Keystone
SVIZZERA
23.07.19 - 06:020

Caldo in treno: le Ffs rispondono alle critiche

L’associazione degli utenti dei mezzi pubblici Pro Bahn ha aspramente criticato la regolazione della temperatura sui treni. Al vaglio delle Ffs la possibilità di raffreddare maggiormente le carrozze

BERNA - Nel corso di questa settimana in Svizzera ci si aspetta una nuova ondata di caldo. E i pendolari, al cospetto di tali previsioni e sulla base di quanto sperimentato finora, esprimono chiaramente il loro disagio.

«Abbiamo ricevuto molte lamentele per il caldo eccessivo sulle carrozze», afferma Linus Looser, responsabile di settore delle Ffs. 

Andreas Theiler, portavoce della sezione bernese di Pro Bahn, si augura che tali reclami portino a una risoluzione del problema: «È ridicolo che sui treni ci sia una temperatura di soli cinque gradi inferiore a quella esterna». Dopotutto, c’è un bel po’ di differenza tra stare un’ora seduti su una panchina all’aria aperta - seppur a 30 gradi - e un’ora chiusi in treno con altre 50 persone.

Stando alle Ffs, sui treni, ora come ora, sono installati 7200 climatizzatori. Altri 800 saranno aggiunti entro il 2020. Ma la manutenzione degli stessi, conclude Theiler, talvolta lascia a desiderare: «A 35 gradi, i sistemi di climatizzazione delle Ffs riscontrano spesso problemi».

Una critica, questa, che Reto Schärli, portavoce delle Ffs, non accetta: «Gli impianti di climatizzazione dei treni sono sottoposti a un’ottima manutenzione. Altrimenti, il 97% dei sistemi non sarebbe disponibile». E nel contempo ammette: «Comprendiamo le esigenze dei passeggeri in queste giornate eccezionalmente calde». Per questo motivo le Ffs stanno valutando la possibilità di apportare modifiche agli impianti di climatizzazione per consentire un raffreddamento ancora più efficace. Si terrà conto anche degli aspetti ecologici ed economici. «Tuttavia, una conversione tecnica richiederebbe del tempo e potrebbe essere messa in atto, nell’eventualità, soltanto la prossima estate», conclude Schärli.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
2 ore
Non gli piace il taglio di capelli: cliente denuncia il parrucchiere
«Indignato», l'uomo si è presentato in polizia accusandolo di lesioni personali. La cantonale: c'è chi lo ha fatto per una manicure riuscita male
ZURIGO
10 ore
Spari in strada in pieno giorno: «È assurdo che possa accadere una cosa del genere»
Un 32enne è stato rinvenuto con ferite da arma da fuoco a Seebach. Poco prima aveva chiamato la polizia. I testimoni raccontano
VIDEO
BERNA
10 ore
Le FFS ringraziano i clienti con una canzone di Natale
Si chiama "Partiamo insieme" ed è stata cantata da controllori, macchinisti e persino agenti di polizia ferroviaria. Il ricavato andrà in beneficenza
SVIZZERA
13 ore
Caccia da combattimento, ecco il "sì"
Sarà il Consiglio federale a decidere il tipo di velivolo
FOTO
SAN GALLO
14 ore
19enne schianta la Maserati all'incrocio: 120'000 franchi di danni
È successo nel canton San Gallo quando un ragazzino ha centrato altri due giovanissimi che guidavano... una Mercedes
SVIZZERA
15 ore
È svizzero il primo spazzino spaziale in assoluto
La start up ClearSpace è stata scelta dall'Agenzia spaziale europea
NEUCHÂTEL
16 ore
23enne cade dalla diga del Châtelot e muore, stava festeggiando
Complicate le operazioni di recupero che hanno coinvolto anche la Rega, gli inquirenti prediligono la pista dell'incidente
ZURIGO
18 ore
Legionellosi, galeotto fu l'autolavaggio
Tre uomini che hanno contratto l'infezione nel 2018 avevano lavato l'auto nello stesso impianto, poi rivelatosi contaminato
VAUD
20 ore
Portavalori assaltato, la Posta ferma le consegne di denaro a Daillens
Stop alle operazioni da e verso la località vodese. L'assicuratore di SecurePost ha ritirato con effetto immediato la copertura
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile