Immobili
Veicoli
Ti Press (archivio)
SVIZZERA
18.03.20 - 17:430

Gli asili nido chiedono regole unitarie e garanzie

Dovendo restare aperti, sono confrontati a diverse incertezze

BERNA - Asili nido, famiglie diurne e altre strutture d'accoglienza per bambini - che a differenza delle scuole in linea di principio devono restare aperti - sono confrontate a grandi sfide e incertezze nell'attuale crisi del coronavirus. L'associazione del ramo Kibesuisse chiede pertanto soluzioni perché venga garantita la liquidità così come un'estensione degli accordi di prestazione.

Chiusure in seguito a casi di penuria di personale per malattia sono uno scenario possibile per il quale servono presto misure finanziarie, ad esempio forme estese di lavoro ridotto. Anche per le famiglie diurne la situazione attuale comporta drastiche riduzioni delle entrate, perciò la Federazione svizzera delle strutture d'accoglienza per l'infanzia Kibesuisse chiede la creazione di un fondo d'emergenza per evitare insolvenze.

In un comunicato l'organizzazione ricorda inoltre che l'applicazione delle disposizioni federali diverge molto tra i cantoni, e ciò suscita grande incertezza tra le istituzioni così come tra i genitori. Molti cantoni invitano questi ultimi ad accudire loro stessi i propri figli e a dare la precedenza a chi non può farlo così da sgravare le strutture d'accoglienza. Questo atto di solidarietà - viene messo in chiaro - non esonera i genitori dal pagamento dei contributi: è assolutamente necessario che le istituzioni siano a disposizione anche dopo la crisi del coronavirus.

Kibesuisse mette anche in guardia dalla creazione di strutture parallele, in quanto i bambini piccoli hanno bisogno del contesto e delle persone di riferimento cui sono abituati. Piuttosto sarebbe utile la creazione di enti di coordinamento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CITTÀ
9 min
Incidente in piscina, bimba in condizioni critiche
Sono stati due ragazzi a estrarre la piccola dall'acqua
VAUD
47 min
Kitesurfer gravemente ferito dall'elica di una barca
L'incidente al largo di Montreux, un 21enne è stato trasportato in ospedale
SVIZZERA
3 ore
Vaiolo delle scimmie, c'è il primo caso in Svizzera
Stando all'UFSP è stato riscontrato nel canton Berna, l'allerta non è alta: «Monitoriamo la situazione»
ZURIGO
6 ore
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
7 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
8 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
11 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
22 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
23 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
SVIZZERA
1 gior
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile