keystone
BERNA
24.06.19 - 13:350
Aggiornamento : 15:38

I siti stranieri di poker potranno essere bloccati da luglio

Prossimamente sarà pubblicata su internet una blacklist

BERNA - A partire da lunedì prossimo, offerte online come il poker o la roulette proposte da siti web stranieri accessibili dalla Svizzera saranno bloccate. La Commissione federale delle case da gioco (CFCG) e la Commissione delle lotterie e scommesse (Comlot) pubblicheranno su Internet una blacklist.

Accettata il 10 giugno 2018 dal 72,9% degli elettori ed entrata in vigore lo scorso 1° gennaio, la nuova Legge federale sul gioco in denaro prevede che l'accesso alle offerte non autorizzate nella Confederazione sia limitato a partire dal 1° luglio, indica in un comunicato odierno la CFCG.

La legge permette ai casinò elvetici di fornire ai propri clienti un servizio comprendente giochi online. CFCG e Comlot, ciascuna nell'ambito delle rispettive aree di competenza, renderanno noto sui loro portali un elenco delle offerte oscurate in Svizzera.

In poche parole, quando un giocatore tenterà di accedere a un sito figurante su una delle due liste nere, la sua richiesta non avrà successo e l'utente verrà reindirizzato verso una pagina che lo informa dell'illegalità dell'offerta. Le due autorità comunicheranno formalmente la loro decisione mediante un riferimento nel Foglio federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
1 ora

Muore urtato da treno regionale LEB

L'anziano stava camminando fuori da un passaggio pedonale. Inutile l'intervento dei soccorsi

SVIZZERA
1 ora

I jet svizzeri scortano il governo russo per ospitalità

Per circa cinque minuti le forze aeree hanno affiancato il velivolo governativo. Ma si tratta di controlli di routine

VAUD / BASILEA CITTÀ
3 ore

Bimbo ucciso con una pugnalata, la 75enne resta in carcere

Respinto il ricorso a causa del rischio di recidiva

SVIZZERA
5 ore

Sempre più stress sul posto di lavoro: «Emotivamente esausti»

Tale fenomeno è particolarmente accentuato per i lavoratori con meno di 30 anni

SVIZZERA
5 ore

Sei in assistenza? Il tuo nome sarà pubblico

Il Parlamento discuterà la proposta il prossimo autunno. Il deputato PS Cédric Wermuth si dice contrario: lo Stato, secondo lui, deve proteggere le persone meno abbienti

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile