Keystone
SVIZZERA
22.03.20 - 11:220
Aggiornamento : 15:48

Seduti vicini nei parchi e bambini che giocano insieme

La polizia è intervenuta ancora troppe volte nel corso dell'ultima settimana.

«Siamo consapevoli che molte libertà sono attualmente limitate, ma è l'unico modo per proteggere chi è a rischio».

BERNA - La maggior parte della popolazione si attiene alle disposizioni del Consiglio federale per lottare contro il coronavirus. Ma ci sono anche "pecore nere" che tengono impegnata la polizia. «La scorsa settimana gli agenti sono stati costretti a intervenire troppo spesso», ha detto Stefan Blättler, presidente dei comandanti cantonali di polizia, in un'intervista al SonntagsBlick.

In tutta la Svizzera, la polizia ha rilevato che la gente non rispetta la disposizione riguardo al distanziamento sociale. «Erano seduti insieme nei parchi, passeggiavano in grandi gruppi lungo il lago, e si mantenevano a malapena a distanza». In definitiva è una questione di buon senso, ha affermato Blättler. In questa situazione non si è solo responsabili delle proprie azioni, ma anche delle conseguenze che queste azioni hanno per gli altri. «Abbiamo bisogno dell'intera popolazione per contenere la diffusione del virus».

Tuttavia, Blätter ha notato un miglioramento della situazione. La differenza rispetto a sabato scorso è notevole: «La vita ha decisamente rallentato». Resta da vedere se le nuove misure del Consiglio federale saranno efficaci e se la polizia raggiungerà coloro che finora sono stati incorreggibili.

Genitori e figli - Gli agenti di polizia hanno anche avuto molte discussioni con i genitori che lasciano i loro figli giocare insieme all'aperto. Anche questi vengono mandati a casa, il che a volte non viene compreso. Blättler fa appello ai genitori affinché accettino la loro particolare responsabilità. «Siamo consapevoli che molte libertà sono attualmente limitate, ma è l'unico modo per proteggere chi è a rischio».

Il Consiglio federale invita le persone a rimanere a casa per quanto possibile e a mantenere una distanza di almeno due metri. Da venerdì, gli assembramenti di oltre cinque persone sono vietati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
56 min
Strage di Rupperswil, poliziotto nei guai
Un agente condannato per avere trasmesso informazioni confidenziali ai famigliari delle vittime
SVIZZERA
1 ora
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
2 ore
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
2 ore
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
2 ore
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
3 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
4 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
4 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
4 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile