keystone-sda.ch (Alessandro Crinari)
SVIZZERA
27.03.20 - 06:470
Aggiornamento : 09:41

Cure intense, giovedì prossimo i posti letto potrebbero essere esauriti

Secondo uno studio del Politecnico di Zurigo potrebbero servire 1000 posti supplementari

ZURIGO - In Svizzera potrebbe verificarsi una carenza di posti letto in terapia intensiva a partire da giovedì della settimana prossima a causa dell’epidemia di coronavirus. È quanto sostiene uno studio del Politecnico di Zurigo, pubblicato questa mattina dal quotidiano "La Liberté".

Il calcolo è stato effettuato sulla base di una stima di 979 posti attuali e il numero di decessi provocati dalla malattia. «Il nostro ultimo rapporto suggerisce che il sistema è prossimo alla saturazione», ha spiegato in un’intervista il professor Thomas Van Boeckel, assistente presso l’ETH. Secondo lo studio, potrebbero essere necessari fino a 1000 posti letto supplementari.

Oltre al Ticino, anche i cantoni di Vaud, Ginevra, Vallese e Grigioni potrebbero in quest’ottica oltrepassare la propria capacità massima. «Secondo i nostri modelli, arriveremo a una carenza diffusa il prossimo 2 aprile ».

Le stime dello studio, viene però precisato, non tengono conto dei dati che gli ospedali sono tenuti a trasmettere al Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) dallo scorso 13 marzo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
29 min
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
2 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
3 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
5 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
5 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
6 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
9 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
17 ore
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
23 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
1 gior
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile