Keystone
Le serrande vanno abbassate ovunque.
SVIZZERA
18.03.20 - 14:410

Negozi e ristoranti aperti nonostante il divieto, scattano le prime denunce

Le infrazioni si registrano soprattutto nel canton Vallese.

A Nendaz una ventina di persone erano riunite sulla terrazza di un locale. A Sion la proprietaria di un negozio di abbigliamento aveva tenuto aperto.

SION - Fioccano le prime denunce per chi non rispetta le prescrizioni del Consiglio federale volte a contenere l'epidemia di coronavirus. La polizia vallesana, per esempio, ieri ha dovuto constatare le prime infrazioni.

A Nendaz, la polizia comunale ha notato una ventina di persone riunite sulla terrazza di un ristorante intente a bere. Presenti nella struttura anche i dipendenti. Situazione simile a Steg, dove una coppia si stava facendo servire qualcosa da bere. A Sion, la polizia ha denunciato la proprietaria di un negozio di abbigliamento rimasto aperto.

Chiunque violi le disposizioni dell'esecutivo rischia una pena pecuniaria o la reclusione fino a tre anni. In Vallese, per esempio, la polizia ha interrogato le persone colte in fallo e trasmesso il dossier alla procura.

Stando a diversi testimoni sentiti da Keystone-ATS, nelle grandi città la polizia sembra più presente nelle strade. Tuttavia, non si notano interventi per far rispettare l'ordinanza del Governo.

Finora non si segnalano denunce negli altri cantoni. Le forze dell'ordine però si fanno vedere, come indicato a keystone-ATS dalla portavoce della polizia bernese Jolanda Egger, secondo cui non ci sono più agenti in servizio, semplicemente la loro presenza si nota maggiormente. A ogni modo, le persone sembrano aver capito le indicazioni del Consiglio federale.

Anche a Basilea-Città tutto tranquillo, secondo il portavoce della polizia cantonale Toprak Yerguz. Alla popolazione viene detto ciò che è lecito e ciò che non lo è. Qualora vengano trovati negozi ancora aperti, i proprietari o gestori vengono invitati ad abbassare subito la serranda.

A Zurigo fino a mezzogiorno la città sembrava deserta. La polizia comunale non è dovuta intervenire per disperdere gruppi di persone. Nessuna denuncia è stata spiccata finora. Le autorità cantonali hanno fatto chiaramente capire che non tollererà riunioni con più di 15 persone. «Chi si rifiuterà di disperdersi volontariamente - indica il Dipartimento della sicurezza in una nota - verrà dapprima ammonito, in seguito rischierà una denuncia. Queste regole valgono in tutte le città e in tutti i comuni del cantone: è infatti importante procedere in maniera unitaria».

In una nota, la polizia friburghese precisa di osservare con attenzione luoghi di ritrovo conosciuti. In caso di problemi, non esiterà ad intervenire e a denunciare i contravventori.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
10 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
12 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
12 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
12 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
13 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
ARGOVIA
14 ore
I vaccinati nel mirino dei truffatori
Nel Canton Argovia ignoti hanno contattato persone vaccinate chiedendo loro una donazione
FRIBURGO
14 ore
Salvato a un passo dal precipizio
Un escursionista di 70 anni si è perso ieri pomeriggio nei boschi di Marly.
SVIZZERA
15 ore
Nessuno sconto alla ristorazione (per ora)
I provvedimenti presentati dal Governo la scorsa settimana sono stati quasi completamente confermati.
SVIZZERA
15 ore
Tutti quei posti nel metalmeccanico portati via dalla pandemia
Sono migliaia, e le prospettive non sono rosee. L'appello di Swissmem: «Ancora 24 mesi di indennità»
SVIZZERA
15 ore
Utile netto in deciso aumento per EFG International
All'istituto, ben presente anche in Ticino, si guarda al futuro con ottimismo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile