Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
SVIZZERA
22.04.20 - 21:120
Aggiornamento : 21:37

Sono arrivati nel nostro Paese i macchinari per produrre mascherine

Le macchine, che producono maschere di tipo FFP2, saranno installate a Flawil nei prossimi giorni

Il finanziamento è stato condiviso dalla Confederazione e dal Canton Zurigo

BERNA - Le macchine per la produzione di maschere FFP2 sono giunte questa sera in Svizzera.

Si tratta di due linee di produzione di maschere FFP2, che sono atterrate in serata a Zurigo mediante un volo della SWISS in provenienza da Shanghai. I due macchinari saranno installati presso la Flawa Consumer GmbH di Flawil nei prossimi giorni. Lo ha comunicato il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS).

L'avvio della produzione della mascherine dovrebbe avvenire al più tardi a metà maggio, e quando saranno a pieno regime, i macchinari potranno produrre tra le 80'000 e le 100'000 mascherine FFP2 al giorno. Questo permetterà in modo significativo di sopperire alla carenza di maschere a livello nazionale, in particolare per il personale sanitario.

Negli scorsi giorni, prima del viaggio in aereo, le due macchine sono state sottoposte ad operazioni di collaudo presso lo stabilimento di produzione in Cina, ed in seguito trasportate all'aeroporto di Shanghai.

Nelle prossime due settimane, continua la nota del Consiglio federale, le due macchine saranno assemblate dall’azienda Flawa Consumer GmbH di Flawil, specializzata nella fabbricazione di prodotti in cotone idrofilo, e che si è annunciata come partner di produzione. L'assemblamento avverrà con l'aiuto di personale tecnico proveniente dalla Cina. In seguito è prevista la certificazione e l'autorizzazione all'uso.

A finanziare gli apparecchi sono stati la Confederazione e il Canton Zurigo, che si sono ripartiti i costi in parti uguali (800'000 franchi per macchina). A riservare i due macchinari è stata l'azienda AUTEFA, rispondendo ad un invito lanciato dalla Swissmem, l'associazione dell'industria metalmeccanica ed elettrica svizzera. 

Un possibile ulteriore impiego delle macchine dopo la pandemia sarà deciso in un secondo momento.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 6 mesi fa su tio
SEMPRE PIÙ FUORI DI TESTA :-(
Manubgm Bogio 6 mesi fa su fb
E speriamo che poi siano disponibili per tutti a prezzi ragionevoli!
Manubgm Bogio 6 mesi fa su fb
Ecco che la Cina , grazie al virus che si è “fatta scappare” incrementa le sue entrate.... tutto calcolato... 😭
seo56 6 mesi fa su tio
Per poi venderle a prezzi esorbitanti. Meglio prenderle in Cina.
Francesco Tilocca 6 mesi fa su fb
chi le userà questi macchinari ? quale ditta ?
Marco Miozzari 6 mesi fa su fb
Francesco Tilocca sarà di qualche parente dei consiglieri
lui63 6 mesi fa su tio
Con tutte le aziende meccaniche in Svizzera siamo andati ad acquistarle in Cina. Complimenti a chi ha deciso
Trudi Damioli 6 mesi fa su fb
E ora, basta Cinesi i soldi rimangono in.🇨🇭🇨🇭
Mara Athena 6 mesi fa su fb
... bene , però ora anche un bel corso su come vanno indossate , tenute, tolte , sostituite , ecc
pillola rossa 6 mesi fa su tio
Ahahahah
Ilario Valsangiacomo 6 mesi fa su fb
Ma non siamo in grado di costruirle in ch 🙈
Carlo Banfi 6 mesi fa su fb
Ilario Valsangiacomo le nostre sarebbero anche più affidabili ma avrebbero il solito difetto di costare il triplo.
Maurizio Di Felice 6 mesi fa su fb
E alla fine si torna dai cinesi a comprare così si sentiranno sempre di più superiori e più potenti!! E sicuramente non sarà solo la Svizzera a comprargliele e loro a quel punto si sfregheranno le mani...🙈
Giancarlo Baffa 6 mesi fa su fb
Maurizio Di Felice costruiscile tu allora
Pasquale Bartucca 6 mesi fa su fb
E per chi sarebbero?? Per venderli all’estero forse qui non servono tutto apposto
VECCHIOTTO 6 mesi fa su tio
Quando c'è volontà tutto si può fare. Bravi
Arminda Armi 6 mesi fa su fb
Cosi* qualcuno potrà dire , che: : la " nostra industria (occidentale) "è all avanguardia anche nel campo di questi macchinari. . Poi si diceva che : Giapponesi e Cinesi ,giravano il mondo a fotografare tutto per copiarci ( rubare ) la nostra tecnologia. . Non solo producono e vendono prodotti made in Asia, ma ora vendono pure i macchinari per produrli. Di questo passo , se avranno interesse , tra meno di 30/40 anni produrranno e venderanno anche aerei commerciali , satelliti, ed altre tecnologie ,che pensavamo essere di nostra unica competenza.
Giancarlo Baffa 6 mesi fa su fb
Arminda Armi e quindi? Il cellulare da cui scrive, dove pensa sia stato costruito?
Arminda Armi 6 mesi fa su fb
Giancarlo Baffa.. E quindi ,niente ,continuate cosi* ,esportate tecnologia, conoscenze ,macchinari, posti di lavoro perchè da noi costa troppo. A guadagnarci sarà chi muove i capitali, poi i figli ,quando avranno terminato gli studi faranno la valigia ed andranno a cercare lavoro all estero.
Daniele Pizzelli 6 mesi fa su fb
Guardi che hanno già mandato "satelliti" sulla luna.
Arminda Armi 6 mesi fa su fb
Daniele Pizzelli Lo sappiamo bene , ma sin ora non ne hanno venduti a paesi occidentali,ne satelliti ne altre tecnologie di punta. E comunque sia , vale la risposta data al sig. Giancarlo Baffa. A furia di portare posti di lavoro all estero ,dove a guadagnarci sono gli imprenditori ,investitori , banchieri ecc. i nostri figli ,terminati gli studi ,faranno la valigia ed andranno in cerca di lavoro all estero. è questo quello che vogliamo ? è quello che vorranno i n/s nipoti ? Poi le rendite AVS e altre forme pensionistiche ,visto che il rapporto sarà 1 a 2 tra percepitori di rendite e lavoratori precari , la chiederete ai Paesi asiatici...
Maria Grazia Proietti 6 mesi fa su fb
Alessandro Pettorossi
Elena Anelli 6 mesi fa su fb
Povera Svizzera con tanta scienza e ricerca non hanno mai pensato che forse una mascherina poteva essere utile🙈🙈🙈
ciapp 6 mesi fa su tio
eh al prezzo di 5 fr a mascherina ?
Lorena Galigani Ongaro 6 mesi fa su fb
Allora da metà maggio diventeranno obbligatorie,vedremo....
Dunja Meyer 6 mesi fa su fb
Lorena Galigani Ongaro infatti...
Carla Roque 6 mesi fa su fb
Miséria
Jacques Flury 6 mesi fa su fb
👍🏻😉😷
Diego Masucci 6 mesi fa su fb
Alla fine chi guadagna è comunque la Cina 🤔
Monica Gemelli 6 mesi fa su fb
Diego Masucci esatto! Prima ci impestano e poi ci vendono macchinari e mascherine! 🙄🙄🙄
Stefania Domina 6 mesi fa su fb
Mettiamola così: ci hanno guadagnato adesso, ma almeno d'ora in poi la Svizzera potrà produrre le mascherine da sé.
Becco Giovanni 6 mesi fa su fb
Stefania Domina siamo 8 milioni e per produrre 8 mio di mascherine ci vogliono 80gg, una mascherina dicono duri una decina di ore .... alla fine dovremo comunque continuare a comprargliele
Stefania Domina 6 mesi fa su fb
Becco Giovanni magari ne compreremo meno di prima...almeno spero. E poi, se si va avanti con la politica del "blocchiamo alla frontiera e sequestriamo quel che é stato regolarmente comprato da un altro Paese", prima o poi dovremo pur cercare di farcela da soli...ha sentito, per esempio, cosa é capitato alcuni giorni fa? Un carico di materiale sanitario (mi pare fossero mascherine) prodotto in Cina e pronto per la spedizione -in non ricordo quale nazione- é stato ricomprato proprio lì all'aeroporto cinese dagli americani, per tre volte il suo valore. E un governatore (mi sembra che anche in quel caso fosse americano) é andato fino in Cina per "andare a prendere personalmente" il carico di mascherine che aveva fatto acquistare per il territorio d lui amministrato, pur di evitare che andasse invece a finire chissà dove.
Becco Giovanni 6 mesi fa su fb
Stefania Domina certo certo con quello sono d’accordo, più ne produciamo più siamo “autosufficienti”. Poi spero le produrranno anche quando non saremo in emergenza sanitaria in modo da poter fare delle scorte.
Dunja Meyer 6 mesi fa su fb
Becco Giovanni 4 ore quella chirurgica
Becco Giovanni 6 mesi fa su fb
Dunja Meyer quelle che verranno prodotte sono le ffp2
Giancarlo Baffa 6 mesi fa su fb
Diego Masucci già, potevi costruirle tu
Milano Milano 6 mesi fa su fb
Giancarlo Baffa in altri paesi hanno convertito società ferme per il virus nella produzione di mascherine
Milano Milano 6 mesi fa su fb
Stefania Domina che l’America compri dalla Cina, soprattutto in questo momento, è altamente improbabile.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
1 ora
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
4 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
6 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
7 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
7 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
SVIZZERA
9 ore
UDC e Verdi, le assemblee dei delegati si tengono online
I democentristi discuteranno in particolare dell'accordo quadro. Gli ecologisti di politica agricola.
SVIZZERA
10 ore
«Non servono nuove regole, ma ogni giorno conta»
Marcel Tanner, membro della Task Force Covid-19, si dice allarmato per il rapido aumento di casi in Svizzera.
BASILEA CITTÀ
11 ore
«Ha detto che avrebbe sparato al prossimo senza mascherina»
A.Z. ha un certificato medico, ma la gente non lo sa. E ogni giorno raccoglie insulti sui mezzi pubblici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile