Foto lettore
SVIZZERA
18.09.19 - 08:000
Aggiornamento : 09:30

«Con un guasto al motore in volo, il tempo stringe»

Un velivolo Swiss è dovuto rientrare all’aeroporto di Ginevra poco dopo il decollo. Si trattava di un A220, un modello che potrebbe essere “problematico”

GINEVRA - Un forte botto e poi l’immediato rientro del velivolo all’aeroporto di Ginevra. È l’esperienza vissuta lunedì dai 76 passeggeri del volo Swiss che attorno alle 20.30 era partito per Londra. Poco dopo il decollo si è verificato un guasto al motore (si trattava di un velivolo A220), come confermato dalla compagnia aerea. Un lettore racconta di aver visto delle scintille. Nessuno è rimasto ferito. Olav Brunner, ex pilota Swissair ed esperto di aviazione, ci spiega quanto può essere pericoloso un guasto del genere.

Si è mai dovuto confrontare con un guasto al motore?
«No, per fortuna mai. Una volta abbiamo dovuto ridurre il motore, ma è andato tutto liscio».

Cosa passa per la testa quando bisogna ridurre o addirittura spegnere un motore?
«Immediatamente ci si chiede se sia ancora possibile raggiungere l’aeroporto di destinazione o se sia necessario un atterraggio d’emergenza. Fortunatamente all’epoca ero su un Jumbo Jet, che dispone di quattro motori. Abbiamo quindi potuto completare il volo ed eseguire i lavori una volta a terra».

E cosa avviene invece a bordo di un A220?
«Si tratta di un velivolo con due motori. Quando uno si guasta, si perde il 50% della prestazione. Il tempo può stringere».

Quanto è pericoloso? E come si reagisce?
«I piloti si confrontano con le emergenze più volte all’anno nel simulatore. E sono in grado di reagire. Si dovesse verificare un guasto serio in volo, per fortuna in europa si una possibilità di atterraggio all’incirca ogni dieci minuti».

Cosa può accadere quando si guasta un motore?
«Dipende dal danno. Se un motore prende fuoco, si può chiudere manualmente la valvola e interrompere così l’alimentazione di carburante. Inoltre ogni motore dispone di un meccanismo per lo spegnimento del fuoco. Tutti gli aerei sono costruiti in modo da poter atterrare in sicurezza anche con un solo motore. La questione è diversa quando si guastano tutti i motori. In quel caso è soltanto possibile effettuare un immediato atterraggio d’emergenza, così come ha fatto con successo il capitano Sullenberger sul fiume Hudson nel 2009».

E come comportarsi come passeggero?
«Non bisogna andare in panico. È compito della crew informare i passeggeri, spiegando che è possibile effettuare un atterraggio sicuro anche con un solo motore. La comunicazione è molto importante per evitare situazioni di panico».

Per l'A220 non si tratta della prima panne: autorità all'erta
Lunedì ci sono stati un botto e delle scintille. Lo scorso luglio un motore aveva invece preso fuoco e perso dei pezzi. In entrambi i casi si trattava di un velivolo A220, modello su cui si starebbero riscontrando dei difetti. La colpa, come sottolinea un rapporto dell'Amministrazione federale dell'aviazione degli Stati Uniti (Faa), sarebbe da imputare al motore della statunitense Pratt & Whitney: potrebbe perdere olio. Le autorità raccomandano quindi che diversi modelli, tra cui anche l'A220, siano sottoposti a un controllo approfondito entro 300 cicli motore. E di procedere alla sostituzione in caso di difetti riscontrati. Come riferito dal portale Aerotelegraph, il produttore Pratt & Whitney avrebbe già in precedenza informato le compagnie aeree del possibile difetto. Swiss afferma che soltanto nell'ottobre del 2018 si era verificato un caso in cui c'era stata una perdita d'olio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 min
L'app SwissCovid non convince
Il 56% della popolazione non intende installarla sul proprio cellulare. C'è chi teme per la protezione dei dati.
SVIZZERA
5 ore
Svizzera e Stati Uniti a braccetto nello sviluppo di droni
Si mira in particolare a migliorare la loro integrazione in sicurezza nello spazio aereo
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
8 ore
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
9 ore
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
9 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
10 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
BERNA
11 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
SVIZZERA
12 ore
129 nuovi casi di coronavirus in Svizzera
Sei persone sono finite in ospedale. Oltre 10mila i tamponi effettuati
VALLESE
13 ore
A 104 km/h sul 50: automobilista nei guai
Al conducente di 32 anni è stata ritirata immediatamente la patente e sequestrato il veicolo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile