Deposit
SVIZZERA
03.07.19 - 07:040

Con un'agricoltura biologica si risparmierebbero 2000 tonnellate di pesticidi

I ricercatori offrono grandi opportunità per un'agricoltura senza pesticidi. Ciò richiederebbe la coltivazione di varietà più vecchie di frutta e verdura

FRICK (AG) - I promotori delle iniziative “Acqua potabile pulita e cibo sano” e “Per una Svizzera senza pesticidi sintetici” sognano un’agricoltura priva di tali prodotti.

Ma il territorio elvetico è ancora lontano dall’obiettivo. Un nuovo studio dell’Istituto di ricerca dell’agricoltura biologica (FiBL) di Frick (AG) mostra però che se tutti passassero ad un’agricoltura completamente biologica, non verrebbero più utilizzati erbicidi nei pascoli - pari a 1300 tonnellate annue -, così come verrebbero risparmiate 480 tonnellate (ossia il 98,5%) di pesticidi nell’agricoltura e 150 (20%) nelle colture speciali. Particolarmente ridotta la percentuale in quest’ultimo settore poiché malattie e parassiti sono già in gran parte controllati con prodotti naturali. 

Complessivamente, tale passo rappresenterebbe un risparmio di quasi 2000 tonnellate di pesticidi.

«La pratica e la ricerca in ambito biologico dimostrano che gli erbicidi possono essere facilmente sostituiti con macchinari all’avanguardia, colture miste e rivestimenti del terreno», si legge nel comunicato del FiBL divulgato nella giornata di ieri. Inoltre, nella lotta contro gli agenti patogeni, i ricercatori vedono un grande potenziale anche nell’utilizzo di insetti e virus, così come in estratti vegetali e materiali naturali, in particolare nei minerali argillosi e negli estratti del latte.

«Per aprire la strada a un futuro senza pesticidi, l'agricoltura svizzera deve dare molta più importanza alle vecchie varietà di frutta e verdura», afferma Monika Messmer del FiBL. «Le mele Gala, ad esempio, sono molto sensibili agli agenti patogeni e dovrebbero lasciare il posto a varietà più robuste», aggiunge.

Tutto questo, in ogni caso, «richiede un periodo di conversione molto lungo - afferma Urs Niggli, direttore del FiBL - Un periodo in cui gli agricoltori si riorientano e investono». Sarebbe per cui necessario il sostegno della Confederazione.

Per Markus Ritter, presidente dell’Unione svizzera dei contadini, tali scenari sono inimmaginabili: «L’adozione di entrambe le iniziative si tradurrebbe in una forte diminuzione degli agricoltori, un massiccio aumento delle importazioni e di un incremento dei prezzi al consumo del 20-40%».

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
11 ore
Minacce con il coltello e furti notturni, è paura in riva al lago
Diverse persone sono state derubate lo scorso mese nei pressi di un centro autogestito a Ginevra. La polizia al momento brancola nel buio
FRIBURGO
13 ore
Le donne sono considerate meno competenti degli uomini
Nessuna evoluzione in 50 anni nei campi considerati tipicamente maschili
BERNA
16 ore
Auto elettriche: un automobilista svizzero su due è interessato a comprarne una
Lo rivela un sondaggio pubblicato dal TCS. Gli interpellati sperano che l'uso di questi veicoli protegga di più l'ambiente
SVIZZERA
17 ore
«Non c'è nemmeno spazio per uno zaino»
L'associazione traffico e ambiente stima che negli ultimi anni lo spazio per i bagagli sui treni FFS sia diminuito drasticamente
SVIZZERA
19 ore
UBS: il piano di Ermotti è di rimanere in carica fino al 2021?
Completando così 10 anni da CEO. In 8 anni alla guida di Ubs il manager ha guadagnato come un ticinese in 1400 anni
SVIZZERA
20 ore
Prima disoccupati, poi precari
Una persona su due dopo la disoccupazione trova un impiego pagato peggio, a tempo parziale o su chiamata. Lo dicono i dati dell'UST
FOTO E VIDEO
SAN GALLO
21 ore
È morta la donna travolta dal Piranha dell’esercito
L’auto sulla quale si trova l’anziana si è scontrata con un blindato. Illesi invece i militari
SVIZZERA
22 ore
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
22 ore
Guasto all'Eurocity: passeggeri evacuati e oltre 3 ore di ritardo
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
1 gior
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile