Ti Press
SVIZZERA
25.09.19 - 18:010

In aumento i beneficiari del contributo per l'assistenza

Introdotto nel 2012 per promuovere l'autonomia e favorire l'integrazione sociale, nel 2018 ne hanno beneficiato in 2324

BERNA - Il contributo per l'assistenza, destinato alle persone che ricevono un assegno per grandi invalidi e vivono a casa propria, è giudicato positivamente dalla grande maggioranza dei beneficiari. Il numero di persone che ricorrono a questo aiuto è aumentato negli anni raggiungendo quota 2324 nel 2018, stando a un rapporto intermedio dell'istituto Bass, pubblicato oggi.

Il contributo, che ha lo scopo di promuovere l'autonomia e favorire l'integrazione sociale, è stato introdotto nel 2012 nell'ambito della sesta revisione dell'Assicurazione invalidità (AI). Questo sostegno mirato permette ai grandi invalidi che desiderano vivere a domicilio e necessitano di un aiuto regolare di assumere una persona che fornisca loro assistenza. L'assicurato AI diventa quindi datore di lavoro e l'assistente è un suo dipendente diretto.

A sette anni dall'introduzione del contributo, il tasso di soddisfazione fra le persone interrogate raggiunge l'85% (molto soddisfatti, soddisfatti, in parte soddisfatti). In occasione del precedente sondaggio, pubblicato due anni fa, il tasso era del 75%. Inoltre quasi tre quarti dei partecipanti ritiene che la loro situazione sia nettamente o leggermente migliorata grazie al contributo per l'assistenza, mentre solo il 4% considera che vi sia stato un peggioramento.

Il numero dei beneficiari è aumentato ulteriormente negli ultimi anni passando da 1930 persone nel 2016 a 2324 nel 2018, con un incremento del 20% circa. «A 7 anni dalla sua introduzione, il numero di beneficiari della nuova prestazione non ha ancora raggiunto le 3000 unità pronosticate in media per la fase preliminare», sottolinea il rapporto. Se la crescita delle nuove richieste rimane costante, questa soglia sarà superata nel 2020.

Vi sono anche persone che cessano di percepire il contributo per scelta personale. I principali motivi evocati per la rinuncia sono il mancato riconoscimento dei familiari quali assistenti, l'onere amministrativo, la difficoltà nel trovare personale adeguato e problemi di salute.

Dall'analisi delle fatture rimborsate risulta che la mediana dei contributi effettivamente percepiti ammonta a 1287 franchi mensili, un importo nettamente inferiore agli aiuti massimi disponibili. Circa un quinto dei beneficiari fattura meno del 50% del contributo a cui avrebbe diritto, spiegano gli autori del rapporto. In media vengono utilizzati meno di tre quarti della somma a disposizione.

Per quanto riguarda i costi, le spese complessive ammontano a 56 milioni di franchi nel 2018, contro 44 milioni nel 2016. Le previsioni fatte al momento dell'introduzione del contributo calcolavano che nei primi 15 anni i costi annui medi si sarebbero attestati attorno ai 47 milioni di franchi. Finora i costi medi all'anno si situano a 37,4 milioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 min
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
16 min
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
25 min
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
8 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
10 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
16 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
16 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
17 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
18 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
18 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile