Ti Press
SVIZZERA
23.05.19 - 12:210

Maltrattamenti, tre bambini morti in Svizzera nel 2018

I bimbi finiti in ospedali o reparti pediatrici per maltrattamenti veri o presunti sono stati in tutto circa 1500

BADEN - Tre bambini sono morti nel 2018 in Svizzera per maltrattamenti fisici. I bimbi finiti in ospedali o reparti pediatrici per maltrattamenti veri o presunti sono stati circa 1500. Un terzo di queste vittime aveva meno di quattro anni.

Il fatto che i bambini siano maltrattati in giovanissima età è dovuto allo scarso controllo esterno in questa fase della loro vita, ha comunicato oggi la società pediatrica "Swiss Society of Paedriatrics" (SSP) che stila tale statistica da dieci anni, prendendo i dati da 20 dei 31 ospedali o reparti pediatrici ufficiali.

Nel 2018 le cliniche hanno registrato complessivamente 1502 casi di sospetti o confermati maltrattamenti che sono stati trattati in modo ambulatoriale o stazionario, il 13% in meno rispetto all'anno precedente. La diminuzione, secondo la SSP è da attribuire a una modifica nella procedura di notifica presso una grossa clinica. Quest'ultima precedentemente aveva segnalato anche consulenze per violenza domestica.

Tra i casi registrati la violenza fisica rappresenta la percentuale maggiore (29%). Il 23,6% dei bambini sono stati maltrattati a livello psicologico, il 27% è stato trascurato e il 19,8% è stato vittima di violenza sessuale. Inoltre ci sono stati 10 casi di sindrome di Münchhausen per procura, disturbo mentale dei genitori che li spinge ad arrecare deliberatamente un danno fisico al figlio per farlo credere malato e attirare l'attenzione su di sé.

Non è tuttavia possibile fare sempre una netta distinzione tra le diverse forme di abuso - sottolinea la SSP - in quanto spesso si verifica una combinazione di queste.

La distinzione per sesso è rimasta costante: nel 56% delle diagnosi le vittime di maltrattamenti erano bambine e nel 44% bambini. In caso di abusi sessuali le femmine sono state quattro volte più colpite dei maschi. Un terzo di tutti i fanciulli maltrattai avevano meno di quattro anni: 244 casi (16,2%) riguardavano bimbi nel loro primo anno di vita.

Con 1167 casi (77,7%) i maltrattamenti in famiglia sono stati di gran lunga i più frequenti. Gli autori sono per la maggior parte i padri: gli uomini con il 39,5% rappresentano la quota maggiore di tutti i responsabili. Per le donne la percentuale è del 24,9%. Uomini e donne - per lo più genitori - hanno commesso l'abuso insieme nel 26,6% dei casi. Nel 9% degli episodi, gli autori erano sconosciuti o non erano disponibili informazioni. Entrambi i genitori sono di solito ritenuti responsabili di abusi psicologici e trascuratezza.

Gli autori di abusi sessuali sono per il 76,4% uomini. Un quarto di loro ha meno di 18 anni. In un caso su tre i colpevoli fanno parte della cerchia famigliare.

Di tutte le diagnosi di maltrattamenti il 61,5% sono state considerate come sicure, il 20,6% come probabili e il resto come non chiare.

In un buon quarto dei casi di bambini giunti in clinica, l'autorità di protezione dei minori e degli adulti (KESB nella Svizzera tedesca, ARP in Ticino) era già stata coinvolta. Inoltre nel 27,6% dei casi i "gruppi di protezione dell'infanzia" degli ospedali pediatrici hanno segnalato i fatti a KESB e ARP.

Le autorità di perseguimento penale sono intervenute l'anno scorso in 273 casi. In altri 65 un gruppo di protezione dell'infanzia ha raccomandato di farlo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO / VAUD
12 ore

La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva

Due persone che navigavano sul Lago di Neuchâtel se la sono vista brutta ieri sera a causa di una forte raffica di vento

VAUD
13 ore

La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti

Circa 200 attivisti del movimento Extinction Rébellion stanno bloccando da questa mattina il ponte Bessières, nel centro di Losanna

FOTO
BERNA
14 ore

L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico

Il rompighiaccio di ricerca tedesco "Polarstern" partirà stasera da Tromsø, in Norvegia, e passerà un anno alla deriva

SVIZZERA
14 ore

UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato

Attivo presso Credit Suisse dal 2013, Iqbal Khan dal primo ottobre passerà a UBS. La polizia zurighese avrebbe arrestato diverse persone

NEUCHÂTEL
14 ore

Trovato un cadavere vicino ad una scuola

La causa della morte sarebbe da attribuire ad una caduta. La vittima era un uomo, tra i 20 e i 30 anni, residente nella regione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile