Keystone (archivio)
ZURIGO
03.05.20 - 10:450

Le prostitute cedono il posto ai drogati

Il centro d'accoglienza per tossicomani ha dovuto chiudere a causa della pandemia.

Le autorità hanno trovato una soluzione provvisoria per mettere a disposizione delle zone dove iniettarsi la droga in modo sicuro

ZURIGO - L'emergenza coronavirus colpisce in modo particolare le persone vulnerabili, come i tossicodipendenti. A Zurigo, i vari centri di accoglienza hanno dovuto chiudere perché la sicurezza di clienti e dipendenti non poteva più essere garantita. 

Le autorità hanno quindi dovuto trovare un'alternativa. Da qualche settimana è stato aperto un centro di accoglienza temporaneo per tossicodipendenti nell'area solitamente dedicata alla prostituzione a ovest della città. Una soluzione pragmatica poiché i "sexbox" dovevano comunque chiudere a causa delle misure decise dal Consiglio federale per arginare la diffusione del coronavirus.
 
I "box" in cui le prostitute normalmente accolgono i loro clienti sono quindi stati trasformati in sale d'iniezione dove i tossicodipendenti possono consumare le loro droghe. Devono tuttavia rispettare alcune regole come mantenere una distanza sufficiente, lavare e disinfettare le mani. E tutti i tossicodipendenti devono misurare la loro temperatura per assicurarsi che non abbiano la febbre.

Florian Meyer, direttore dei centri di accoglienza per tossicodipendenti di Zurigo, afferma che i clienti sono contenti della soluzione. Brigitte, tossicodipendente da molti anni, conferma che questi luoghi ti consentono di socializzare e sentirti al sicuro.

Per Meyer l'area della prostituzione è una buona soluzione di ripiego, ma specifica tuttavia che non può esserlo sul lungo termine. Le persone che vi si recano infatti non sono protette dal freddo e dalla pioggia. Teme anche che la situazione possa dare vita a nuove scene aperte di droga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Code a mai finire e trasporti al collasso, la Confederazione è preoccupata
Per Michael Töngi, consigliere nazionale dei Verdi, la soluzione è il mobility pricing, anche in favore
SAN GALLO
7 ore
Cervelat con un chiodo: «I bambini potevano farsi male»
Un'esca crudele per animali è stata trovata in un parco giochi. La polizia: «Non è la prima volta»
BERNA
10 ore
I "no pass" riempiono la Bundesplatz
Migliaia di manifestanti si sono rinuniti oggi pomeriggio davanti a Palazzo Federale
VAUD
11 ore
UDC in assemblea: tre "no" e una risoluzione contro le città di sinistra
Marco Chiesa ha poi scoccato alcune critiche al Consiglio federale, sulle restrizioni e sull'energia
ZURIGO
12 ore
Investito sulle strisce, non ce l'ha fatta
Un 77enne ha perso la vita in seguito alla collisione con una vettura
SAN GALLO
15 ore
Un gatto fa schiantare la Maserati
Sfortunato incidente questa notte nel canton San Gallo
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
1 gior
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
1 gior
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
1 gior
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
1 gior
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile