keystone
BERNA / CANTONE
25.04.20 - 09:470
Aggiornamento : 11:37

Vacanze estive in forse, Cassis: «Sarà possibile farlo in misura limitata»

Sul suo ruolo di medico: «Quando fornivo spiegazioni tecniche, i miei colleghi di governo mi guardavano in modo strano»

BERNA - Più importanza in futuro alle scorte di materiale sanitario e direttive chiare: sono alcuni degli insegnamenti dell'emergenza coronavirus secondo il consigliere federale Ignazio Cassis. In un'intervista al Blick, il ticinese auspica un rapido ritorno alla normalità.

Con questa pandemia «è diventato chiaro che gli stock di emergenza di attrezzature medico-sanitarie sono importantissimi», afferma il ministro, medico di professione. È anche importante che in una situazione di crisi vi siano direttive e protocolli chiari che consentano di guidare il paese. Secondo Cassis, «i migliori piani contro la pandemia sono inutili se non si agisce con un obiettivo chiaro».

Il consigliere federale ritiene che la Svizzera debba tornare alla normalità il più presto possibile, «altrimenti - afferma scherzosamente - il capo potrebbe improvvisamente trarre piacere dall'essere il capo».

Da radicale per rapida apertura - Riferendosi alle voci, secondo le quali egli sarebbe stato in Consiglio federale uno dei fautori di una più rapida riapertura di negozi e attività commerciali, Cassis rileva che il governo mira ad allentare le misure il più presto possibile, rispettando tuttavia l'esigenza di garantire la miglior protezione possibile della popolazione.

Quella economica è «una questione esistenziale per il paese», secondo il ministro. Per il consigliere federale bisognerà al più presto esaminare i libri contabili e «verificare l'affidabilità del nostro piano d'azione».

Interpellato dal Blick in merito a una sua difficile posizione in quanto ticinese (il canton Ticino frena riguardo all'allentamento del lockdown) e radicale (il partito scalpita per far ripartire l'economia), Cassis ammette di trovarsi «sotto tensione». Ma - aggiunge - «la cosa cruciale è che abbiamo l'epidemia sotto controllo e una sufficiente capacità ospedaliera».

Vacanze estive ancora in forse - Riguardo al rapido ritorno alla normalità e all'imminente stagione delle vacanze estive, il consigliere federale ha affermato che le frontiere verranno aperte gradualmente, «in consultazione con i paesi vicini».

Ma è troppo presto per rispondere alla domanda quando e dove di potrà andare in vacanza all'estero. «Per come stanno le cose attualmente, quest'estate sarà possibile farlo solo in misura limitata», aggiunge Cassis, che dal canto suo passerà le ferie in Ticino.

Accordo quadro in secondo piano - Interrogato sulla sua mancanza di visibilità pubblica durante la crisi di Covid-19, il consigliere federale ribadisce di essersi comportato in maniera consona alla sua funzione: «sono il ministro degli esteri, non quello della salute». Durante la crisi è importante il ruolo rivestito al momento, non la professione originale, aggiunge.

Il medico ticinese non ha tuttavia mancato durante le riunioni del Consiglio federale di mettere a disposizione tutte le sue conoscenze e competenze scientifiche: «quando fornivo spiegazioni tecniche, i miei colleghi di governo a volte mi guardavano in modo strano».

In questo periodo di crisi quello che finora era considerato il dossier prioritario del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ossia le relazioni della Svizzera con l'Unione europea (UE), ha perso d'importanza: «ciò che conta ora è salvare vite umane ed evitare conseguenze economiche catastrofiche», afferma Cassis. L'accordo quadro con l'UE tornerà d'attualità solo in autunno o all'inizio del 2021.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
15 ore
La Svizzera come l'Irlanda: «Sigarette a quindici euro»
Le associazioni attive nella prevenzione suggeriscono di prendere spunto dall'esempio estero
SVIZZERA
15 ore
Manifestazioni in diverse città svizzere
Proteste contro i provvedimenti anti-Covid. Ma a Berna è sceso in piazza il fronte opposto
SVIZZERA
15 ore
La panne ha messo k.o. soprattutto i certificati esteri
Il guasto si è verificato durante alcuni lavori di manutenzione da parte dei tecnici dell'Ue
SVIZZERA
18 ore
I Verdi liberali puntano al Governo federale
Lo ha affermato il presidente Jürg Grossen nell'ambito dell'odierna assemblea dei delegati
SVIZZERA
19 ore
La Svizzera esclusa (in parte) dal turismo asiatico
Swiss non può volare a Singapore. Il motivo: non ci sono ancora abbastanza cittadini con due dosi di vaccino
SAN GALLO
19 ore
Completamente ubriaco, si addormenta in auto... in mezzo alla strada
È successo questa mattina alle cinque a San Gallo. La sua patente straniera è stata annullata
SVIZZERA
20 ore
Carrozze a prova di tifosi
Le FFS ne stanno preparando 35. Saranno usate per il trasporto dei tifosi diretti alle partite in trasferta
Glarona
22 ore
Omicidio a Netstal: trovata morta in un parcheggio una 30enne
Il presunto autore si è consegnato alla polizia in seguito all'atto
SVIZZERA
22 ore
I malati di Long-Covid in campo per convincere i non vaccinati
L’UFSP si prepara per la sua offensiva di vaccinazione e cerca persone ancora affette dagli strascichi della malattia.
SVIZZERA
22 ore
«Mille franchi in regalo a chi mi porta un cuoco per il mio ristorante»
La forte carenza di personale preoccupa il mondo della ristorazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile