Archivio Depositphotos
SVIZZERA
17.02.20 - 06:000

Quando gli apprendisti sono costretti a portare il caffè

Ai giovani in formazione vengono spesso affidati compiti non previsti nella loro funzione. I sindacati chiedono più controlli

ZURIGO - In ogni lavoro si comincia facendo la gavetta. Lo sanno bene gli apprendisti che si affacciano per la prima volta sul mondo del lavoro. E che spesso si ritrovano a eseguire compiti non previsti per la loro posizione. Lo conferma un recente studio dell’Istituto universitario federale per la formazione professionale: gli apprendisti «vengono sempre più spesso impiegati per attività produttive normalmente svolte da personale non qualificato».

Una situazione su cui gli esperti mettono in guardia: «È una direzione in cui non bisogna andare, in quanto gli apprendisti vanno formati per il loro futuro ruolo». Certo, può capitare di dover portare un caffè a qualcuno. «Ma certi compiti - sottolinea Kathrin Ziltener, segretaria nazionale dei Giovani Unia - devono essere proporzionati al resto del lavoro». E il sindacato, che è regolarmente confrontato con segnalazioni del genere, chiede più controlli da parte degli ispettori cantonali. «Alle aziende che trattano così i loro apprendisti andrebbe tolta l’autorizzazione a formare».

La vedono diversamente le divisioni della formazione professionale: un’intensificazione dei controlli non sarebbe necessaria. Sandra Kilchmann del Canton Lucerna afferma, inoltre, che nella maggior parte dei casi si trova una soluzione che soddisfa tutte le parti interessate. Anche l’Unione svizzera degli imprenditori si dice contrario alla richiesta dell’Unia, che viene definita come eccessiva: le attuali leggi sarebbero sufficienti per punire gli abusi.

Dalla pulizia dei gabinetti agli acquisti per la moglie del capo
Una piccola impresa l’aveva assunta come apprendista di commercio. Ma il suo compito era quello di portare il caffè alle riunioni con i clienti. Riunioni alle quali poi non poteva partecipare. «È il caso di una ragazza che in questo modo non ha imparato nulla sui rapporti con la clientela» racconta Kathrin Ziltener, segretaria nazionale dei Giovani Unia, fornendo anche altri esempi. Tra questi quello di un apprendista a cui veniva chiesto di fissare gli appuntamenti dal medico e prenotare le vacanze per il suo formatore. E non solo: doveva anche fare gli acquisti per la moglie del capo. Una droghiera in formazione aveva invece segnalato al sindacato di essere responsabile della pulizia quotidiana delle toilette aziendali. «Certo, a volte anche gli apprendisti possono svolgere certi incarichi» afferma Ziltener. «Ma non con questa frequenza». Poi c’è l’esperienza di un apprendista venditore, che ogni giorno doveva portare lo spuntino e il pranzo ai colleghi di lavoro: «Se tocca sempre al giovane in formazione, si tratta di una molestia». E infine il caso di un apprendista di commercio che ha dovuto tinteggiare il locale pausa.

Ecco il quadro legale
Gli apprendisti devono svolgere soltanto gli incarichi che corrispondono al loro profilo professionale. Ma questo non significa che dei compiti supplementari siano completamente vietati. È quanto afferma Roger Rudolph, esperto di diritto del lavoro, che sottolinea: «È una questione di quantità». Portare fuori il sacco dei rifiuti o effettuare un acquisto? Se avviene una volta alla settimana, tali incarichi possono ancora rientrare tra le richieste di un datore di lavoro. «Ma sarebbe eccessivo dover svolgere questi compiti quotidianamente». Gli incarichi in questione si potrebbero allora rifiutare dopo uno scritto d’avvertimento. Ed è anche possibile coinvolgere il competente ufficio per la formazione professionale.



Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Patrizia Daniela Piscina 9 mesi fa su fb
Pure in certi ospedali italiani fino agli anni 70,le ultime infermiere assunte preparavano il caffè ai medici ai primari! Nessuno si è mai scandalizzato! E pure un modo per socializzare con gli altri almeno in ospedale.
Taroni Morena 9 mesi fa su fb
Voglio vederli i sindacati entrare negli uffici cantonali ... 🤣🤣🤣🤣
Jessi Binda 9 mesi fa su fb
Al giorno d’oggi sento anche dipendenti non solo apprendisti
Erne Casini Muccio 9 mesi fa su fb
Fosse solo il caffè 🙄🤦🏻‍♀️
Adamo ReMida Jackson 9 mesi fa su fb
ma l'oggetto nella foto è un caffé o fotocopiatrice?
Angelica Fumagalli 9 mesi fa su fb
Io nei miei anni d'apprendistato dovevo occuparmi anche della nonna della mia capa, fare lavori che non c'entravano niente per la mamma di lei eppure sono ancora qua! 😂
Rumy Pittaluga 9 mesi fa su fb
Io alla mia apprendista la obbligo a prepararmi le torte per colazione!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Quando ho fatto io l'apprendistato andavo a comprare le bevande e i panini per il cosidetto,, Znüni,, sul cantiere. Non sono morto e in più prendevo qualche mancia. Preparavo il cantiere, come organizzare il guardaroba, l'acqua calda per lavarsi ecc. Il sabato mattina si andava in dittaa lavare le auto. A fine mese ti trovavi con 20, 30 franchi in più nella busta paga... Ah, dimenticavo il mestiere l'ho imparato con bravura. Cosa mi ha dato tutto questo? Che anche oggi faccio cose che non dovrei, per esempio riempire carta per la stampante, aiutare chi è in difficolta e tanto altro. Anche faccendo carriera si può restare umili.
lo spiaggiato 9 mesi fa su tio
E all'apprendista alla fine non resta che prendersi la soddisfazione di sputare nel caffè del capo... :-)))))
Jessica Lafranchi Schmid 9 mesi fa su fb
Forse anche buttare un occhio a certi ispettori di tirocinio “compiacenti”?
F.Netri 9 mesi fa su tio
Il caffè, dovremmo farcelo portare dal "giornalista"
Emanuelle Schwab 9 mesi fa su fb
Ma fatemi il piacere! Che problematica sarebbe?!
John Smith 9 mesi fa su fb
Problemi grassi... ma per favore...
Pier Carlo Apolinari 9 mesi fa su fb
È iniziando dal basso, e con umiltà, che si fa strada, non mostrandosi arroganti dal primo giorno.
Olga Alvachin 9 mesi fa su fb
Bisogna fare un po di chiarezza .. portare il caffè al capo o ai clienti non è niente di disdicevole.. a patto che si venga istruiti per il lavoro che si è stato assunti come apprendista ... passare L aspirapolvere in un negozio fa parte del imparare a gestire un negozio .. dalla pulizia alla vendita come pure per i conti .. io stessa come asistente di gestione patrimoniale portavo il caffè ( anche per me ) e preparavo i documenti ed ero partecipe alla maggior parte delle riunioni tra clienti e gestori. Bisogna fare distinzione ragazzi e come in tutte le cose non esagerare .. certo che se un apprendista ogni giorno ha compiti non inerenti per la sua formazione quello è grave .. ma se nel contesto porta il caffè e deve svuotare dei cestini del ufficio per poi proseguire la giornata di apprendimento allora non vedo il problema .
albertolupo 9 mesi fa su tio
Come al solito il titolo scritto "ad minchiam". In realtà il tema non è preparare il caffè per le riunioni (che invece ci sta tutto), ma di fare regolarmente cose che non c'entrano con il proprio lavoro...
Stefano Bianchi 9 mesi fa su fb
<<Io, quando potevo portare il caffè, in certi posti di lavoro e solo con certi "colleghi", ero ben felice di poterlo fare. Finito di versare la bevanda e dopo aver scelto la giusta quantità di glucosio; aggiungevo (ovviamente di nascosto!) il "tocco finale", un mio brevetto. Ci sputazzavo dentro. E senza ritegno alcuno. Dopo tanti di questi servizi-bar, nel susseguirsi del tempo; rammento di essere diventata esperta a produrre suddetta bevanda; con soddisfazione piena da parte di superiori, capi, capetti, mezzi capetti e pseudo colleghe/i. Buona parte di costoro, ogni tanto, incontrandomi nei corridoi, tesseva le mie lodi; tipo: "Eccola qua la nostra nuova stagista! Ma che bella gioventù! Eppoi fa un caffè squisito! Mi confidi il suo segreto, signorina!" Il mio segreto era un sorrisino di circostanza, e il pensiero di aver distribuito a pioggia tutti quei caffè sputazzati. Valevano più di mille aumenti. Avevano il gusto di mille stipendi.>> (dal web) Ecco.
Natascha von Arx 9 mesi fa su fb
Dopo le medie ho fatto un anno di apprendistato e sono stata assunta da un avvocato di Lugano. Praticamente quello che facevo era solo preparare il caffè con i biscotti, andare a lugano a prenderle creme e cremine o altre commissioni simili e prima di andarmene l'ho dovuta persino aiutare a fare il suo trasloco! Ah...e mi prendevo un sacco di insulti senza gratuitamente! Qui, in Ticino, 25 anni fa...
Olga Alvachin 9 mesi fa su fb
Natascha von Arx questo non va bene .. passa oltre a portare il caffè .. quelli sono i casi gravi.. dove non dovrebbero permettere di avere apprendisti ..
Natascha von Arx 9 mesi fa su fb
Alessandro Milani infatti poi ho fatto intervenite l'ufficio per la protezione degli apprendisti e quell'avvocato non ha più potuto assumerne...
Natascha von Arx 9 mesi fa su fb
Olga Alvachin infatti poi così è stato. Però è importante che i ragazzi sappiano che non tutto va bene. Che un datore di lavoro deve rispettarli e provvedere agli obblighi nei loro confronti istruendoli e prendendosene cura. Lo sfruttamento non è da tollerare.
Nati Bova 9 mesi fa su fb
Ma non é una novità.... sempre stato così, già negli anni ‘90!!!
Littletiger 9 mesi fa su tio
Mi chiedo se la maggior parte delle persone che hanno commentato l'articolo lo hanno effettivamente letto. Non si sta parlando di apprendisti che ogni tanto svolgono compiti come pulire o portare il caffè, bensì di apprendisti che fanno quasi esclusivamente quello, quindi non imparando un ciufolo del mestiere per il quale sono apprendisti. Oltre a questo ci tengo a far notare che se qualcosa succedeva "ai miei tempi" non voul dire in alcun modo che quella sia una cosa buona.
Mr Network 9 mesi fa su fb
Ecco la nuova generazione..gente che pretende e basta senza aver voglia di fare nulla!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Mr Network Ti sbagli. Sono nati tutti già sapendo tutto😂😂😂
Joelle Piffe 9 mesi fa su fb
Io dovevo portare a spasso il cane, comprare il pranzo a tutti su commissione, dare ripetizioni di tedesco ai figli, e mi fermo qui. Eppure non sono mica morta.... che problema inutile
Aron Clementi 9 mesi fa su fb
Joelle Piffe perché inutile?
Arciere 9 mesi fa su tio
Sono in disaccordo con la maggioranza qui. Umiltà non significa pulire i cessi e fare da maggiordomo a padroni cafoni e prepotenti. Per i cessi ci sono le donne delle pulizie, che hanno accettato tale mansione. Il caffè puoi anche fartelo da solo, come un grande. Idem gli appuntamenti dal medico e la spesa per la moglie. La dignità dell'apprendista e il suo ruolo nell'azienda vanno rispettati, l'apprendista non è un cagnolino per grossi cafoni frustrati che godono a umiliare in cambio di qualche centinaia di franchi al mese, e tocca ai sindacati e alle autorità di sorveglianza definire o ridefinire le regole del gioco. .
Zico 9 mesi fa su tio
la cosa è semplice: il direttore non è pagato per fare il caffè, idem il vicedirettore,idem l'impiegato, idem l'apprendista. aboliamo il caffè e facciamola finita. tutti hanno preparato il caffè: a me lo preparava il mio ex direttore di banca. e allora? sono vivo e vegeto e se lopreparavo per il miei colleghi lo facevo con piacere.
Bayron 9 mesi fa su tio
E allora non vedo problemi!!
Matteo Stauffacher 9 mesi fa su fb
Poveri piccoli che devono preparare il caffé e non è nelle loro funzioni. Buah buah
Dylan Abate 9 mesi fa su fb
Fabio Tami svuota il cestinoo
Flo Flo 9 mesi fa su fb
Io qualche volta lo faccio ancora ai miei colleghi ..... volentieri tra l’altro ...... e io odio il caffé!! Ahahhah
Angelo Monno 9 mesi fa su fb
Shaldone Gaongen Melark K Salby 😜😜
Luisella Brusa Antonini 9 mesi fa su fb
Io diversi anni fa dovevo andare a pulire l ufficio wc ecc mezzora prima fare commissioni varie ma ero contenta faceva parte del dovere
Marco Casartelli 9 mesi fa su fb
Nel 2000 ho fatto uno stage di una settimana in uno di due noti negozi di vestiti a Locarno (per fortuna ora chiusi entrambi, sia quello che dirigeva il marito che quello che dirigeva la moglie). Dovevo apparecchiare la tavola a loro e ai loro amichetti, tavolata di 10/20 persone, e sparecchiare e lavare i piatti. Diciamo pure che mi pareva un apprendistato di cameriere/lavapiatti, più che di vendita. E lo stesso toccava a tutti coloro che sono passati sotto queste due belle persone (i re di Locarno), che davano solo mezza giornata di libero alla settimana invece che una intera, senza contare come si veniva trattati. A nulla sono servite le segnalazioni all'ispettrice della vendita, che ci rispondeva: tacete anche se avete ragione, sopportate per potervi fare l'attestato AFC.
Elviana Ella 9 mesi fa su fb
Marco Casartelli successo anche a me.. A Lugano però.. Ho resistito solo 3 giorni.. Poi viaaa
Marco Casartelli 9 mesi fa su fb
Elviana Ella, anch'io, fatto lo stage e addio. Poi ho fatto il mio triennale AFC presso una grande azienda seria.
Mara Athena 9 mesi fa su fb
... e quindi ? Anche io feci caffè ai miei superiori e preparavo o chiedevo per le riunioni . Fa parte anche questo , di imparare caratterialmente chiedere e porsi ... non è mai morto nessuno .
Marisa Simoni 9 mesi fa su fb
E sì che l'articolo parla chiaro, eh! Parla di mancata proporzionalità nello svolgere mansioni non pertinenti alla propria formazione ma qui tutti a sdoganare lo sfruttamento e la mancanza di rispetto come mali necessari a formare una persona professionalmente.
Pier Carlo Apolinari 9 mesi fa su fb
Marisa Simoni imparare a servire non è un male, un apprendista non ha formazione, deve apprendere, anche a ubbidire.
Marisa Simoni 9 mesi fa su fb
Pier Carlo Apolinari Dunque, secondo il suo ragionamento, se chiedo all'apprendista macellaio di imbiancare il retrobottega o pulire i gabinetti, deve ubbidire? Perché è di questo che si parla nell'articolo, della recrudescenza qualitativa della formazione, perché ci sono apprendisti assunti per svolgere (a basso costo) mansioni non pertinenti alla professione scelta.
Igor Doct 9 mesi fa su fb
Era ora che qualcuno si accorgesse di questa cosa
Canis Majoris 9 mesi fa su tio
Si chiama gavetta! Aiuta ad imparare umiltà visto che certi genitori trattano i figli da amici e non da genitori
Mattiatr 9 mesi fa su tio
@Canis Majoris Io ho passato intere settimane chiuso in uno stanzino a stampare piani, perché quella è una mansione da apprendista. Fino a prova contraria un impiegato pienamente produttivo è sprecato in determinate mansioni. Ci sono però due tipi di persone, quelli che si impegnano pure in quella mansione perché hanno passione per la professione, e chi piange sui giornali.
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Se ti fanno ANCHE fare questi compiti, insegnandoti comunque il mestiere in modo che tu possa passare gli esami di fine apprendistato, è un conto. Oggigiorno c'è invece, soprattutto nelle professioni dell'artigianato, il giochetto di sfruttare apprendisti come tuttofare mal pagati che, arrivando all'esame finale pratico, lo bocciano perché nei tre anni nessuno in ditta aveva l'interesse ad insegnare la professione. Tanto, nelle stesse ditte il "vero" lavoro lo fanno i frontalieri, professionisti con una lunghissims esperienza, assunti al minimo sindacale perché non dispongono di AFC svizzero. Un sistema schifoso.
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Lisa S. Bona concordo.. a parte sull inizio.. Non devono fare ANCHE i caffè. Se capita, che un capo sia strapreso e non riesce a muoversi per prendersi manco un caffè, e lo chiede gentilmente, è un conto.. Se è lì tranquillo, e te lo chiede sempre, un altro. Gli apprendisti non sono lì per fare i servetti della ditta. Devono solo imparare a lavorare. Anche sta cosa che dicono dei cestini ecc.. Ma che prendano una signora delle pulizie per farlo. E c è chi dice sia giusto, perché lo ha fatto. Non ho parole. Cervello sotto ai piedi. Degli altri.
francox 9 mesi fa su tio
Il bocia fa il caffè, da sempre. Oltre ad imparare il mestiere, impara un minimo di umiltà, oggi estinta.
Mattiatr 9 mesi fa su tio
@francox Questo lo fanno pure nel mio attuale ufficio in CH DE. Non sono attività che a me piacerebbe fare, ma il capo come filosofia formativa ha scelto di adottare quella. Inoltre danno sostegno al segretariato rispondendo a chiamate di clienti e indirizzandole ai vari ingegneri. Questo invece trovo sia molto utile perché imparano a combattere la timidezza e ad avere contatti con i committenti.
Luca DS 9 mesi fa su fb
Ma il caffè è nella norma direi... raccogliere la spazzatura dopo essersi laureato e mentre si fa la tesi di Master in uno stage non pagato fa un po’ più inca.......!
Katia Rodrigues 9 mesi fa su fb
Adesso pure fare la gavetta non va bene? Ma chi vogliamo prendere in giro? E basta! L'abbiamo fatto tutti e si magari mentre lo fai ti da fastidio ma poi se hai un minimo di cervello capisci il perché te lo hanno fatto fare. Anche perché ormai molti genitori non sanno educare i figli e ti ritrovi apprendisti a lavoro che ti fanno diventare i capelli bianchi! E devi insegnargli anche cose basilari dandogli mansioni anche non inerenti al lavoro di base, ma che si ricollegano ad esso 😊
Tarok 9 mesi fa su tio
il caffè? me lo faccio da solo, ora che l apprendista accende il cervello e capisce come inserire la capsula. mai più apprendisti
Aurora Deva 9 mesi fa su fb
Si chiama gavetta l’abbiamo fatta tutti solo ora i giovani sembrano essere vittime in ogni cosa... su su fuori la paglietta e via! Se nn trovare lavoro vi lamentate, se lo trovate vi lamentate....
Atez 9 mesi fa su tio
Ho iniziato il mio apprendistato nel 1997 in una fiduciaria nel Luganese e il mio compito, oltre a quello di ricopiare sulla carta carbone con la macchina da scrivere le dichiarazioni fiscali, era quello di andare a fare la spesa al mercato il venerdì per la segretaria, acquistare i cartoni di carta alla migros e fare avanti e indietro varie volte, oltre ovviamente a fare il caffè a tutto lo staff e le pulizie in ufficio con aspirapolvere e cambi cestini. Questo non perché non si fidassero di me, andavo in posta a fare i pagamenti e in banca a fare i prelievi. Era umiliante. Piangevo tutte le mattine e i mezzogiorno quando dovevo rientrare dal pranzo. Me ne sono andata dopo un anno ed è stata la decisione migliore della mia vita.
Conny Majed 9 mesi fa su fb
Chi ha scritto questo articolo, ha fatto un tirocinio ? Sapete cos’è? Lo fatto 40 anni fa e i primi mesi non era una passeggiata, ma si sapeva che è così , ci ha rinforzato il carattere e quando si lavorava non servivano 2 per fare 1 .
Luna Rinaldi 9 mesi fa su fb
Quante storie per un caffè,manco chiedessero di pulire le scarpe 🙈🙈 si sa che in apprendistato ti può capitare di fare delle mansioni nn strettamente al tuo lavoro,ma nn è mai morto nessuno,si chiama GAVETTA, poi ovviamente c’è modo e modo di chiedere il caffè, perché se me lo chiedi con gentilezza ok,ma se lo chiedi con arroganza anche no
Rolf Banz 9 mesi fa su fb
costretti sono d'accordo, chiedere per favore è tutto un altra cosa
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Rolf Banz concordo, se non capita sempre.. perché altrimenti, è un per favore falso, detto solo per fare i finti carini e fartelo fare senza opporti
Nadia Romano Prandi 9 mesi fa su fb
La ditta per la quale lavoro (e ne conosco altre) forma una cinquantina di apprendisti all'anno. L'apprendista (nel canton Uri) viene considerato il futuro dell'azienda e per questo motivo viene seguito con particolare attenzione. Un apprendista rispettato sarà un buon collaboratore, cresciuto nella cultura del rispetto. Quando l'apprendista è visto come una perdita di tempo e viene utilizzato per svolgere mansioni inadatte al proprio compito la ditta ha il futuro segnato. Oggi non è ieri e il domani dipende dall'oggi.
Gloria Bergamo 9 mesi fa su fb
Nadia Romano Prandi 👍🏻👍🏻
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Sono con te.... ma fallo capire alle ditte ticinesi che preferiscono sfruttate gli apprendisti come tuttofare senza formarli ed assumere per le mansioni "vere" frontalieri con un enorme bagaglio professionale, ma senza AFC svizzero, pagando quindi quest'ultimi lo stipendio di un operaio non formato....
Patty Pedrazzi 9 mesi fa su fb
Nadia Romano Prandi ma qui non si parla di fargli fare solo caffè e fotocopie, ma se si fanno fare ANCHE questi compiti non vedo nulla di grave. Ovvio che deve esserci il giusto mix senza inoltre mancare di rispetto.
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Nadia Romano Prandi Ma anche quei apprendisti fanno ogni tanto il caffé, pulirano ecc.
Aron Clementi 9 mesi fa su fb
Marco Galati a me se mi trattano con rispetto e mi formano come si deve glielo faccio di mia volontà il caffè. 😉🤣
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Aron Clementi Il rispetto devi guadagnartelo.
Ade Gheiz 9 mesi fa su fb
Portare il caffe? Che si arrangino. Io vado a lavorare, non fare il camerier. Questo è nonnismo e non siamo nell’esercito. I lavoratori hanno dei diritti
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Ade Gheiz esatto. Ma c è gente che crede sia corretto solo perché è toccato anche a loro.. quanti cervelli vuoti che girano e parlano di dignità.. Si.. che si sono fatti togliere semmai 🤦‍♀️🤦‍♀️
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Sarah Ninna Però questi,, cervelli vuoti,, hanno fatto carriera 😉
Instrutor Negao Suíça 9 mesi fa su fb
Schiavitù moderno
Angelo Salvo 9 mesi fa su fb
Il caffè secondo me dovrebbero buttarlo in faccia a questi soggetti. Io personalmente farei così. Io non mi sognerei mai è poi mai di chiedere ad un apprendista di portarmi un caffè. È una mancanza di rispetto. L’ apprendista deve imparare il suo mestiere mica deve imparare a portare il caffè.
Luna Rinaldi 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo guarda che nn è mai morto nessuno per aver portato un caffè,poi ci lamentiamo che siamo circondati da giovani che nn sanno fare nulla e sopratutto senza un minimo di rispetto 🙈🙈
Conny Majed 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo allora è meglio che non cominci neanche a lavorare , quelli svegli invece hanno imparato il mondo a portare il cafe / ascolto oggi , ascolto domani / non è solo portare il cafe , ma sfruttare l’attimo / vabbè o si è svegli o ci si lamenta.
Angelo Salvo 9 mesi fa su fb
Luna Rinaldi io personalmente ho molti apprendisti e persone sotto di me e non mi sognerei mai di chiedere a qualcuno di portarmi un caffè. Giovani che non sanno fare nulla? Certo che non sanno fare nulla se invece di imparare il proprio mestiere e fare pratica devono portare ingiro i caffè. Alcuni miei apprendisti la mattina prima di arrivare al lavoro si fermano al negozio e portano da mangiare le brioche per tutti ma questo è una loro scelta. Hanno imparato da me. Io avvolte le ho prese e le ho offerte a tutti per colazione. Questo vuol dire fare parte di una squadra di un gruppo. Piuttosto che chiedere il caffè agli apprendisti sarebbe più utile insegnarli a fare bene il proprio mestiere.
Angelo Salvo 9 mesi fa su fb
Conny Majed io personalmente ho molti apprendisti e persone sotto di me e non mi sognerei mai di chiedere a qualcuno di portarmi un caffè. Giovani che non sanno fare nulla? Certo che non sanno fare nulla se invece di imparare il proprio mestiere e fare pratica devono portare ingiro i caffè. Alcuni miei apprendisti la mattina prima di arrivare al lavoro si fermano al negozio e portano da mangiare le brioche per tutti ma questo è una loro scelta. Hanno imparato da me. Io avvolte le ho prese e le ho offerte a tutti per colazione. Questo vuol dire fare parte di una squadra di un gruppo. Piuttosto che chiedere il caffè agli apprendisti sarebbe più utile insegnarli a fare bene il proprio mestiere.
Raffaella Norsa 9 mesi fa su fb
Conny Majed io ho la maturità più tre anni supplementari post maturità e al mio primo impiego a tempo pieno dovevo portare il caffè e svuotare i cestini, la cosa non mi ha mai sconvolto!
Conny Majed 9 mesi fa su fb
Raffaella Norsa lei no ha capito il senso / anche io a me personalmente non faccio portare il cafe / parliamo se c’è una riunione , se c’è bisogno/ guardi che io come titolare ancora oggi ,prima che chiamo ai mie dipendenti se sono impegnati/ pulisco io il bagno/ infatti uno dei più accogliente nel Luganese😂
Angelo Salvo 9 mesi fa su fb
Raffaella Norsa mi dispiace per te che hai studiato per niente. Anni di studio per portare il caffè e svuotare i cestini. Secondo me alcune persone dovrebbero avere un po’ più di autostima è puntare più in alto che portare i caffè e svuotare i cestini. L’importante è credere in se stessi. Ci sono persone che si accontentato di portare i caffè. Poi ci sono persone che magari hanno altri scopi nella vita. Albert Einstein diceva solo una persona talmente folle che crede di poter cambiare il mondo lo può cambiare veramente. O la mente è come un paracadute funziona solo se si apre. Ecco io personalmente non potrei mai accettare di portare ingiro i caffè. Perché credo che la mia mente è capace di fare cose migliori e più utili.
Igor Doct 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo concordo!
Luna Rinaldi 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo nn capisco dove ci sia l’umiliazione di portare un caffè se è chiesto con gentilezza, quando ero in apprendistato ho fatto di tutto anche portare il caffè,ma ti posso assicurare che so fare molto bene il mio mestiere, nn è certo un caffè che mi ha portato via del tempo ad imparare bene il mestiere 😊😊
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Luna Rinaldi l umiliazione sta nel fatto, che non si sta facendo un apprendistato di badanti/camerieri. Non è giusto. Se capita una volta, che uno te lo chiede con gentilezza perché non riesce ad andare, è un conto, se è tutti i giorni un altro.
Elviana Ella 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo 👏👏👏👏 concordo pinamente
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo Centra sempre come lo gestisci. Ha due, tre apprendisti, dai a ognugno dei compiti extra. Penso che con questi compitini mai nessuno ha fallito.
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo Già la frase ho molti apprendisti SOTTO di me mi da fastidio. SOTTO=sottomessi, minori... perciò faccio fatica con il suo post....
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Conny Majed Queste cose però l'hai imparate.. anche io faccio così per fare vedere che se lo faccio io e qualche volta lo fa l'apprendista non c'è assolutamente niente di male
Ornella Guerra 9 mesi fa su fb
Poi vi chiedete perché nessuno vuole piu formare apprendisti? Se ritenete che svuotare un cestino,preparare un caffè sia umiliante, che esula dalle vostre competenze chiamate l ispettore, il sindacato, ma non lamentatevi se quando arrivate con le insufficienze vi rompono il contratto! ... l unica cosa che manca è la voglia di fare! Generazione di nati stanchi!!
Conny Majed 9 mesi fa su fb
Ornella Guerra bravissima !!! Ci saranno sempre meno posti per i tirocinanti, se andiamo avanti per ogni piccola cosa tra sindacati ecc.
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Se fanno fare ANCHEquesti compiti, insegnandoti comunque il mestiere in modo che uno possa passare gli esami di fine apprendistato, è un conto. In questo caso sono con te - lavorare non è sempre solo bello e stimolante. Oggigiorno c'è invece, soprattutto nelle professioni dell'artigianato, il giochetto di sfruttare apprendisti come tuttofare mal pagati che quando arrivano all'esame finale pratico, lo bocciano perché nei tre anni nessuno in ditta aveva l'interesse ad insegnare loro la professione. E in questi casi sì che servono ispettori che rompono all'azienda finché decide: vuole FORMARE apprendisti oppure sfruttare giovani?
Ornella Guerra 9 mesi fa su fb
Lisa S. Bona ma vi rendete conto che sempre meno aziende mettono a disposizione posti di apprendistato? Sempre con la scusa che le aziende non insegnano , se bocciano dopo 3anni qualcosa che non va c è! Il detto il lavoro si ruba è ancora attuale! Il sfruttamento c e quando l apprendista ha in mano il mestiere e ti rende come un operaio! Se nel pratico non passa non ha in mano il mestiere punto! Poi da valutare e non sottovalutare il rendimento scolastico .
Conny Majed 9 mesi fa su fb
Lisa S. Bona Grazieeee del suo commento più che corretto 👍per me da Svizzera Tedesca era un po’ difficile descrivere come ha fatto lei 🌷
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Cara Ornella, se per tre anni mi fanno soffiare foglie e tagliare l'erba, con me che continuo a chiedere che mi si mandi sul cantiere di taglio, e dopo tre anni all'esame finale devo tagliare ALBERI e ci riesco male - ha tutte le ragioni del mondo l'esperto che mi boccia. Ma il fatto che non ho in mano il mestiere è esclusivamente colpa dell'azienda formatrice (e dell'ispettore cantonale che nonè intervenuto, malgrado i tanti grudi d'allarme) che si è comportata per tre anni da azienda SFRUTTatrice. Sulla carta e in un mondo ideale il tuo ragionamento sta in piedi, nella triste realtà ticinese fatta di furbetti ed ignoranti purtroppo non funziona.
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Ci vorrebbero inventivi belli forti per formare apprendisti (p.es. appalti pubblici solo con una determinata percentuale di apprendisti) e allo stesso tempo controlli MOLTO severi in merito alla serietà della ditta nella formazione.
Ornella Guerra 9 mesi fa su fb
Lisa S. Bona io non vivo in un modo ideale, sono formatrice di azienda e perita di esami, i miei apprendisti si sono tutti diplomati ,tranne chi logicamente ha abbandonato per seguire un altra strada, ti faccio gli auguri e non mollare non tutte le aziende sono così c e chi lavora con serietà e crede nella formazione delle nuove generazioni.
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Hai ragione, non tutte le aziende di comportano così, la tua no di sicuro! 😀 Alcune invece sì, e per quei casi ci dovrebbero davvero essere dei controlli seri e sanzioni drastiche.
Wera Hamberger 9 mesi fa su fb
Ornella Guerra generazione cresciuta davanti a schermo televisivi con soap?
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Lisa S. Bona Da come lo descrivi, il tuo è un caso insolito, che esisteva già ai tempi miei. Nei corsi si vedeva se qualcuno aveva imparato qualcosa e senno si controllava la ditta e se qualcosa non funzionava, l'apprendista andava avanti in una altra impresa. Oggi da quello che so io, esiste ancoraquesta possibilità.
Rosa Carinci 9 mesi fa su fb
Sempre fatto andavo a fare anche la spesa per i capi
Emanuela Bonardi 9 mesi fa su fb
Rosa Carinci idem
Luna Rinaldi 9 mesi fa su fb
Rosa Carinci idem e sono ancora viva pensa te 😂😂😂😂
Rosa Carinci 9 mesi fa su fb
Luna Rinaldi idem
Yvan Lisi 9 mesi fa su fb
Da apprendista pulivo spogliatoio, officina, iffici, classificavo, svuotavo cestini, imbiancavo l'officina e i locali espositivi, ordinavo i carrelli degli attrezzi, ecc ecc... è giusto che sia così, fa anche parte dell'essere aprendisti...
Viktor Stojcevski 9 mesi fa su fb
Yvan Lisi dopo 4 anni di apprendistato nn sono buoni a fare niente ! Nei ultimi anni su 8 apprendisti solo 1 buono! Con sto buonismo nn si va da nessuna parte !
Yvan Lisi 9 mesi fa su fb
Viktor Stojcevski esatto, ho rinunciato a formare apprendisti.
Viktor Stojcevski 9 mesi fa su fb
Yvan Lisi noi qui in aziende ne abbiamo 2 appena finiscono il percorso penso che nn ne prenderemo più! Anche per il rincaro degli stipendi ! E nn di poco !
Ivano Bettinsoli 9 mesi fa su fb
Capito perché non li forma quasi più nessuno?
Antonella Monaco 9 mesi fa su fb
Tutti ci siamo passati💪....ben venga fare la gavetta😜😜😜😜😜
Anna Svaluto-Ferro 9 mesi fa su fb
Antonella Monaco se posso permettermi, la gavetta l’ho fatta anche io, ma non vuole dire preparare il caffè al capo 😉
Antonella Monaco 9 mesi fa su fb
Anna Svaluto-Ferro si vabbè ogni professione ha la sua gavetta😜😜😜
Cristina Santoro 9 mesi fa su fb
uhmmm
Gabriele Pasqualino 9 mesi fa su fb
Questo accade anche tra diplomati. Conosco gente col diploma da architetto che va in giro con il camion dell’acqua minerale , sembra strano ma è cosi. Io sono carrozziere diolomato e guido i bus, che devo dire?? Oggi o ti adatti o vai a dormire sotto il ponte di Melide.
Doris Simion 9 mesi fa su fb
Era gia così 50 anni fa e non si lamentava nessuno.
Maxy70 9 mesi fa su tio
Preparare quei tre caffe con la macchinetta Nespresso mentre ci si organizza é una cortesia per iniziare bene la giornata lavorativa. Trattare l'apprendista come una cameriera é un abuso. Correttezza e buon senso, troppo difficile?
Antonella Lughi-Medolago 9 mesi fa su fb
Quando ho svolto il mio apprendistato, ormai anni fa, al mattino dovevo svuotare i cestini, passare l'aspirapolvere e andare a prendere i caffè al bar. Sono morta? Non direi. Forse questo insegna ad essere umili, educati e rispettosi... oggi non serve più? Non credo 🤔
Angelo Salvo 9 mesi fa su fb
Antonella Lughi-Medolago uno studia per poter guadagnare e fare il lavoro per il quale ha studiato. Non capisco cosa c’è di umile cosa c’è di educato e di rispettoso a portare il caffè a qualcuno. Soprattutto se si è stati assunti per un altro tipo di ruolo e non come un cameriere. Lo vedo un po’ come una forma di sfruttamento schiavismo personalmente.
Lisa S. Bona 9 mesi fa su fb
Se ti facevano ANCHE fare questi compiti, insegnandoti comunque il mestiere in modo che tu possa passare gli esami di fine apprendistato, è un conto. Oggigiorno c'è invece, soprattutto nelle professioni dell'artigianato, il giochetto di sfruttare apprendisti come tuttofare mal pagati che, arrivando all'esame finale pratico, lo bocciano perché nei tre anni nessuno in ditta aveva l'interesse ad insegnare la professione.
Antonella Lughi-Medolago 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo si chiama anche: "fare la gavetta". Iniziare dal basso per poi, acquisendo sempre più nozioni, salire...
Simona Vomeri 9 mesi fa su fb
Antonella Lughi-Medolago A portare il caffè e svuotare i cestini non è mai morto nessuno. Oggi nascono tutti “imparati”, dopo una settimana di lavoro vogliono già comandare. Pian piano...si inizia dal basso e poi si cresce, da che mondo e mondo. Ovvio che se poi ti fanno solo portare il caffè e fare fotocopie non va bene...ma insieme ad altra cosa ci sta. 😊
Laila Berger 9 mesi fa su fb
Antonella Lughi-Medolago svuotare i cestini e fare l’aspirapolvere è compito delle donne delle pulizie non di un’apprendista. Questo è sfruttamento 😉
Igor Doct 9 mesi fa su fb
Antonella Lughi-Medolago viviamo nel 2020 e questo pensiero tuo pensiero è vecchio. Il mondo del lavoro è cambiato e noi non accettiamo più di essere sfruttati dai capi per poter diventare qualcuno o per essere visti bene da chi ti usa per fare i suoi soldi. Nel 2020 noi giovani speriamo in un modo di lavorare intelligente che ci permette una vita dignitosa, e se voi siete cresciuti pensando che il capo ha sempre ragione e voi siete sotto di lui dunque dovete obbedire, beh, voglio comunicarti che i tempi sono cambiati e non siamo più nel 1950.
Antonella Lughi-Medolago 9 mesi fa su fb
Igor Doct erano gli anni '80 (giusto per precisare 😅), e ti assicuro che non sono cresciuta nè sfruttata, nè tantomeno sottomessa, solo educata e rispettosa 😉
Igor Doct 9 mesi fa su fb
Antonella Lughi-Medolago Buon per te, ma noi giovani ora vogliamo un mondo del lavoro intelligente rispettoso dei dipendenti, non uno nel quale un apprendista deve portare il caffè al capo perché lui dice così.
Tanja Kunz 9 mesi fa su fb
Si infatti, poveri apprendisti di oggi, devono essere trattati con i guanti...
Angelo Monno 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo caro Angelo, non c’è nulla di umiliante, anzi,è un modo per fare gavetta... i nostri nonni e genitori facevano la gavetta..per arrivare in alto si parte dal basso
Natascha von Arx 9 mesi fa su fb
Questo serve solo a umiliare i giovani ragazzi che fanno un apprendistato per imparare e non per fare i servi!
Alessandro Milani 9 mesi fa su fb
Ma state parlando del film..sembra uguale. Fantozzi!
Antonella Mutti 9 mesi fa su fb
Se un apprendista del primo anno inizia dai lavoretti concordo pienamente. Oggi giorno I ragazzi non hanno più rispetto del lavoro e del denaro un pó di gavetta non fa male a nessuno
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Angelo Salvo Con questo atteggiamento non si arriva lontani!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Laila Berger Quando do dei corsi vedo delle cose che mi fanno quasi vomitare. Cessi luridi, carta per terra, sapone e sporcizia dapertutto. Tanto viene l'impiegato di pulizia. Sarà così anche a casa, tanto pulisce la mamma!!!!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Igor Doct Io non mi sono mai sentito sfruttato, anzi. Forse nei anni '80 non c' erano le,,leggi,, come oggi ma sicuramente più rispetto. Sono contetto di essere uno di quei,, vecchi,, come li chiami tu e non uno di quelli che per ogni cag.. chiamono in aiuto mamma e papà ma senno tra i loro amici fanno i gradassi. Scuola di vita, caro mio!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Igor Doct In più il tuo post mi fa pensare che tu della vita non sai proprio nulla. Appena esiste un problema lo devecrisolvere qualcun'altro!
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Igor Doct Povero pupo, coccolone di mamma.
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Natascha von Arx Non mi sono mai sentito umiliato anzi.
Marco Galati 9 mesi fa su fb
Tanja Kunz Quasi tutti coccoloni oggi, senza carattere e senza iniziativa.
Aron Clementi 9 mesi fa su fb
Angelo Monno fare la gavetta è una cosa. Fare i comodi degli altri è un altra. Se sono un cuoco fare la gavetta può essere pelare patate. Non lavare la macchina.. C'è modo e modo. Non prendere l'esempio alla lettera ma capisci il concetto
Natascha von Arx 9 mesi fa su fb
Il rispetto si insegna col rispetto. I ragazzi hanno necessità di sentire e provare che quello che fanno conta ed è importante. Pensare che si debba passare da queste vie è un ragionamento di vecchia mentalità!
Angelo Monno 9 mesi fa su fb
Aron Clementi per fare un esempio concreto e inerente alla professione di cuoco, direi che la gavatta sta nel fare tutto ciò che serve alla preparazione del lavoro. Pulire la cucina, lavare i piatti ecc. di sicuro lo chef non dovrà pelare più patate perché qualcuno lo farà per lui.. è l’atteggiamento che conta. Il mestiere si apprende anche guardando e col tempo si cresce per diventare un professionista Senza polemica ovviamente 😊
Gladys Je 9 mesi fa su fb
Mah...leggendo alcuni commenti pensavo che io ho fatto due apprendistati e in entrambi si svuotavano i cestini e si puliva la postazione di lavoro. )Mai pensato al fatto di essere sfruttata per questo...personalmente sono altri gli sfruttamenti). Mi pare il minimo comunque...al giorno d'oggi vedo molti apprendisti che non vedono al di là del proprio naso e questo si ripercuote sul lavoro in team, quando poi diventa un "non è un compito mio". Diciamo che imparare è assolutamente corretto...però giusto anche imparare a svuotare i famosi cestini anche nel rispetto di chi fà poi le pulizie.
Daniele Mheta 9 mesi fa su fb
Più che gavetta, si viene assunti sottocosto per fare quello che faceva Prima un fattorino a stipendio pieno
Vero Mastro 9 mesi fa su fb
Da noi gli apprendisti a turno svuotano i cestini, devono tenere in ordine la caffetteria, fanno i caffè durante le riunioni, ecc..
Stefano Danielli 9 mesi fa su fb
Che problemi 😂😂😂
Isaac Godeffroy 9 mesi fa su fb
Mi fa ridere quando leggo un articolo del genere...come se portare un caffè fosse una cosa umiliante...poi ci lamentiamo perché i frontalieri “rubano” il lavoro agli svizzeri e ai domiciliati. Cominciare da basso non vi toglie la dignità, cari ragazzi!!!!
Elia Cattaneo 9 mesi fa su fb
Isaac Godeffroy stai scherzando spero, se i frontalieri rubano il posto agli svizzeri sicuramente non è per questo motivo, magari se ti informi capisci che la realtà è ben diversa
Laila Berger 9 mesi fa su fb
Elia Cattaneo esatto. Rubano il posto perché darebbero pure le chiappe, altro che caffè!
Esse 9 mesi fa su tio
Mi metto a ridere mi vien da piangere e viceversa
Ravi Von Verwandt 9 mesi fa su fb
Così si impara a diventare grandi...
Arminda Armi 9 mesi fa su fb
E a volte anche vendicativi,e appena si puo si rende pan per focaccia.
Patty Ae 9 mesi fa su fb
Credo che l abbiamo fatto tutti e siamo ancora qua🤣🤣🤣
Manuela Decarli 9 mesi fa su fb
io da apprendista (tanti anni fa) ho comperato bistecche, panini, incombenze varie e sono ancora qua 🥰 eravamo pure contenti di uscire dall'ufficio e magari una mancetta 😘
Luna Rinaldi 9 mesi fa su fb
Manuela Decarli davvero, io aspettavo solo il momento per uscire e andare a prendere i panini 😊😊
Sarah Ninna 9 mesi fa su fb
Si però non è giusto lo stesso. Hanno delle mani e dei piedi anche gli altri.
Giù Cav 9 mesi fa su fb
🤣 La prima cosa che devono imparare, oltre a portarlo in ufficio, pagarlo.
Charly Ognigiorno 9 mesi fa su fb
La superbia..
Simona Guggia 9 mesi fa su fb
Monica Pellegrini, vedi sono l'apprendista.... 😃 e guai a chi tocca la macchinetta del caffè !!!! 🤩 È mia
Monica Pellegrini 9 mesi fa su fb
Simona Guggia 😂😂 il caffè tra l’altro è ottimo 👏
Simona Guggia 9 mesi fa su fb
Nadia Peverelli 9 mesi fa su fb
È capitato anche a me ad uno dei miei primi lavori dopo la maturità ... il capo pretendeva il caffè e al terzo giorno gli ho risposto gentilmente che non ero pagata x fare caffè ! 😉😊
LR4You 9 mesi fa su fb
Queste ditte vanno denunciate, spero che Patti chiari o Falò facciano un‘inchiesta su questa brutta usanza!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
50 min
«Forse l'aggressione poteva essere evitata»
Domenica un uomo ha ferito con un coltello una 14enne in un bosco situato alle porte di Olten.
SVIZZERA
5 ore
«Nessuna limitazione per le stazioni sciistiche»
Un gruppo di parlamentari di destra chiede di non limitare le capacità dei comprensori a livello federale.
SVIZZERA
8 ore
Nuove tendenze dell'auto: una venduta su tre è un'ibrida o un'elettrica
In Svizzera non era mai successo prima, il 62% degli svizzeri non esclude di comprarne una prima o poi
GINEVRA
9 ore
Uber, batosta ginevrina
Respinto il ricorso contro una decisione del Canton Ginevra. Gli autisti sono «da considerare dipendenti»
SVIZZERA
10 ore
Epfl: le studentesse denunciano aggressioni e sessismo
Una ventina di denunce raccolte dal movimento Polyquity. Il Politecnico federale: «Le prendiamo sul serio»
SVIZZERA
11 ore
Definitivamente affossata la Legge sulle pigioni commerciali
Il Consiglio degli Stati ha deciso per la non entrata in materia dopo che il Nazionale aveva già bocciato la Legge.
SVIZZERA
11 ore
5G: Swisscom preme per accelerare i tempi
Il responsabile finanze: «Siamo fiduciosi che nel primo trimestre del 2021 il Datec darà istruzioni ai Cantoni».
SVIZZERA
11 ore
“Come stai vivendo la pandemia?” Agli svizzeri piace condividere
Sono più di 460 i contributi caricati su corona-memory.ch. «Una testimonianza per la storia della Svizzera»
SVIZZERA
11 ore
Covid, in Svizzera altri 4'786 casi con il 17,8% dei test positivi
Nelle ultime ventiquattro ore nel nostro paese sono stati registrati 115 nuovi decessi legati al coronavirus
SVIZZERA / STATI UNITI
14 ore
«Questi test avranno un ruolo chiave»
Il colosso farmaceutico ha ricevuto l'autorizzazione d'emergenza dalla FDA americana
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile