keystone
BERNA
24.06.19 - 10:230

Caritas: «Berna raddoppi la cooperazione allo sviluppo»

Per l'organizzazione non governativa, i mezzi per farlo esistono e la Confederazione «gode di ottima salute dal punto di vista finanziario»

BERNA - La Svizzera deve raddoppiare i fondi per la cooperazione allo sviluppo. È quanto ritiene Caritas. Per l'organizzazione non governativa, i mezzi per farlo esistono e la Confederazione «gode di ottima salute dal punto di vista finanziario».

Per Caritas, la Svizzera deve incrementare i fondi per la cooperazione allo sviluppo e la protezione del clima nei Paesi poveri a 6,5 miliardi di franchi. Ciò corrisponderebbe ad un aumento dello 0,44%-1% del prodotto interno lordo (PIL), scrive l'ong in un comunicato odierno.

«Questo consentirebbe alla Svizzera di avvicinarsi a Paesi come la Svezia, la Norvegia e il Lussemburgo», afferma Caritas. Essa propone che la Confederazione «anziché ridurre ulteriormente i debiti già contenuti, aumenti i propri investimenti per un mondo in cui regni la pace e sia vivibile anche per le generazioni future».

Fondi per il clima - Anche in ambito climatico, Caritas invita Berna ad agire in modo più attivo. L'ong ricorda che i Paesi industrializzati si sono impegnati a fornire fondi supplementari a questo scopo, oltre a quelli per la cooperazione allo sviluppo.

Per Caritas, «è inaccettabile che la Svizzera - nonostante la sua corresponsabilità al surriscaldamento climatico e l'impegno assunto in ambito di politica climatica - non voglia tuttora fornire sostegno in questo senso».

L'ong ha presentato oggi la sua risposta alla procedura di consultazione sul messaggio del Consiglio federale concernente la cooperazione internazionale 2021-2024. Accoglie con favore il fatto che per la prima volta un tale messaggio sia stato sottoposto ad una consultazione.

Il Governo intende orientare meglio l'aiuto pubblico allo sviluppo per aumentarne l'efficacia. Ci saranno solo quattro regioni prioritarie al posto di sei per 34 Paesi principali al posto di 46. Una maggiore attenzione è posta sugli interessi della Svizzera, la crescita economica e il potenziale del settore privato.

Caritas ritiene "sensati" i criteri adottati, ma chiede maggiori "precisazioni". In particolare, respinge la concentrazione unilaterale sul settore privato in Svizzera.

Se il Consiglio federale intende promuovere una crescita economica duratura e la creazione di posti di lavoro attraverso la cooperazione allo sviluppo, ciò deve servire alla lotta contro la povertà, afferma Caritas.

La povertà estrema è lungi dall'essere superata. Nel mondo, circa 750 milioni di persone vivono effettivamente giornalmente con meno di 1,90 dollari al giorno. In questo contesto, la cooperazione allo sviluppo svizzera deve promuovere "posti di lavoro dignitosi in grado di garantire la sussistenza".

L'ong si rallegra inoltre del fatto che il Consiglio federale abbia rinunciato a condizionare la cooperazione alla conclusione di accordi di riammissione in materia di asilo. Secondo Caritas «sarebbe sbagliato sostenere misure repressive attraverso la cooperazione internazionale della Svizzera che sopprimerebbero a breve termine le fughe»: a lungo termine esse tenderebbero persino ad accentuare i problemi di fondo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
36 min

Gli A220 di Swiss a terra fino a nuovo ordine

Un volo Londra-Ginevra è stato dirottato su Parigi stamattina. Un nuovo incidente che coinvolge un motore Serie C / A220 e che ha spinto l'azienda a reagire drasticamente

ZURIGO
1 ora

Poliziotta investita, chiesta una punizione esemplare

Secondo la Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia, il 20enne «ha preso in conto la morte dell'agente»

BERNA
2 ore

Quaranta gatti sono troppi, potrà tenerne sei al massimo

Nell'appartamento c'erano grandi quantità di escrementi, l'aria era impregnata di ammoniaca, alcuni animali erano malnutriti e la loro riproduzione avveniva incontrollata

SVIZZERA
2 ore

Apple Pay accessibile anche con Visa e Mastercard

La possibilità di usufruirne viene offerta anche a chi possiede una carta di debito, una prima in Svizzera

VAUD
2 ore

Abusò della moglie, l'imam deve lasciare la Svizzera

Davanti al TF l'uomo ha invocato la protezione della sfera privata, garantita dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Ma il kosovaro non ha assimilato i valori sociali e giuridici

SAN GALLO
3 ore

Abusi, liberato l'allenatore delle ginnaste

L'uomo è sospettato di reati sessuali nei confronti di una 17enne

SVIZZERA
4 ore

Anche con un pomodorino o un chicco d'uva si può morire

L'Ufficio prevenzione infortuni mette in guarda sul rischio di soffocamento dovuto ad alimenti di piccole dimensioni per i bambini

SVIZZERA
5 ore

Evolve il mercato dell'auto: si guarda alle vendite online e al noleggio

Gli esperti analizzano il settore dopo l'introduzione di alcune novità da parte dell'azienda Auto Kunz di Wohlen

SVIZZERA
5 ore

Libra: avanti con 21 membri, firmata la carta e determinati i vertici

La missione è costruire una migliore rete di pagamento, ampliare l'accesso ai servizi finanziari essenziali e ridurre i costi per miliardi di persone che ne hanno più bisogno

SVIZZERA
6 ore

I ghiacciai raggiungono un nuovo record (negativo)

I ghiacciai svizzeri sono diminuiti del 10% in cinque anni, secondo l'Accademia svizzera di scienze naturali. Una perdita mai osservata prima

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile