SVIZZERA
20.08.19 - 14:280
Aggiornamento : 16:04

I jet svizzeri scortano il governo russo per ospitalità

Per circa cinque minuti le forze aeree hanno affiancato il velivolo governativo. Ma si tratta di controlli di routine

BERNA  - Funzionari e giornalisti russi in volo, ieri, verso la Francia per il vertice tra Putin e Macron, sono rimasti sorpresi quando l’aereo governativo su cui viaggiavano è stato improvvisamente affiancato dalle Forze aeree svizzere. Due jet - riferisce il russo RT, ex Russia Today - hanno accompagnato il velivolo russo per circa cinque minuti mentre si trovavano nello spazio aereo confederato.

Il portavoce di Putin, Dmitri Peskow, ha definito «buona» la “scorta svizzera”, ricordando un episodio simile del 2016. Gli svizzeri hanno spiegato ai russi che si è trattato di un «atto di ospitalità».

Un portavoce dell’esercito ha spiegato a 20 Minuten che è stato svolto un controllo di routine. Viene verificato che il velivolo che entra nello spazio aereo sia stato registrato e si controlla il numero di immatricolazione. Capita 300-400 volte l’anno, indipendentemente dalla nazione di provenienza.

Un episodio simile era accaduto tre anni fa. Le Forze aeree svizzere avevano affiancato per sette minuti l’aereo governativo russo. Anche allora il Dipartimento federale della difesa lo aveva definito «un controllo di routine».

Emmanuel Macron e Vladimir Putin dialogano alla ricerca di un compromesso sulle principali questioni internazionali. Putin ha dichiarato che i suoi contatti telefonici col nuovo presidente ucraino Volodymyr Zelensky sono fonte di «cauto ottimismo», mentre Macron ha auspicato che un nuovo vertice del Quartetto di Normandia per cercare una soluzione condivisa alla guerra nel Donbass possa aver luogo già nelle prossime settimane. Macron ha poi espresso profonda preoccupazione per l'offensiva delle forze governative in Siria che sta mietendo vittime tra i civili e ha dichiarato che è necessario rispettare «la tregua concordata a Sochi» e mettere quindi fine ai bombardamenti. Ma Putin gli ha risposto che approva gli attacchi delle truppe del suo alleato Assad contro i miliziani. E sulle proteste a Mosca, Macron ha invitato Putin a rispettare i principi democratici, e quindi il diritto a manifestare pacificamente. Ma Putin lo ha gelato: la Russia - ha affermato - non vuole proteste come quelle messe in piedi in Francia dal movimento dei gilet gialli «con 11 persone uccise e 2500 ferite».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Mela indigesta: gli iPhone non piacciono più agli svizzeri
La percentuale di chi utilizza uno smartphone della Apple è in continuo calo
SVIZZERA
1 ora
Giovani e pigri: «Oltre l'85% non fa abbastanza attività fisica»
Secondo uno studio pubblicato dall'OMS, il tasso è in costante rialzo in questi ultimi quindici anni e ha superato la media mondiale
FOTO
GINEVRA / GERMANIA
3 ore
Un ginevrino si compra il cilindro del Führer
L'imprenditore si è aggiudicato il cilindro appartenuto a Hitler e una copia del "Mein Kampf". Per una nobile causa: «È estremamente importante che questi cimeli non finiscano nelle mani sbagliate»
GRIGIONI
12 ore
Brienz ogni anno scende a valle di un metro, il Cantone: «Vi aiuteremo»
La frazione grigionese abitata da un centinaio di anime si sposta in maniera costante, le autorità: «Situazione particolare»
SVIZZERA
12 ore
Noi i canali della Srg/Ssr sul digitale terrestre non li vediamo più, ma in Austria...
Ci riescono ancora (e pure in chiaro) grazie agli sforzi di un'emittente privata e il nullaosta dell'Ufcom: «Il blackout era dispiaciuto a tanti»
BERNA / RUSSIA
15 ore
Maurer e Putin concordano una cooperazione più stretta
Gli argomenti trattati? Relazioni bilaterali, temi economici e impegno politico della Svizzera a favore della pace
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Prima di Rytz, le altre candidature "verdi" al Consiglio federale
La prima presentata ufficialmente fu quella di Cécile Bühlmann nel 2000 per subentrare ad Adolf Ogi
SONDAGGIO
BERNA
19 ore
Regula Rytz: «Pronta al Consiglio federale» e "punta" al posto di Cassis
La presidente dei Verdi svizzeri: «Plr? Un partito ampiamente sovrarappresentato» e propone una nuova "formula magica"
VAUD
20 ore
Assalti ai furgoni blindati: «Finché sulle strade gireranno certe somme...»
Canton Vaud nel mirino delle bande francesi: Un criminale di Lione fornisce l'identikit del rapinatore tipo: «Ha tra i 28 e i 42 ed ha un passato migratorio e spesso proviene dal Maghreb»
SVIZZERA
23 ore
Ruag International: ingresso in Borsa «probabilmente» nel 2023
Le attività di cyber-sicurezza del gruppo detenuto dalla Confederazione si trovano invece già in piena fase di cessione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile