Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
11.04.20 - 12:530

Diritti televisivi a buon mercato, procedimento archiviato

Resta aperto contro Blatter quello per il controverso pagamento di 2 milioni di franchi a Michel Platini

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) intende archiviare una parte del procedimento penale contro l'ex presidente della Federazione internazionale di calcio (FIFA) Sepp Blatter. L'altovallesano non sarà perseguito per aver concesso diritti televisivi troppo a buon mercato all'Unione calcistica dei Caraibi (CFU).

Si tratta di uno dei due filoni del procedimento penale avviato contro Blatter nel 2015 per sospetti di amministrazione infedele e appropriazione indebita. L'ex dirigente della FIFA e la CFU sono stati informati, ha indicato il MPC a Keystone-ATS, facendo riferimento a notizie pubblicate ieri dai quotidiani francese e tedesco Le Monde e Süddeutsche Zeitung.

Blatter, oggi 84enne, era sospettato di aver firmato un "contratto sfavorevole alla FIFA" con la CFU, allora guidata da Jack Warner. Quest'ultimo è stato radiato a vita dalla FIFA e incriminato per corruzione dalla giustizia statunitense.

Il contratto, rescisso nel 2011, attribuiva alla CFU i diritti televisivi per i mondiali di calcio del 2010 e del 2014 per 600'000 dollari (circa 590'000 franchi al cambio attuale). Tale somma era ritenuta ben al di sotto del prezzo di mercato.

L'altro aspetto del procedimento penale contro Blatter rimane aperto: si tratta del controverso pagamento di 2 milioni di franchi, nel febbraio del 2011, all'allora presidente dell'Unione delle associazioni calcistiche europee (UEFA) Michel Platini.

L'altovallesano, che è stato presidente della FIFA fino al 2015, ha giustificato il pagamento citando il ruolo di Platini come consulente della FIFA tra il gennaio 1999 e il giugno 2002.

«Una volta chiuso anche il caso relativo al pagamento dei 2 milioni di franchi a Platini, chiederò alla FIFA la mia riabilitazione, poiché la mia sospensione decisa dal Comitato etico della FIFA - per sei anni - è stata effettuata sulla base delle accuse formulate dalla giustizia svizzera», ha affermato Blatter.

Questi era stato sentito «come imputato» dal MPC nella procedura penale. La procura federale aveva condotto una perquisizione, con la polizia federale, presso la sede centrale della FIFA a Zurigo.

Anche Michel Platini è stato interrogato, ma solo «come persona chiamata a fornire informazioni», secondo il PMC. Ha confermato il pagamento di 2 milioni e ha spiegato, come Blatter, che l'importo era stato versato per il lavoro svolto in base a un contratto con la FIFA.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
8 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
9 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
10 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
12 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
12 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
13 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
14 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
15 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
16 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
17 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile