la settimana della verità
Gli ospedali si stanno rapidamente riempiendo di pazienti Covid e gli epidemiologici ritengono inevitabile un blocco.
CITTÀ DEL VATICANO
5 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
12 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
12 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
13 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
15 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
19 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
22 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile